Lunedì, 23 settembre 2019 - ore 04.29

ASST DI CREMONA – PROGETTO BOOKSTATION CERCASI LIBRI ‘FAVOLOSI’ PER L’INFANZIA E L’ADOLESCENZA

Attivato il Punto di Raccolta Libri per l’infanzia e l’adolescenza nell’atrio dell’Ospedale di Cremona. I testi donati dai cittadini saranno utilizzati per il progetto di sperimentazione e d’inclusione sociale Bookstation.

| Scritto da Redazione
 ASST DI CREMONA – PROGETTO BOOKSTATION CERCASI LIBRI ‘FAVOLOSI’ PER L’INFANZIA E L’ADOLESCENZA  ASST DI CREMONA – PROGETTO BOOKSTATION CERCASI LIBRI ‘FAVOLOSI’ PER L’INFANZIA E L’ADOLESCENZA  ASST DI CREMONA – PROGETTO BOOKSTATION CERCASI LIBRI ‘FAVOLOSI’ PER L’INFANZIA E L’ADOLESCENZA

 ASST DI CREMONA – PROGETTO BOOKSTATION CERCASI LIBRI ‘FAVOLOSI’ PER L’INFANZIA E L’ADOLESCENZA

Attivato il Punto di Raccolta Libri per l’infanzia e l’adolescenza nell’atrio dell’Ospedale di Cremona. I testi donati dai cittadini saranno utilizzati per il progetto di sperimentazione e d’inclusione sociale Bookstation.

E’ stata posizionata oggi, nell’atrio dell’Ospedale di Cremona (accanto alla bici cargo del Bookcrossing) la Book Box per la raccolta di testi per l’infanzia e l’adolescenza destinati al progetto di sperimentazione all’inclusione Book Station.

Bookstation è un progetto pensato da ASST di Cremona e Comune di Cremona, insieme ad Anffas, alla Cooperativa Sociale Società Dolce e all’Associazione “Punto famiglia” Accendi il Buio.

Presentato lo scorso dicembre, propone di facilitare la concreta partecipazione alla comunità di persone affette da disturbi dello spettro autistico e disabilità intellettiva, a cui è affidato il mantenimento e rotazione di piccole biblioteche a libero accesso, che saranno collocate in vari luoghi della città (sale d’attesa di ambulatori, ospedali, studi dentistici e altri luoghi simili).

A rendere possibile tutto questo sono i cittadini, che si sono già dimostrati attenti all’iniziativa: da dicembre ad oggi, infatti, sono stati raccolti circa 600 testi, senza contare quelli scambiati con il Bookcrossing. Ma la strada è ancora lunga e servono ancora altri libri per poter raggiungere l’obiettivo.

In allegato:

foto 1 - da sx: due utenti del Centro Diurno di Cremona, Aldo Zambelloni (Cooperativa Sociale Società Dolce), un altro utente e le educatrici professionali Chiara Mondini e Anna Tanturli (Centro Diurno, progetto Bookcrossing) con)

foto 2 - due utenti e Aldo Zambelloni mentre appendono il cartello informativo del progetto BookStation

foto 3 – gli utenti che gestiscono il Bookcrossing donano i libri al progetto Bookstation

*****

UOS Comunicazione | ASST di Cremona

380 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online