Lunedì, 12 aprile 2021 - ore 21.15

A Paderno Ponchielli serve un nuovo scuolabus | Lorenza Rita Mainardi

Ho riscontrato che, l’Amministrazione di Paderno Ponchielli, anche in violazione delle norme statutarie, non ha mai adottato il Regolamento del Servizio del Trasporto Scolastico e nel 2018 (sempre a guida Strinati) ha rottamato un pulmino senza sostituirlo, dovendo così organizzare il trasporto impegnando un solo scuolabus (capienza 28 posti) in più corse.

| Scritto da Redazione
A Paderno Ponchielli serve un nuovo scuolabus | Lorenza Rita Mainardi

A Paderno Ponchielli serve un nuovo scuolabus | Lorenza Rita Mainardi

Egregio direttore, vorrei intervenire in merito alla «Odissea sullo scuolabus dei bambini delle frazioni di Paderno» per evidenziare che il trasporto scolastico diretto agli alunni delle scuole materne e della fascia dell’obbligo è servizio essenziale e concorre a rendere effettivo il diritto allo studio; pertanto, l’organizzazione del servizio deve essere improntata a criteri di qualità ed efficienza.

 A tal fine di norma ogni Amministrazione adotta il relativo Regolamento, del quale viene consegnata copia all’utenza.

 Ho riscontrato che, l’Amministrazione di Paderno Ponchielli, anche in violazione delle norme statutarie, non ha mai adottato il Regolamento del Servizio del Trasporto Scolastico e nel 2018 (sempre a guida Strinati) ha rottamato un pulmino senza sostituirlo, dovendo così organizzare il trasporto impegnando un solo scuolabus (capienza 28 posti) in più corse.

Questo escamotage ha inevitabilmente determinato le situazioni di grave disagio e preoccupazione denunciate. L’Amministrazione non ha mai programmato il ripristino del secondo pulmino e non ha neppure tenuto a debito conto il divenire dell’aumento della domanda dell’utenza, come era facilmente prevedibile, posto che a Paderno Ponchielli nel 2014 fortunatamente sono nati molti bambini in più rispetto al passato (attualmente solo alle elementari si contano 57 alunni).

Va da sé che la situazione è peggiorata con l’emergenza sanitaria e, di conseguenza, il servizio di trasporto realizzato con queste modalità, oltre a non garantire un effettivo diritto allo studio, non può garantire la tutela della salute degli alunni e delle loro famiglie, essendo impossibile attuare le disposizioni ministeriali (tempo massimo di 15 minuti per il trasporto e sanificazione scuolabus dopo ogni corsa).

È lapalissiano che per risolvere queste criticità serve dotarsi di un secondo pulmino, mediante acquisto diretto o esternalizzando il servizio. L’Amministrazione non può lamentare mancanza di fondi, posto che a maggio ha ricevuto dal Governo e dalla Regione 209.000 euro e ha appena programmato il ripristino del campo da tennis (abbandonato da oltre 15 anni) per 75.000 euro e il rifacimento Piazza Revellino/Municipio unitamente ad altri interventi minori per 150.000 euro

Lorenza Rita Mainardi Capogruppo di minoranza del Comune di Paderno Ponchielli

308 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online