Domenica, 23 gennaio 2022 - ore 01.17

Torre de Picenardi. Il Castello è visitabile nella stagione estiva tutti i fine settimana

Per valorizzare sempre più il paese e il suo patrimonio artistico è certo auspicabile che il maggior numero di cittadini e organizzazioni diano il loro contributo, con idee innovative ed nuovo entusiasmo

| Scritto da Redazione
Torre de Picenardi. Il Castello è visitabile nella stagione estiva tutti i fine settimana

Gentile direttore, la lamentata apertura in occasione dell’iniziativa dello scorso 11 ottobre, che non era la consueta giornata ‘ufficiale ’ di maggio, ma un’ulteriore iniziativa concordata all’interno del circuito ‘Città murate e castellate’, sotto la regia dell’ente Provincia di Cremona, non è stata dettata da imposizioni della proprietà, ma da una diversa scelta di programmazione nell’ambito dei comuni del casalasco aderenti, che in questa occasione hanno voluto valorizzare anche l’aspetto sacro del nostro territorio, con l’apertura di chiese, solitamente poco accessibili, per farne conoscere e valorizzarne le peculiarità. Il castello di S. Lorenzo essendo aperto tutti i weekend durante la stagione turistica, era normalmente accessibile come di consueto anche in quella data. (...) Passa l’immagine di un paese quantomeno distratto rispetto al patrimonio monumentale.

L’amministrazione comunale e la Pro loco, in fattiva sinergia tra loro, particolarmente negli ultimi anni, hanno svolto un lavoro intenso ed accurato per far conoscere e valorizzare il suddetto patrimonio. Ne siano testimonianza l’incremento dei visitatori (circa 5000 negli ultimi tre anni), gli incontri con i paesi viciniori per un coordinamento delle attività turistiche, la partecipazione alle iniziative di ‘Città murate e castellate’, la produzione di molto materiale di informazione turistica, la ricerca storica sulla pinacoteca della Villa. Anche gli alunni delle nostre scuole sono stati più volte coinvolti in visite ai monumenti stessi.

Ultima, all’inizio di questo anno scolastico, al castello di S. Lorenzo. Tutte le attività che coinvolgono i nostri due castelli devono essere concordate con i legittimi proprietari, con i quali quindi bisogna coltivare buoni rapporti. Non si tratta di ‘bazzecole’. Ricordo che la Costituzione recita all’art. 42 ‘La proprietà privata è riconosciuta e garantita dalla legge’. Mi sento quindi di ringraziare sentitamente i proprietari dei due castelli per la fattiva collaborazione spesso dimostrata. Per valorizzare sempre più il paese e il suo patrimonio artistico è certo auspicabile che il maggior numero di cittadini e organizzazioni diano il loro contributo, con idee innovative ed nuovo entusiasmo. Mi auguro che ciò avvenga con spirito collaborativo, nel riconoscimento di ciò che già è stato fatto.

Gianfranco Maffezzoli (Vice sindaco e assessore al turismo e alla cultura di Torre de Picenardi)

1979 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria