Sabato, 31 ottobre 2020 - ore 12.01

Cos'è il nitrato d’ammonio

Cos'è il nitrato d’ammonio? Spesso utilizzato in agricoltura, è usato anche per produrre esplosivi.

| Scritto da Redazione
Cos'è il nitrato d’ammonio

Cos'è il nitrato d'ammonio? Il nitrato d ammonio è un composto chimico, la cui formula chimica è NH4NO3, utilizzato solitamente in agricoltura, come fertilizzante. Usato anche a livello industriale, si può ricorrere a questo composto anche nella produzione di due esplosivi: l’ammonal e l’Anfo (Ammonnium Nitrate Fuel Oil), oltre che essere il componente attivo che del ghiaccio istantaneo. È stato usato anche nelle miniere come esplosivo, ma anche per scopi militari e per atti di terrorismo.

Il nitrato d'ammonio è il sale dell'ammoniaca con acido nitrico (il numero CAS è 6484-52-2). I cristalli incolori e senza odore, si può sciogliere in acqua facilmente, così come nell'etanolo. Grazie alle sue caratteristiche è un composto molto versatile. Il 90% della sua produzione serve per realizzare fertilizzanti.

Costa poco ed è facile da usare per produrre diverse miscele esplosive. Grazie al fatto che è scarsamente sensibile all'innesco, questo lo trasforma in un'esplosivo ideale per la sua sicurezza in ambiti civili. L'esplosione che genera è poco esotermica, per questo viene usato ad esempio nelle esplosioni all'interno delle miniere. Per le caratteristiche sopra elencate (economico, facilmente reperibile, sicuro), spesso è stato usato da associazioni terroristiche per creare ordigni di varia natura.

La sua commercializzazione è regolamentata dai Regolamenti CE 2003/2003 e 552/2009.

Numerosi, purtroppo, i disastri legati all'utilizzo di questa sostanza. Il 6 dicembre 1917 ad Hafilax, Nuova Scozia, Canada, un'esplosione di 2.9 chilotoni è stata la più potente esplosione artificiale prima della bomba atomica. Si parla di 2mila morti e 9mila feriti.

Il 16 aprile del 1947 nel porto di Texas City 3,8 chilotoni di questa sostanza sono esplose, con una potenza poco inferiore a quella delle due bombe sganciate a Hiroshima e Nagasaki. L'esplosione causò almeno 581 morti, di cui 178 mai identificati.

Nel 2020, il 4 agosto, a Beirut, nel Libano, un'esplosione di 2750 tonnellate di nitrato di ammonio non correttamente conservato dopo un sequestro giudiziario ha provocato un disastro senza precedenti.

 

764 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria