Domenica, 04 dicembre 2022 - ore 02.01

CR) Pianeta Migranti. Incontro col prof. Maurizio Ambrosini (Statale di Milano)

Il 24 novembre, alle ore 17,30, presso il teatro Monteverdi in via Dante 149 a Cremona

| Scritto da Redazione
CR) Pianeta Migranti. Incontro col prof. Maurizio Ambrosini (Statale di Milano)

CR) Pianeta Migranti. Incontro col prof. Maurizio Ambrosini dell’Università Statale di Milano

Il 24 novembre, alle ore 17,30, presso il teatro Monteverdi in via Dante 149 a Cremona, il prof. Ambrosini, docente di sociologia delle migrazioni all’Università Statale di Milano, interverrà sul tema delle seconde generazioni di immigrati che saranno i cittadini futuri.

L’evento è promosso da AUP Odv, Comunità Laudato Si Cremona, Arci Cremona APS, gruppo Incontro Odv, Sportello antidiscriminazione del Comune di Cremona nell’ambito del Festival dei diritti “ Costruire la Speranza” organizzato dal CSV Lombardia Sud. www.festivaldeidiritti.org

Le seconde generazioni di immigrati che sono presenti in modo significativo nelle nostre scuole, nei luoghi di lavoro e nelle nostre comunità sollecitano le istituzioni, gli organismi sociali, le associazioni a riflettere su questo fenomeno e a individuare le opportune strategie per costruire una convivenza inclusiva, fondata sull’affermazione dei diritti e dei doveri di cittadinanza. 

La loro presenza sul territorio è una conseguenza  del processo di globalizzazione in atto da decenni, che ha avvicinato popoli lontani e un tempo sconosciuti tra di loro portando accanto alle nostre case persone di culture e razze diverse. E’ un fenomeno irreversibile, di fronte al quale risulta perdente mettere in atto forme di chiusura in difesa della propria identità, in linea col motto tanto sbandierato da alcune forze politiche “prima i nostri”!

La storia del mondo va nella direzione di un rimescolamento dei popoli e delle culture e chi prova fastidio per questo processo inarrestabile e globale non ha a sua disposizione un altro mondo o paese in cui poter vivere. E poiché non si possono spostare indietro le lancette della storia anche se si creano muri e barriere per fermare i migranti, occorre guardare in faccia la realtà e decifrarla per capire come gestirla. L’intervento del prof. Ambrosini, illustre relatore e profondo conoscitore della questione ci aiuterà proprio a leggere la situazione e a trovare le coordinate corrette per vivere in un mondo a identità plurime, portatrici di diversità ma anche di ricchezza e di opportunità, se ben gestite. Da qui un invito caloroso a tutti, a partecipare all’incontro del 24 novembre!

Non va dimenticato che il fenomeno delle  seconde generazioni di immigrati è un dato in crescita in un paese che vede un forte calo di nati italiani sicchè, se vogliamo salvaguardare la nostra crescita economica e il sistema di welfare, dobbiamo necessariamente contare sul loro apporto. Un motivo in più per promuovere, oggi, la loro inclusione a tutti i livelli: nella scuola, nel mondo del lavoro, nel contesto sociale e civile, il che vuol dire preparare i cittadini che un domani dovranno assumere delle responsabilità con dei doveri da compiere ma anche con dei diritti da godere.

Sappiamo che il punto di partenza per ogni percorso di inclusione è l’ascolto, ossia il dare la parola, la possibilità di raccontare le proprie storie di vita come primo riconoscimento della persona.  Ascoltare, aiuta a capire cosa vuol dire vivere tra identità diverse dalla propria, capire la fatica di eseguire un lavoro spesso sfruttato, il sentirsi ai margini della vita sociale in quanto senza riconoscimento legale della cittadinanza.

L’incontrare l’umanità e la vita dell’altro ‘straniero’ resta un passaggio prioritario per avviare processi di interazione, accoglienza e inserimento attivo dentro i vari contesti di vita.

Per questo le Comunità Laudato Si di Cremona e Oglio Po, e Slow Food Oglio Po hanno dato la parola a un gruppo di giovani immigrati nati e risiedenti sul nostro territorio ed hanno raccolto i loro  racconti in un opuscolo leggibile nel sito:

(CR) Pianeta Migranti Raccolta di storie di ‘GIOVANI IMMIGRATI LAVORO E CITTADINANZA’ (welfarenetwork.it)

Invitiamo a fare questa lettura che nella sua comunicazione diretta e fresca trasuda di energia vitale, di voglia di riscatto per il presente e di speranza per la vita futura.

 

256 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online