Mercoledì, 25 novembre 2020 - ore 20.40

Privatizzazione scuole a tempo pieno.Riapertura confronto | Cgil-Cisl-Uil

| Scritto da Redazione
Privatizzazione scuole a tempo pieno.Riapertura confronto | Cgil-Cisl-Uil

Privatizzazione scuole a tempo pieno. Il Sindacato strappa riapertura del confronto.
Le segreterie provinciali di Cgil-Cisl-Uil  hanno nuovamente incontrato L’Amministrazione Comunale sul tema della riorganizzazione del tempo prolungato delle scuole materne.
L’Amministrazione, a fronte di un dibattito lungo ed acceso, ha accettato di riaprire il confronto dando la garanzia di portare in Giunta la proposta sindacale entro il 16 luglio.

IL SINDACATO, NONOSTANTE UNA POSIZIONE NETTA DELLA GIUNTA SULLA PRIVATIZZAZIONE DEL SERVIZIO SCOLASTICO COMUNALE DEL TEMPO PROLUNGATO, STRAPPA ALL’AMMINISTRAZIONE
LA RIAPERTURA DEL CONFRONTO.

I FATTI
 
Quando il metodo è sostanza democratica

In data odierna LE SEGRETERIE SINDACALI PROVINCIALI
hanno nuovamente incontrato L’Amministrazione Comunale sul tema della riorganizzazione del tempo prolungato delle scuole materne.
Prima ancora di affrontare il merito dell’incontro, il sindacato ha ribadito al Sindaco che le modalità di confronto tra le parti devono rispettare le regole fissate reciprocamente.
Se dalle risposte che il Sindaco fornisce, emerge chiaro il suo convincimento dell’importanza del confronto con le parti sociali, risulta altrettanto evidente che non è ancora patrimonio comune di tutti gli Assessori e dei dirigenti del Comune.

Le Posizioni di partenza
L’Amministrazione Comunale ha presentato il progetto di esternalizzazione del servizio scolastico come scelta politica della Giunta per risolvere  una parte dei problemi di ristrettezze economiche del Comune.
L’Amministrazione ha già contattato le imprese sociali del territorio ed ha già avviato la procedura di negoziazione per l’affidamento del servizio.

Il Sindacato ha ritenuto il metodo inaccettabile.
Il confronto vero tra le parti prevede blocchi di partenza uguali, informazioni corrette e trasparenti per rendere praticabile la strada della verifica tra diverse soluzioni.

Il Sindacato ribadisce la netta contrarietà alla privatizzazione e chiede il mantenimento del servizio pubblico, pur dichiarandosi disponibile da subito a confrontarsi su un processo di riorganizzazione e di ottimizzazione nell’utilizzo del personale.

Il Sindacato inoltre propone di reperire risorse economiche reinternalizzando la gestione delle case comunali, affidata all’Aler, operazione costata alle casse comunali, più di 400.000 euro a cui si aggiunge il distacco di un dipendente presso l’Agenzia regionale.
Il recupero di queste risorse consentirebbe di dedicare il prossimo anno ad una seria riorganizzazione delle scuole.
Conclusione
L’Amministrazione, a fronte di un dibattito lungo ed acceso, ha accettato di riaprire il confronto dando la garanzia di portare in Giunta la proposta sindacale. entro il 16 luglio.
Il Sindacato convocherà a breve l’assemblea del personale per informare sul percorso e per recepire ulteriori contributi sulla proposta già abbozzata all’amministrazione.

Cremona 27 giugno 2012
Le Segreterie Confederali CGIL CISL UIL
D.Bertoletti-M.Manfredini-M.Penci     
Le Segreterie dei Pensionati CGIL CISL UIL
R. Carenzi-J.Rubasova-G.Reali
Le Segreterie della Funzione Pubblica CGIL CISL e UIl
M.Vangi-R.Dusi-L.Facchini
Le Segreterie della Scuola CGIL CISL e UIL
M.T.Perin-S.Militello-M.Colafato

 

1000 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria