Martedì, 23 luglio 2024 - ore 23.55

AVIS Madignano - 14 giugno: serata Giornata mondiale del donatore di sangue

All’evento sono intervenuti a sovrintendere i volontari del Gruppo di protezione civile comunale Gerundo

| Scritto da Redazione
AVIS Madignano - 14 giugno: serata  Giornata mondiale del donatore di sangue

 A Madignano è stata degnamente festeggiata la ventesima Giornata mondiale del donatore di sangue: venerdì 14 giugno i volontari del sodalizio hanno chiamato a raduno soci e cittadinanza in occasione dell’importante ricorrenza che, come ha ricordato il presidente dott. Davide Ragnoli, è stata istituita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel giorno della nascita di Karl Landsteiner, scopritore dei gruppi sanguigni e co-scopritore del fattore Rh. Il motto scelto da Avis Nazionale quest’anno è “Lascia che la solidarietà entri in circolo: dona il sangue, dona il plasma”, un tema che vuole essere una vera e propria metafora: come il sangue circola nelle nostre vene, così il messaggio della solidarietà incondizionata vuole farsi strada tra le persone. Si vuole promuovere l’invito a fare sempre di più per centrare l’obiettivo dell’autosufficienza di farmaci plasmaderivati, coinvolgendo soprattutto proprio le nuove generazioni poiché l’Italia non è ancora indipendente sul mercato di questi preziosissimi medicinali salvavita.

La serata è iniziata con il momento istituzionale di premiazione dei donatori benemeriti anticipato da un breve saluto dal sindaco neoeletto, il cav. Piero Guardavilla. Questo l’elenco dei riconoscimenti: medaglia di rame a Matteo Castellazzi, Parvinder Kumar e Maira Valdameri; medaglia d’argento a Youssra Boukhraiss, Edoardo Cristiani, Marco Cristiani, Andrea Fusari, Michela Schieppati, Andrea Schillaci e Mattia Scorsetti; medaglia d’argento dorato a Andrea Marchesi, Ilaria Ogliari, Davide Pisati e Raimondo Simeone; medaglia d’oro a Antonella Pappalettera; medaglia d’oro con rubino a Annalisa Foppa Uberti; medaglia d’oro con smeraldo a Ernesto Marchesi e Maurizio Mariani; medaglia d’oro con rubino per meriti speciali ai collaboratori Mario Marchesi e Giovanni Tessadori.

A seguire è avvenuta la cerimonia ufficiale di restituzione alla cittadinanza del monumento al volontariato: realizzato 24 anni fa da Francesco Panceri, nelle scorse settimane l’artista è intervenuto assieme ad alcune allieve del Liceo artistico Bruno Munari di Crema per ripulirlo completamente e dare all’opera il suo aspetto originale; il parroco di Madignano, don Giovanni Rossetti ha recitato una preghiera e impartito la benedizione, successivamente Ragnoli e Guardavilla hanno provveduto al taglio del nastro bicolore giallo e rosso (i colori del plasma e del sangue).

I volontari avisini, quindi, hanno offerto alla cittadinanza un generoso rinfresco allietato dal sottofondo musicale dei duo Karisma che ha diffuso nella piazza note di vario genere dal liscio al pop; particolarmente significativo il taglio simbolico della torta affidato a due giovanissimi neovolontari, Francesco e Antonio Sacco, che hanno festeggiato in questo modo la loro recente prima donazione di sangue, un auspicio per una lunga carriera donazionale all’interno della grande famiglia dell’Avis.

All’evento sono intervenuti a sovrintendere, tanto alla sicurezza della piazza quanto all’impiego di materiale tecnico, i volontari del Gruppo di protezione civile comunale Gerundo.

 

Descrizione immagini:

004: il saluto del sindaco neoeletto Piero Guardavilla

030: il prof. Francesco Panceri, con due delle allieve del Liceo Munari e il dottor Davide Ragnoli presso il Monumento al Volontariato

032: Francesco e Antonio Sacco, neodonatori, al taglio della torta

251 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online