Lunedì, 12 aprile 2021 - ore 00.16

Calvatone Presentato il progetto Climactive2050 per le aree rurali lombarde

Grazie al quale per la prima volta le aree rurali lombarde si sono unite in un piano di resilienza al cambiamento climatico

| Scritto da Redazione
Calvatone Presentato il  progetto Climactive2050  per le aree rurali lombarde Calvatone Presentato il  progetto Climactive2050  per le aree rurali lombarde Calvatone Presentato il  progetto Climactive2050  per le aree rurali lombarde Calvatone Presentato il  progetto Climactive2050  per le aree rurali lombarde

Calvatone Presentato il  progetto Climactive2050 Le aree rurali lombarde unite contro i cambiamenti climatici

Grazie al quale per la prima volta le aree rurali lombarde si sono unite in un piano di resilienza al cambiamento climatico.

Le aree rurali lombarde unite contro i cambiamenti climatici

Per la prima volta le aree rurali lombarde si sono unite in un piano di resilienza al climate change con il progetto Climactive2050. Lo scorso 1°marzo c’è stata la presentazione ufficiale del progetto da parte dei suoi promotori: GAL Oglio Po, GAL Valtellina Valle dei Sapori, GAL Valle Brembana 2020, GAL Colli di Bergamo e Canto Alto.

“Il cambiamento climatico è una sfida che non possiamo affrontare da soli. Per questo abbiamo cercato la collaborazione degli altri Gruppi di Azione Locale della Lombardia”, ha spiegato Domenico Maschi, Presidente del GAL Oglio Po e capofila del progetto. “Le aree rurali hanno un fortissimo legame con gli ecosistemi nei quali si sviluppano e possono diventare le sentinelle di monitoraggio sul territorio e i primi attori di un rinnovamento profondo.”

Non è un caso che i partner del progetto rappresentino i tre ecosistemi di pianura (GAL Oglio Po), collina (GAL Colli di Bergamo e Canto Alto) e montagna (GAL Valtellina Valle dei Sapori e GAL Valle Brembana 2020): questa cooperazione permette di creare modelli, pratiche e soluzioni specifiche replicabili su scala regionale.

Per la realizzazione del progetto è stato fondamentale il supporto di Regione Lombardia che ha contribuito con quasi €400.000.

Per saperne di più vedi allegato

Si ricorda anche che la registrazione della diretta è disponibile anche sulla pagina Facebook del Gal Oglio Po www.facebook.com/GALOglioPo/ .

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

211 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online