Venerdì, 23 agosto 2019 - ore 16.28

Comune Cremona. Scontro RSU ed Ass.Ceraso

| Scritto da Redazione
Comune Cremona. Scontro RSU ed Ass.Ceraso

I documenti del contenzioso
Lettera delle RSU
Segnalazioni relative al Piano delle Performance
Ai Sigg. Membri dell'OIV
Al Sig. Sindaco
Sul sito del Comune di Cremona, area Strumenti per i cittadini, alla voce ? Piano della performance ? Introduzione al Piano della Performance 2011 (triennio 2011/2013), si
legge:
Con l'incarico all'Organismo Indipendente di Valutazione che il Sindaco ha nominato in data 7 dicembre 2010, la Giunta ha scelto una larga condivisione con la struttura tecnica dell'Ente per la predisposizione del Piano della Performance relativo al triennio 2011 2013 e in particolare dell'anno 2011.[….]
L'OIV oltre a svolgere all'interno di ciascuna amministrazione un ruolo fondamentale nel processo di misurazione e valutazione delle strutture e dei dirigenti [...] garantisce la correttezza dei processi di misurazione, valutazione e premialità, la cui corretta applicazione è rimessa alla sua vigilanza e responsabilità. Assume, pertanto, un ruolo di organismo certificatore dei processi e si configura quale organismo autonomo, autorevole ed imparziale nei giudizi che è chiamato ad esprimere nell'esercizio delle funzioni di competenza.
Dell'ampio spazio riservato all'argomento 'performance', a dimostrazione della sua importanza, ne riportiamo qui una piccola parte per segnalare che la comunicazione degli
obiettivi individuali ai dipendenti, com'è noto avviata solo nel secondo semestre dell'anno (quindi già in grave ritardo) è avvenuta in molti casi sbrigativamente, senza la necessaria
chiarezza e con un pressapochismo che, anche non considerando la pluriennale esperienza maturata da questo Ente, dai suoi dipendenti e dai loro rappresentanti su
questo tema, lascia quantomeno stupiti.
In molti casi è solo da pochi giorni che al personale è stato chiesto di dare riscontro alla scheda obiettivi individuali di quest'anno e di certo non si può dire ci sia stato un
costante monitoraggio sul loro perseguimento. A tal proposito è sintomatico che alla richiesta RSU di poter avere semplici informazioni1 in merito, formulata ai Direttori ill 30 Settembre scorso, solo due di loro siano stati in grado di fornirle, a dimostrazione che non esiste un 'sistema di monitoraggio' e che, prima ancora, non è esistito un 'sistema comunicativo'.
Stupisce perché siamo al decimo mese di quell'anno a cui, sul sito, si fa riferimento con la
frase "..e in particolare dell'anno 2011".
La richiesta RSU ai Direttori:
“Chiediamo cortesemente di poter conoscere quando, anche con approssimazione settimanale, Lei ha avutomodo di illustrare nel Suo settore gli obiettivi di settore 2011 e quando sono iniziati e terminati gli incontri per le consegne delle schede con gli obiettivi individuali dell'anno in corso.”
Le suddette segnalazioni vengono poste all'attenzione dell'OIV per il ruolo che riveste nel Piano delle Performance, ma, se è difficile capire il ruolo di detto organismo quando la
sua 'vigilanza sul processo', teoricamente avviata a Dicembre 2010 con la sua nomina, non ha saputo prevenire né intervenire su tali ritardi, è ancora più difficile capire come
possa essere autonomo, autorevole e imparziale quando uno dei suoi tre membri è Direttore dell'intera stessa struttura che l'organismo dovrebbe misurare e valutare, oltre
che essere Direttore di settore.
Ringraziando per la cortese attenzione e in attesa di riscontro si porgono distinti saluti.
per le RSU
(Giorgio Salami)
----------------------------
NOTA DELL'ASSESSORE AL PERSONALE MARIA VITTORIA CERASO SULLA ROTTURA DELLE RELAZIONI SINDACALI
Con rammarico ho preso atto della rottura delle relazioni sindacali in quanto ritengo che l'Amministrazione Comunale abbia prodotto il massimo sforzo per andare incontro alle aspettative delle rganizzazioni sindacali e dei dipendenti del Comune. Ciò è dimostrato dal fatto che nel corso della trattativa del 27 giugno 2011 la parte pubblica e i sindacati hanno raggiunto l'accordo su varie tematiche poste all'ordine del giorno quali: condivisione e approvazione dei progetti speciali di cui all'art. 15 comma 5 riferiti all'annualità 2011; consenso alla
distribuzione delle schede di valutazione dei dipendenti; accordo per una valutazione degli obiettivi assegnati con la distribuzione delle schede solo riferita all'impegno ed alla performance del dipendente relativamente al secondo semestre dell'anno.
Relativamente al fondo 2011 le organizzazioni sindacali non hanno formulato osservazioni rispetto alla sua costituzione e all'ipotesi di
ripartizione, salvo richiedere la diminuzione del tetto del fondo 2011 per la sola somma corrispondente al personale cessato per l'anno 2010.
L'Amministrazione è intervenuta recependo l' istanza nei limiti degli spazi offerti dalle disposizioni vigenti.
In ogni caso mi preme sottolineare come la somma messa a disposizione per remunerare la produttività collettiva 2011 è stata incrementata
rispetto all'importo dell'anno 2010.
Ciò premesso, evidenzio che il vero oggetto del contendere è pertanto legato all'introduzione del Nuovo Sistema di Valutazione che
nell'intento dell'Amministrazione è finalizzato oltre che al recepimento della sopravvenuta normativa anche alla possibilità di riconoscere con
maggior evidenza la meritocrazia.
Tra l'altro ho fortemente voluto che il suddetto sistema coinvolgesse quanto più possibile tutti Voi dipendenti dell'Ente pretendendo che fosse introdotta la formalizzazione del processo di condivisione degli obiettivi a livello di ogni singolo Settore e che fosse previsto un Vostro coinvolgimento nel processo di valutazione dei rispettivi dirigenti. Evidenzio inoltre che nella fase di attuazione della riforma del pubblico impiego il nostro Ente ha aderito alla fase sperimentale attivata a livello nazionale dall'ANCI ponendosi pertanto come un
modello di eccellenza.
Alla luce di tali considerazioni, la parte pubblica ha ritenuto non di buon senso congelare l'applicazione del Nuovo Sistema di Valutazione seppur manifestando la disponibilità, già in apertura della trattativa di martedì 18 ottobre 2011, sulla possibilità di rinviare al prossimo anno l'introduzione delle fasce di merito, anche a seguito della opportunità in tal senso concessa dalla recente normativa (D.LGS 141/2011 del 1 agosto 2011).
In conclusione vorrei specificare che si è ritenuto doveroso procedere alla sottoscrizione unilaterale del fondo, (possibilità tra l'altro prevista dalle norme vigenti) al fine di poter tempestivamente procedere alla liquidazione delle varie voci accessorie dello stesso (ad esempio l'indennità di turno, reperibilità, disagio, progetti speciali ecc.) e
pertanto prioritariamente per un senso di responsabilità nei confronti proprio dei dipendenti, tenuto conto della congiuntura economica
negativa e del fatto che il fondo 2011 fosse sostanzialmente sulla stessa linea del fondo sottoscritto dalle organizzazioni sindacali nell'anno 2010.

Maria Vittoria Ceraso
Assessore al Personale
del Comune di Cremona

1264 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria