Venerdì, 14 maggio 2021 - ore 11.42

CreMagazine: i patti di Comunità si raccontano

Prossimità, gratuità, speranza. Storie positive in questo periodo certamente difficile.

| Scritto da Redazione
CreMagazine: i patti di Comunità si raccontano

CreMagazine: i patti di Comunità si raccontano

Prossimità, gratuità, speranza. Storie positive in questo periodo certamente difficile.

Questo racconta il primo numero di CREMAGAZINE, un vero e proprio “House organ” del volontariato nel territorio; un progetto che nasce all’interno del patto di comunità “Ancora più uniti dopo il lockdown”, prodotto del più ampio lavoro di comunità avviato sulla città di Crema dal 2015 in coprogettazione tra il Comune e il mondo del privato sociale.

I patti di comunità sono uno strumento di comprensione dei problemi e attivazione di soluzioni basato sulla relazione continua tra diversi attori del terzo settore e sulla mobilitazione attiva dei cittadini, valorizzati come risorse, come “ponti”, come “antenne”. Tutto questo lavoro aiuta a rileggere a più voci i bisogni e le potenzialità di ogni quartiere – la città di Crema ha scelto anni fa di suddividere l’attività dei servizi sociali secondo i quartieri e non più secondo le specializzazioni sulle problematiche: una innovazione che costituisce la premessa del lavoro di comunità - ma c’era bisogno di uno strumento per raccontarlo, farlo conoscere. Evidenziando un fenomeno che altrimenti potrebbe sfuggire: a seguito dell’esplosione della pandemia da Covid-19, nuove forme di volontariato spontaneo hanno contribuito ad arricchire il panorama già molto composito del territorio cremasco.

“Questo Magazine”, spiega il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, nell’editoriale del numero zero, “rappresenta una prima, concreta traduzione narrativa di ciò che il territorio è ed è in grado di mobilitare, sono profondamente convinta che la comunità sia il luogo privilegiato per sviluppare un ascolto e una comprensione più articolata dei problemi sociali, per riconoscere le risorse esistenti e potenziali e per sviluppare corresponsabilità locali. Ringrazio tutti i cittadini, i volontari, gli operatori che si sono prima impegnati sul campo e successivamente dedicati a

questo lavoro di narrazione e racconto, segnando un tassello importante del nostro Welfare, con l’auspicio di raggiungere ed agganciare ancora tante altre reti che impreziosiscono il nostro tessuto sociale e ne fanno la nostra forza, come questi mesi complicati hanno dimostrato”.

IL NUMERO ZERO DI CREMAGAZINE

Il numero zero di Cremagazine raccoglie interviste e testimonianze di molti partner della coprogettazione, di forze del volontariato, ma anche dei patti di comunità: dalla Acli alle antenne di San Carlo, dalla Caritas diocesana alla Consulta dei giovani, dai consultori agli stessi servizi sociali. Ha una redazione composta da sette persone (Alessio Maganuco, Carlo Patrini, Mario Riboli, Mariagrazia Donida, Paola Vailati, Gloria Facciocchi, Barbara Bergamaschi), una coordinatrice editoriale – Sofia Ogliari, “prestata” dalla Consulta dei giovani – e un moderno ed efficace progetto grafico ideato da Chiara Cuti. La versione cartacea è distribuita all’interno della stessa rete dei volontari.

CREMA – 22 DICEMBRE 2020

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

209 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online