Martedì, 16 ottobre 2018 - ore 01.11

Coldiretti A Torino LA GIORNATA NAZIONALE DELLA BISTECCA La rivincita della carne al #bisteccaday

Venerdì 15 Giugno dalle ore 9,00 a Torino aprono i Giardini Reali Superiori AL VILLAGGIO COLDIRETTI

| Scritto da Redazione
Coldiretti A Torino LA GIORNATA NAZIONALE DELLA BISTECCA  La rivincita della carne al #bisteccaday

A Torino LA GIORNATA NAZIONALE DELLA BISTECCA  La rivincita della carne al #bisteccaday

Venerdì 15 Giugno dalle ore 9,00 a Torino aprono i Giardini Reali Superiori AL VILLAGGIO COLDIRETTI

 E’ la rivincita della carne con il #bisteccaday per la stragrande maggioranza silenziosa degli italiani che, nonostante gli allarmismi infondati, le provocazioni e le campagne diffamatorie, non rinuncia a un alimento determinante per la salute.

L’appuntamento per la Giornata nazionale della bistecca è per venerdì 15 giugno dalle ore 9,00 con l’apertura straordinaria al pubblico dei Giardini Reali Superiori per il Villaggio della Coldiretti di Torino in Piemonte, la regione con il primato italiano nella valorizzazione delle carni da razze storiche italiane.

Maxigrigliata da record, bracerie, forni e spiedi con decine di migliaia di allevatori, industriali, commercianti e consumatori ma anche cuochi e gourmet insieme a rappresentanti del mondo scientifico per la prima operazione verità sulla carne italiana e i suoi primati. Un’occasione per aiutare con equilibrio e buonsenso a fare scelte consapevoli e non cadere in pericolose mode estreme, con la presentazione del primo Report Coldiretti su “La rivincita della carne” con analisi sorprendenti, primati del Made in Italy e le fake news che colpiscono il settore.

In azione i tutor della carne con lezioni all’aperto per imparare a conoscerla e a scegliere i tagli più adatti per le diverse ricette, con i piatti cucinati dal vivo dagli agrichef che sveleranno i trucchi per realizzare la grigliata perfetta in vista dell’estate.

 Ma non c’è solo carne al Villaggio Coldiretti che è l’unico posto al mondo dove tutti possono fare una esperienza da gourmet con il miglior cibo italiano a soli 5 euro per tutti i menu preparati dagli agrichef con i sapori antichi della tradizione, dal riso Carnaroli al basilico genovese Dop e Parmigiano Reggiano Dop al riso S.Andrea al gorgonzola Dop e nocciole del Piemonte Igp fino al riso Vialone nano Igp all’isolana e alla pasta di grano Senatore Cappelli e condimenti all’amatriciana, al pesto, al  basilico, all’oliva taggiasca e Grana Padano.

 Senza dimenticare l’innovazione con i salumi e la carne 100% italiana servita nelle bracerie e la pizza autenticamente tricolore, dalla farina all’olio, dal pomodoro alla mozzarella di bufala campana Dop, ma anche il pesce ligure, lo street food green, gli agrigelati con latte d’asina e la torta di nocciole Piemonte Igp. E ancora birre agricole e degustazione di vini. Spazio al più grande mercato a chilometri zero con Campagna Amica con aree dedicate alle categorie più deboli e alle specialità delle aree terremotate che saranno offerte dagli agricoltori colpiti dal sisma in Piazza Castello.

Solidarietà anche con l’iniziativa “La spesa sospesa” con la possibilità per i visitatori di lasciare pagati frutta, verdura, formaggi, salumi e ogni tipo di genere alimentare della spesa a chi non può permettersela.

 Grandi e piccoli potranno cimentarsi nella coltivazione dell’orto, in sella ad asini e cavalli, imparare i segreti dei piatti della tradizione popolare sotto la guida di esperti agrichef, scoprire i trucchi green della nonna conservati da generazioni nelle campagne. C’è anche l’agriasilo che accoglierà famiglie e gite scolastiche con laboratori, percorsi sensoriali e prove del gusto.

#STOCOICONTADINI ( www.coldiretti.it  ) è anche una occasione unica per scoprire la Fattoria italiana, dalla mastodontica Piemontese alla minuta Pezzata Rossa Oropa fino alla Cabannina considerata a rischio di estinzione per i pochi animali ancora presenti, dal cavallo da tiro pesante all’asino di Martina Franca che è la più grande razza italiana, dalla pecora delle Langhe che stava scomparendo alla Sambucana dalla preziosa lana, ma anche il maiale nero di Parma, la capra di Roccaverano dal cui latte si ottiene la inimitabile Robiola di Roccaverano Dop. E, ancora, le razze curiose di oche, anatre, conigli e galline come la Bionda Piemontese, detta anche bianca di Cavour, che animano la campagna italiana.

 Con il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo, il segretario generale Vincenzo Gesmundo saranno presenti tra gli altri il Ministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio, il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, il Sindaco di Torino Chiara Appendino, il Presidente di Federalimentare Luigi Scordamaglia insieme a rappresentanti delle Istituzioni, della filiera della carne, del mondo dell’enogastronomia, dell’ambientalismo e della medicina, dal nutrizionista Mattia Frigerio fino al sondaggista Ixe’ Roberto Weber.

 

 

 

629 visite

Articoli correlati