Venerdì, 17 settembre 2021 - ore 18.41

CNA Prospettive di ripresa in Lombardia

PIL +5,2% (proiezione 2021), -9,1% (dato 2020)

| Scritto da Redazione
CNA Prospettive di ripresa in Lombardia

CNA Prospettive di ripresa in Lombardia

PIL +5,2% (proiezione 2021), -9,1% (dato 2020)

La ripresa c’è ed è evidente. Le recenti proiezioni relative al 2021 parlano infatti di una crescita del PIL della Lombardia del 5,2%, in netto miglioramento a fronte della contrazione del 9,1% registrata nel 2020. Il dato è in linea con la proiezione nazionale che si attesta sul 5% ed è invece leggermente inferiore rispetto alle proiezioni relativa a Emilia Romagna e Veneto, entrambe al +5,8%.

CONSUMI +3,4% (proiezione 2021), -11% (dato 2020)

La ripresa riguarda anche i consumi delle famiglie lombarde. In particolare, secondo le proiezioni 2021, la crescita dovrebbe essere intorno al 3,4% rispetto alla perdita dell’11% riscontrata nel 2020. Un dato che è esattamente in linea con la dinamica nazionale che dovrebbe attestarsi attorno al +3,3%. Emilia Romagna e Veneto segnano invece un segno positivo rispettivamente del 3,5% e 3,9%.

INVESTIMENTI +15,6% (proiezione 2021), -8,9% (dato 2020)

Rispetto alle previsioni di qualche mese fa che parlavano di una ripresa degli investimenti lombardi per il 2021 vicina al 10%, il numero è sensibilmente cresciuto e arriva a +15,6%. Un numero che è superiore alle media nazionale ferma al 15,2% e stacca di gran lunga quello negativo del 2020 dove si era registrato un -8,9%. Meglio della Lombardia si prevede faranno Emilia Romagna (+18,1%) e Veneto (16,2%).

EXPORT +3,5% (Gennaio-Marzo 2021), -10,6% (DATO 2020)

Export in netta ripresa, il segnale è netto e chiaro. Nel primo trimestre 2021 le esportazioni lombarde fanno segnare un +3,5%, leggermente inferiore alla media italiana (4,6%) e non come Emilia Romagna (6,1%) e Veneto (4,9%), ma pur sempre in ripresa.

IMPRESE ATTIVE +0,9% (Maggio 2021, variazione rispetto a fine 2020), -0,4% (dato 2020)

Migliora in Lombardia anche il numero delle imprese attive sul territorio. Dopo il -0,4% del 2020, a maggio 2021 si verifica un incremento dello 0,9%, dato superiore anche al +0,4% della media nazionale e al +0,3% di Emilia Romagna e Veneto.

PNRR: stanziamenti territoriali

Considerando il perimetro finanziario del PNRR, che ammonta a 235,1 miliardi di euro, il Mezzogiorno sarebbe destinatario del 38,2% degli investimenti (quasi 90 miliardi di euro). Se si considera che una quota di circa 16 miliardi di euro non è allocabile territorialmente, l’incidenza delle risorse del PNRR destinate alle otto regioni del Sud sale al 40. Così facendo la quota di risorse ipoteticamente da allocare in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna ammonterebbe, nell’intero periodo 2021-2026, a circa 65 miliardi di euro, pari al 27,6% del totale.

In particolare, la quota di risorse spettanti alla Lombardia sarebbe di 35,2 miliardi di euro, al Veneto di 15,1 miliardi di euro e all’Emilia Romagna di 14,6 miliardi di euro. Questi stanziamenti equivalgono all’8,8% del PIL della Lombardia, al 9,2% del PIL del Veneto e all’8,9% del PIL dell’Emilia Romagna; si tratta di incidenze ampiamente al di sotto della media nazionale pari al 13,1% del PIL.

Fonte cna

982 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online