Martedì, 11 dicembre 2018 - ore 11.05

AISE VENEZUELA: -8,5% RECESSIONE PREVISTA NEL 2018

CARACAS- “Un’altra brutta previsione per il paese quest’anno è quella fornita da CEPAL. Nonostante l’organismo abbia ribadito le stime positive fornite a fine 2017, per il Venezuela la previsione è sempre nera.

| Scritto da Redazione
AISE  VENEZUELA: -8,5% RECESSIONE PREVISTA NEL 2018

AISE  VENEZUELA: -8,5% RECESSIONE PREVISTA NEL 2018

CARACAS- “Un’altra brutta previsione per il paese quest’anno è quella fornita da CEPAL. Nonostante l’organismo abbia ribadito le stime positive fornite a fine 2017, per il Venezuela la previsione è sempre nera.

Difatti, visto l’andamento dell’economia venezuelana, l’ente ha previsto una decrescita del -8,5 %. La peggiore in tutta la regione dal Messico fino all’Argentina”. È quanto si legge su “La voce d’Italia”, quotidiano online diretto a Caracas da Mauro Bafile.

“CEPAL ha affermato che il contesto internazionale favorisce la crescita in America Latina e la zona caraibica per quest’anno. Una crescita stimata del 2,2%. Ma ci sono “importanti incertezze”.

Le cifre calcolate per subregioni americane, indicano che il Sud America crescerà del 2,0%, leggermente al di sotto dell’indice regionale. E la diminuzione è dovuta alle cifre negative del Venezuela.

CHI CRESCE DI PIÙ

I paesi che cresceranno di più nel2018 sono Antigua e Barbuda (5,8 %), Panama (5,6 %), Nicaragua (5,0 %) e Repubblica Dominicana (5,0 %).

CHI CRESCE DI MENO

Leprevisioni sono nere, invece, per due paesi soltanto: Venezuela e Dominica. Il Venezuela soffrira una recessione del – 8,5% mentre Dominica arriverà al -5%.

IL PIL SECONDO PAESE

L’organismo delle Nazioni Unite ha riferito che il Prodotto Interno Lordo di tutti gli altri paesi aumenterà. Bolivia e Paraguay (4,0 %), Perù (3,5 %), Cile (3,3 %), Uruguay (3,0 %), Colombia (2,6 %), Argentina (2,5 %), Brasile (2,2 %)ed Ecuador (2,0 %).

Complessivamente Messico e America Centrale cresceranno il 2,6 %, trainati da Panama, Nicaragua e Repubblica Dominicana. Ma anche gli altri cresceranno: Honduras (4,1 %), Costa Rica (3,4 %), Guatemala (3,3 %), El Salvador (2,4 %), Haiti (2,0 %) e Cuba (1,6 %).

Per la zona dei Caraibi è previsto l’1,4 %. Ma l’incidenza positiva della crescita di Antigua e Barbuda, sarà mascherata dalla recessione di Dominica. Comunque, si prevede la crescita anche per San Cristobal e Nieves (4,5 %), Santa Lucia (3,6 %) e Guyana (3,5 %).

[leggi tutto]

 

294 visite

Articoli correlati