Domenica, 23 gennaio 2022 - ore 03.28

Casalmaggiore Il pensiero ed il modo di agire di Don Ottorino è condiviso dal Vescovo? Di Mario Daina

Io chiedo solo un po’ più di umanità per tutti, umanità che nella Chiesa domenica ho fatto fatica a respirare.

| Scritto da Redazione
Casalmaggiore Il pensiero ed il modo di agire di Don Ottorino è condiviso dal Vescovo? Di Mario Daina

Egregio direttore,  abbia pazienza se le chiedo ancora ospitalità sulla partita dei diritti legata alle unioni civili, ma il clima da guerra fredda che si è creato sul territorio, non può farmi rimanere indifferente né come cattolico né come cittadino né come segretario del Pd di Casalmaggiore. E’ in gioco qualcosa che va al di là del contingente politico, in gioco c’è la natura e la prospettiva della nostra comunità, in gioco c’è la ‘cultura’ dell’accoglienza, la partecipazione e l’inclusione democratica di tutti, inclusione che qui troppo spesso dipende dallo status in cui versa una persona.

ACasalmaggiore la strada del riconoscimento dei diritti omossessuali e delle famiglie conviventi si sta rilevando, nei fatti, una strada lunga e faticosa, ma al di là delle resistenze questa è una strada irreversibile, perché risponde alle esigenze di una società ormai più avanti della politica Questa legge è la vittoria di un paese civile, è la vittoria contro l’ipocrisia, contro i nostalgici dei valori non negoziabili, contro una certa politica che davanti alle telecamere parlano di family day e poi si comportano in maniera diametralmente opposta, sono i soliti farisei dalla doppia morale.

Poi, nessuno nega alla Chiesa di perseguire i propri fini e di portare avanti la sua visione ,mala Chiesa non può pretendere di condizionare ed imporre il proprio codice ad un paese laico, che ha il diritto dovere di andare avanti secondo le proprie scelte e non può mettersi su posizioni irrealizzabili che vanno contro la storia e i cambiamenti. Questa legge poi non mette in discussione la famiglia naturale, perché cosa è il naturale della famiglia?

Non è forse amare ed essere amati, dare se stesso per l’altro e all’altro, affinché questo stia bene e sia felice? Se la natura fosse la forza dei sentimenti che nascono in noi, quei sentimenti che ci fanno credere che quelle cose che due persone fanno insieme per 1, 10, 30, 50 anni nella gioia e nel dolore, forse non è proprio quella la cosa che chiamiamo ‘famiglia’. Siamo famiglia per quello che siamo e sentiamo dentro, che non è il frutto o meglio solo il frutto del sesso che abbiamo, ma c’è famiglia essenzialmente   la capacità , come essere creato da Dio a Sua immagine e somiglianza di amare ed è nell’amare che ci sta dentro il tutto della famiglia Allora non si può, se due persone omosessuali si amano, e hanno deciso di condividere la loro vita, nell’omelia di domenica parlare di «rapporto schifoso», caro don Ottorino e non è corretto sfruttare il tuo ruolo di prete senza contraddittorio, fare politica in chiesa (come onestamente hai ammesso).

Come ritengo riprovevole mettere in distribuzione in fondo alla Chiesa l’articolo scritto dal prof. Amato, che non è altro che una filippica contro il mio segretario nazionale, questo per tirare la volata a questo nuovo partito della famiglia: no i compiti di un pastore non sono questi, mi sono sentito offeso ed indignato. Ma una domanda a questo punto mi sorge spontanea: se don Ottorino è, come a me risulta, il responsabile della zona Pastorale nella quale abito, il Suo pensiero e il suo modo di portare avanti la dottrina ecclesiale è condiviso da tutti i preti della Zona e anche dal nuovo Vescovo? Quando vado alla messa domenicale, come dice Carron, presidente di Cl, vado per incontrare un

Dio che si rivela nel crocifisso: un Dio che non vuole imporsi con la forza ma desidera promuovere la libertà, la ragione e la volontà dell’uomo perché Egli vuole essere amato da uomini liberi. Ecco io chiedo solo un po’ più di umanità per tutti, umanità che nella Chiesa domenica ho fatto fatica a respirare.

Mario Daina (segretario del Pd di Casalmaggiore)

4717 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online