Venerdì, 28 gennaio 2022 - ore 03.04

A Casalmaggiore nuovo appuntamento con gli allievi dell’Istituto Diotti

L’Istituto Diotti, dopo il successo riscosso con Diotti - Classica al Museo Diotti lo scorso 3 giugno, arriva direttamente in Piazza Garibaldi con Diotti -Contemporaneamente, martedì 7 giugno alle 21.00, per portare il talento musicale e la voglia di mettersi alla prova degli allievi in una serata senza precedenti che lascerà il segno nella storia della scuola, e speriamo, della città

| Scritto da Redazione
A Casalmaggiore nuovo appuntamento con gli allievi dell’Istituto Diotti

La serata Diotti-Contemporaneamente, patrocinata dal Comune e dalla Pro Loco di Casalmaggiore, sarà strutturata in momenti differenti: il momento dedicato alla musica da parte delle Scuole Elementari di Vicomoscano e Vicobellignano, seguite a ruota dalla performance della Scuola Media di Casalmaggiore.

Lo spettacolo, quindi, inizierà con l’esecuzione di alcuni brani strumentali. La Scuola Primaria di Vicomoscano eseguirà una melodia irlandese dal titolo I’m sleeping up to Boston, mentre quella di Vicobellignano concretizzerà l’inno dell’Europa, vale a dire l’Inno alla gioia di L. Van Beethoven.

La Scuola Secondaria presenterà l’Inno dell’Istituto, una creazione fortemente voluta dai prof. Palmiro Froldi e prof.ssa Lucilla Valenti per lasciare questo simbolo forte della scuola. Verrà eseguito anche  il Te Deum di. Charpentier e un balletto dal titolo Happy da parte del gruppo di danza della scuola. Concluderà la serata la Cup Song, voluta dal prof. Diego Tininini e dalla prof.ssa Amelia Giacometti.

Per chi non la conoscesse, quest’ultima è un’opera contemporanea basata su pratiche della street art dove i 425 alunni della Scuola Media si cimenteranno in una performance corale eccezionale. Essi, infatti, batteranno ritmicamente un bicchiere su 80 panche, accompagnando in questo modo due voci soliste, insieme a una batteria - che è il motore pulsante della melodia - ed altri strumenti musicali, creati anche con materiali di riuso.

“Il mondo in una tazza”, così definisce la Cup Song il prof. Diego Tininini, docente di percussioni dell’Istituto Diotti “gli impulsi cosmici dettano il linguaggio universale riconoscibile in un battito - e prosegue - l’eco di tanti battiti crea ritmo, scuotimento. La grande arte sia un mestiere piccolo”.

La parola quindi passa al bicchiere, che attraverso uno schema preciso di impulsi, tesse la tela di un discorso basato sulle uguaglianze, mescolando diversità, paure e speranze. Esse vengono raccontate attraverso gesti comuni, quotidiani, come girare zucchero e sale, oppure battere il bicchiere sul tavolo, generando sempre e comunque vibrazioni. Tanti piccoli gesti che creano una grande emozione.

Questa è una grande occasione per vedere collaborare un gruppo enorme di giovani in uno spettacolo, fatto di piccoli gesti e grandi sonorità e si potrà toccare con mano quanta energia i giovani di oggi riescano a creare e quanto siano capaci di emozionare.

In caso di maltempo durante la serata del 7 giugno, lo spettacolo verrà ripreso sempre in Piazza Garibaldi e sempre alle ore 21.00 di mercoledì 8 giugno. Per avere maggiori informazioni sulla serata, contattate la prof.ssa Amelia Giacometti al numero 339.2844-501 (dopo le ore 14.00).

2579 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online