Sabato, 15 maggio 2021 - ore 14.28

Che fatica di essere caregiver famigliare | Albina Ziglioli

Signor direttore, è importante conoscere il significato della parola caregiver familiare: chi è e qual è il suo ruolo.

| Scritto da Redazione
Che fatica di essere caregiver famigliare | Albina Ziglioli

Che fatica di essere caregiver famigliare | Albina Ziglioli (Casalbuttano)

Signor direttore, è importante conoscere il significato della parola caregiver familiare: chi è e qual è il suo ruolo.

È colui che si prende cura, che assiste e supporta il proprio caro, generalmente anziano, nei momenti di malattia e di difficoltà. Questa figura si destreggia ogni giorno tra i vari impegni cercando di occuparsi, non solo dell’organizzazione del proprio caro malato, ma di mantenere l’equ ilibrio di tutta la famiglia.

Ai caregiver va gran parte del merito nell’assicurare un buon tenore di aderenza terapeutica, la somministrazione delle medicine, dei pasti, di assistenza sanitaria e di conforto morale. La maggior parte di coloro che «si prendono cura di», nonostante eccellenti doti multitasking, rinunciano poco a poco alle proprie necessità e mettono a repentaglio il proprio stato psico-fisico.

Questo è il caregiver. Per chi non conoscesse il significato. Chi non si è preso cura di una persona anziana non capisce cosa vuol dire. Non sa cosa vuol dire «dormire» di notte con l’orecchio sempre teso perché si alza due o tre volte di notte per andare in bagno anche se tu le hai messo il pannolone, oppure scende in cucina a bere facendo le scale quando tu le hai messo l’acqua e il bicchiere sul comodino.

Non sa cosa vuol dire aiutarla a lavarsi, a vestirsi, a preparare colazione pranzo e cena. Non sa cosa vuol dire provvedere a non far mancare le medicine e darle la terapia giusta. Non sa cosa vuol dire spicciare casa perché è necessario vivere nel pulito.

Lavare e stirare, la spesa, non lo sa. E portarla a prendere un caffè, magari corretto come piace a lei, a prendere aperitivo con le patatine e vedere che è felice. Portarla dalla parrucchiera perché lei ci tiene ad essere in ordine. «Vivere» la tua vita in funzione di una persona anziana: chi non ha provato non capirà mai.

Vedere gli altri che vanno in vacanza e tu rinunci anche a questo. Ma sì andrò quando potrò, ti dici. Lasci lo spazio agli altri di godere della propria libertà senza problemi. Praticamente vivi la tua vita in funzione di una persona anziana.

Ma nonostante tutto alla fine tu risulti essere quella che fa la vittima, che è stata in casa gratis e non ha mai pagato una bolletta. Poi ti trascuri e ti ammali. Ti ammali gravemente. Ma tu per lui sei sempre quella che fa la vittima.

Chi non ha provato non capirà mai, nemmeno se è in età avanzata. È un grosso dispiacere.

Albina Ziglioli Casalbuttano

11 aprile 2021

 Per pubblicare avvisi, lettere, comunicati eventi scrivi a redazione@welfarecremona.it 

525 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online