Venerdì, 03 dicembre 2021 - ore 14.19

Uno Stato biscazziere | Rosario Amico Roxas

| Scritto da Redazione
Uno Stato biscazziere | Rosario Amico Roxas

Roma capitale del gioco d'azzardo
spesa raddoppiata in 7 anni

(Il Messaggero del 28 giugno 2012)

****

Lettera aperta al Presidente del Consiglio Sen. Prof. Mario Monti

 

Il gioco d'azzardo, solo nelle apparenze, genera incassi allo Stato, ma in realtà si tratta di un inganno.

Le somme giocate generano un volume di affari di oltre 80 miliardi di euro, cifra sottratta al circuito dei consumi sui quali lo Stato incasserebbe l'iva  (il 20% di 80 miliardi, pari a 16 miliardi di euro) mentre sul fatturato del gioco d'azzardo non arriva nemmeno a 4 miliardi di fiscalizzazione, in quanto l'evasione viene legalizzata attraverso il riconoscimento di mini-premi che non vengono incassati, bensì ri-giocati.

Non per nulla l'ex presidente del consiglio ha concesso la licenza del gioco d'azzardo alla Mondadori (della quale è proprietario), nella speranza di salvare l'azienda dal fallimento che si profila all'orizzonte, con una perdita, dal massimo del 2011, pari al 72%.

E' ormai accertato che i giocatori più accaniti appartengono alle classi più disagiate, e sono, inizialmente, spinti dalla speranza del colpo grosso; poi subentra l'abitudine che diventa vizio, con grande nocumento per le famiglie, cui viene a mancare il necessario per provvedere ai bisogni più urgenti..

Lo Stato biscazziere non poteva che essere parto della fantasia di Berlusconi, avallata dal desaparecido 3monti, ai quali non ha mai  interessato il benessere della nazione ma solo il reperimento di fondi da tenere a disposizione per favorire le truffe, le rapine che stanno venendo a galla, ma delle quali si parla sempre più sotto tono, in nome della collaudata omertà.

Il presidente del consiglio Monti dovrebbe frugare negli interessi dei concessionari dei giochi d’azzardo per reperire i fondi “salva Italia”, lasciando un po’  in pace gli sfruttati di sempre.  Il gioco d’azzardo è la peggiore speculazione che poteva essere messa in atto: non genera lavoro, non produce occupazione, ma depaupera coloro i quali cadono nel trabocchetto delle ipotetiche vincite, arricchendo le mafie, la malavita organizzata, gli speculatori totalmente privi di ogni scrupolo che si ingrassano vergognosamente sulla pelle dei più deboli e dei più fragili, ormai senza alcuna protezione.

Esiste in Italia un partito politico di gente perbene che si faccia promotore di una campagna di informazione contro tale truffa statale, fino ad arrivare al bando e alla collocazione fuori-legge di tale forma di sfruttamento ???

 

Rosario Amico Roxas

795 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria