Sabato, 04 luglio 2020 - ore 11.46

Cremona, all’Ufficio scolastico territoriale doppio omaggio artistico al violino

Sono liberamente aperte al pubblico l’installazione degli studenti del liceo artistico Stradivari e la mostra didattica curata da Simone Fappanni

| Scritto da Redazione
Cremona, all’Ufficio scolastico territoriale doppio omaggio artistico al violino Cremona, all’Ufficio scolastico territoriale doppio omaggio artistico al violino
Cremona, 10 febbraio 2020 L’Ufficio scolastico territoriale omaggia la tradizione liutaria di Cremona con due mostre, allestite nella sede di piazza XXIV Maggio, a cura del liceo artistico Antonio Stradivari e del docente dell’istituto comprensivo di Castelverde Simone Fappanni. Le esposizioni possono essere visitate gratuitamente nei consueti orari di apertura dell’Ufficio.
Al primo piano sono esposti i lavori delle classi 1B e 4C a indirizzo figurativo dello Stradivari, coordinate dai docenti Marco Serfogli e Mauro La Rosa e dall'assistente tecnico Siria Dell’Anna. Nell’ambito di un progetto creativo concordato con il dirigente scolastico Daniele Carlo Pitturelli, gli studenti hanno ascoltato brani proposti dai ragazzi dell'indirizzo musicale e li hanno interpretati mediante linguaggi espressivi astratti. Le opere in mostra consistono in quattro pannelli policromi di grandi dimensioni realizzati ad acrilico con inserti prodotti con foglia d'oro, collage ed incrostazioni materiche ed una scultura. L’opera tridimensionale, collocata al centro dello spazio espositivo, è stata realizzata mediante l'utilizzo di manici di violino policromi  articolati in una composizione armonica. «L’installazione - spiegano i referenti delprogetti - d’ora in poi dialogherà con il territorio dando origine ad uno spazio vitale della nostra città»
Nell’atrio sono appesi i lavori - una ventina in tutto - raccolti sotto il titolo ‘Il violino e oltre’. La mostra didattica è l’esito di un progetto, curato e diretto da Simone Fappanni, che intende far scoprire aspetti del patrimonio culturale cremonese e motivare alla fruizione dei linguaggi artistici legati alla musica. «Il violino – spiega il curatore, Simone Fappanni - è uno strumento che ha trovato grande fortuna nella rappresentazione iconografica tanto da assumere significati alquanto diversi. È stato infatti imbracciato tanto da angeli musicanti quanto da malefici demoni, da emozionati allievi a musicisti di fama internazionale. In un percorso ragionato di traduzione pittorica, il violino risulta al centro di quadri che riescono ad emozionare nel profondo. In esposizione si possono ammirare quadri di autori contemporanei provenienti dal Cremonese e da altre province di Lombardia e Veneto: Riccardo Bozuffi, Ennio Sartori, Mario Tambalotti, Luigi Dainesi, Aldo Antonini, Susanna Poli, Annunciata Cusumano, Roberto Dellanoce, Carlo Capurso, Giorgio Armelloni, Loretta Cantachin, Giorgio Denti, Andrea Baldi, Adriano Bruneri, Tiziano Cavaletto, Eliso Subacchi, Rosalia Corbani, Valerio Betta, Isabella Ditaranto, Giorgio Carletti, Chiara Toni, Liubov Fedoseeva, Roberto Prina». Per gruppi e scolaresche sono a disposizione materiali didattici e un catalogo in forma di e-book.
«Ringrazio il liceo artistico Stradivari e l’istituto comprensivo di Castelverde - dichiara il dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale, Fabio Molinari -. I due bellissimi allestimenti non solo arricchiscono gli spazi del nostro Ufficio, ma rappresentano un incoraggiamento alla ricerca e un invito al confronto e alla condivisione nella cornice delle attività che il sistema scolastico provinciale sta mettendo in campo per ampliare e sviluppare l’offerta formativa».

 

294 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online