Giovedì, 20 gennaio 2022 - ore 18.25

Bressanelli canta De André a Cremona, al Filo ‘Tutto Fabrizio’

Il concerto è previsto per domani sera, martedì 3 febbraio, alle 21:00. L’evento ha anche lo scopo di sensibilizzare la cittadinanza sul disagio abitativo

| Scritto da Redazione
Bressanelli canta De André a Cremona, al Filo ‘Tutto Fabrizio’

L’Associazione di volontariato AVAL di Cremona, insieme ai soggetti della rete progettuale Abitare Solidale, Acli provinciali, Caritas diocesana, San Vincenzo, Amici di Emmaus, le Associazioni di Immigrati dei Senegalesi e Marocchini di Cremona e provincia, il Comune di Cremona e l’Aler, in stretta collaborazione con Il Canto del Cucù e grazie al patrocinio e alla collaborazione del Comune di Cremona, presentano il concerto dal vivo Tutto Fabrizio. Bressanelli canta De André. In concerto per Abitare solidale. L’evento si terrà domani sera, martedì 3 febbraio 2015, alle ore 21:00, presso il Teatro Filo, in Piazza dei Filodrammatici, 4 (Cremona).

Col «timore di far troppo forte»: sarà questo l’approccio che caratterizzerà l’omaggio a Fabrizio De André da parte del cantautore cremasco Gio Bressanelli, che, con il rispetto che è dovuto nell’eseguire alcune tra le pagine più significative della discografia deandreiana, non mancherà di proporsi in maniera originale e personale.

In quarant’anni anni di carriera, De André ha inciso tredici dischi in studio, iniziando nel 1967 con Volume 1 per finire con Anime Salve del 1996. Per questa serata, almeno una canzone per ognuno dei tredici album del maestro genovese andrà a comporre una scaletta che porterà i presenti in un viaggio in compagnia degli «umili e degli straccioni», dentro storie di emarginazione, ribellione e riscatto sociale.

Ad accompagnare Gio nella sua personale interpretazione saranno tre giovani maestri: Mattia Manzoni, diplomato al conservatorio L. Marenzio di Brescia, suonerà, oltre al pianoforte, il basso elettrico e la fisarmonica; Irene Bressanelli, diplomata all’Istituto Superiore di Studi Musicali F. Vittadini di Pavia, suonerà il sax soprano e sarà la voce femminile; infine Matteo Livraga, laureato in Informatica Musicale alla Statale di Milano, suonerà il violino, così come fa dall’età di sei anni.

Quest’anno, oltre a ricordare il cantautore genovese, il concerto rappresenta un momento di riflessione legato al tema del disagio abitativo, condizione che negli ultimi anni continua a interessare un numero sempre maggiore di famiglie del nostro territorio.

Il concerto sostiene infatti il progetto Abitare solidale. Il volontariato per affrontare il disagio abitativo, condiviso dal Bando Volontariato 2014 in collaborazione con Cisvol Cremona. Il progetto si pone l’obiettivo di sperimentare nuove forme di sostegno alle famiglie in condizione di fragilità legate alla casa, valorizzando le risorse del volontariato, in sinergia con le istituzioni. La serata di domani rappresenterà l’occasione per sensibilizzare la città di Cremona su questi temi, offrendo la possibilità di sostenere concretamente le realtà impegnate su questo fronte: il ricavato del concerto sarà infatti devoluto al progetto, permettendo di rendere nuovamente disponibili alcuni alloggi di edilizia pubblica, grazie al lavoro di volontari e delle stesse famiglie beneficiarie, di avviare sportelli di mediazione tra locatari e locatori, di attivare un servizio di scambio e riuso di mobili.

Il progetto non vuole certo essere una risposta esaustiva a un problema così complesso quale il disagio abitativo, ma testimoniare che è possibile non fermarsi alla semplice assistenza, valorizzando le risorse delle famiglie beneficiarie, restituendo loro dignità. Grazie a Gio Bressanelli e alla poesia di Fabrizio De André, domani sarà l’occasione per trasmettere questo messaggio alla città di Cremona.

Il biglietto di ingresso alla serata (10 €) è disponibile in prevendita a Cremona, presso la Sede Provinciale Acli (Via Cardinale Massaia, 22). Il telefono è 0372 800422, la mail cremona@acli.it.

1003 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria