Giovedì, 14 novembre 2019 - ore 02.22

Ballo Anch’Io, apre le danze alla Festa del Volontariato di Pizzighettone

Venerdì 27 settembre, i ballerini di “Ballo Anch’Io” si esibiranno a Pizzighettone, in occasione della Festa del Volontariato. Gusmaroli: «Un’occasione per provare a danzare ed abbattere il muro della diffidenza»

| Scritto da Redazione
Ballo Anch’Io, apre le danze alla Festa del Volontariato di Pizzighettone

Ballo Anch’Io, apre le danze alla Festa del Volontariato di Pizzighettone

Venerdì 27 settembre, i ballerini di “Ballo Anch’Io” si esibiranno a Pizzighettone, in occasione della Festa del Volontariato. Gusmaroli: «Un’occasione per provare a danzare ed abbattere il muro della diffidenza»

Alla festa del volontariato di Pizzighettone, nella serata di venerdì 27 settembre presso l’Oratorio San Luigi, ad aprire le danze, non solo a parole, ci saranno ancora i ballerini di “Ballo Anch’Io”, il progetto di recente accolto dalla “Liberi e Forti ASD”, che ha da poco preso il via presso la Palestra Riboli di Castelleone con due corsi di danza integrata.

Dopo l’apericena benefico che si terrà dalle ore 18,30, il Comune di Pizzighettone, il Tavolo del Volontariato e l’Unità Pastorale di Pizzighettone quest’anno, per la quinta edizione della festa, hanno scelto di puntare sulla danza per tutti. Durante la serata, quindi, i ballerini daranno vita ad uno spettacolo latino capace di emozionare e generare riflessioni importanti. Importanti, almeno quanto il messaggio che questo tour iniziato per gioco e continuato con determinazione porta con sé. «Da poco abbiamo cominciato il corso» spiega l’ideatore e referente del progetto Davide Cantoni. «In due lezioni abbiamo appreso solo i rudimenti delle danze caraibiche e del boogie woogie, ma, in poco tempo, abbiamo abbattuto quel muro di diffidenza che spesso impedisce di concepire il confronto con la diversità come occasione di arricchimento. Lo abbiamo fatto in palestra e lo faremo anche venerdì, bendando le persone e raccontando a suon di musica il nostro modo di essere e di danzare, la nostra vita vissuta al buio per brillare come stelle».

Dopo l’esibizione di salsa e bachata, infatti, spazio al divertimento e all’ integrazione vera, fatta di voglia di spingersi oltre i limiti: «Lo stage di danza al buio che proporremo durante la serata – spiega la dirigente della sezione danza Michela Gusmaroli – mira a far divertire tutti, anche chi non sa ballare. Perché non devono esistere limiti alla passione e alla voglia di esprimersi. Lo abbiamo compreso nel tempo grazie a Davide e ai suoi e speriamo che questo loro entusiasmo contagi sempre più persone. Alla festa del volontariato, ma anche nella vita di ogni giorno».      

Castelleone, 25 settembre 2019

274 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online