Giovedì, 28 ottobre 2021 - ore 16.16

Torchio G. Mai criticato le piste ciclabili casalasche

| Scritto da Redazione
Torchio G. Mai criticato le piste ciclabili casalasche

TORCHIO (Lista Civica Provinciale): MAI CRITICATO IL SISTEMA  CICLABILI CASALASCO, A CUI CONCORRE IL GAL.
HO RACCOLTO LE PROTESTE DEI CICLISTI (FIAB) PER LA MANCATA APERTURA AL TRAFFICO DELLA CICLABILE SUL PONTE DA COLORNO A CASALMAGGIORE.

La laconica affermazione del capo ufficio stampa del Presidente della Provincia Rossano Salini che constata l’efficienza del sistema delle ciclabili di Casalmaggiore non affronta, né risolve la questione portata nuovamente all’attenzione dai ciclisti della Federazione Italiana Amici della Bicicletta (Fiab) nel corso della recente manifestazione del Ti.bre. dolce ciclistico, manifestazione che ha attraversato i territori compresi tra Mantova, Viadana, Sabbioneta, Casalmaggiore, Colorno, la Cisa per concludersi in Toscana.

In tale occasione diversi Sindaci ed amministratori locali dei Comuni e delle Province interessate hanno potuto raccogliere le osservazioni dei rappresentanti dell’associazione ciclistica, accompagnati dal consenso di numerosi amatori, rispetto alla sicurezza dei percorsi, in particolare nel tratto che congiunge le “Terre dei Gonzaga” con le “Terre Verdiane”. La questione della sicurezza ciclabile sul ponte sul Po tra Casalmaggiore e Colorno era stata raccolta dalla mia Amministrazione che impose alla Direzione Tecnica di introdurre la variante delle due ciclabili laterali al cospicuo ed impegnativo progetto iniziale di consolidamento del manufatto.

Tale integrazione è stata autorizzata dalla Direzione Lavori ed è parte sostanziale del progetto appaltato ed in carico alla Pro.Facta. Quando ho incontrato qualche settimana fa a Sabbioneta la variopinta comitiva dei ciclisti della Fiab ho raccolto nuovamente l’esortazione del Presidente provinciale cremonese Piercarlo Bertolotti e degli altri dirigenti che, alla consegna di importanti pubblicazioni relative ad azioni significative di recupero di antiche strade ferrate e percorsi nella natura, hanno ribadito la necessità di aprire il percorso ciclabile da Colorno a Casalmaggiore.

Ancora domenica scorsa l’avvocato Paolo Antonini mi assicurava che tale tratto era bloccato da una rete ed i ciclisti erano costretti a percorrere il ponte sulla carreggiata autocamionale.

Se, in occasione della visita presidenziale di giovedì è avvenuto il “miracolo” dell’apertura anche di questo tratto, ne prendo atto. Se, viceversa, questo non fosse ancora avvenuto, a tredici mesi dell’apertura del ponte, la minoranza ha il dovere di dirlo, aldilà delle affermazioni liquidatorie del capo ufficio stampa del Presidente Salini.

 

Giuseppe Torchio
Capogruppo Lista Civica Provinciale 

1338 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria