Martedì, 07 dicembre 2021 - ore 15.24

DAL RISTORANTE CHE OFFRE CARNE 'COLTIVATA'IN LABORATORIO ALLA BISTECCA SPAZIALE

FIERE ZOOTECNICHE INTERNAZIONALI DI CREMONA, MERCATO DELLA CARNE ALTERNATIVA: È DAVVERO PIÙ SALUTARE?

| Scritto da Redazione
DAL RISTORANTE CHE OFFRE CARNE 'COLTIVATA'IN LABORATORIO ALLA BISTECCA SPAZIALE

DAL RISTORANTE CHE OFFRE CARNE “COLTIVATA” IN LABORATORIO ALLA BISTECCA SPAZIALE PRODOTTA CON UNA STAMPANTE 3D

FIERE ZOOTECNICHE INTERNAZIONALI DI CREMONA, MERCATO DELLA CARNE ALTERNATIVA: È DAVVERO PIÙ SALUTARE? 

La manifestazione, a Cremona dal 26 al 28 novembre, propone anche un ricco programma di eventi, tra cui Meat.it (26 novembre dalle 14,30 alle 17), un osservatorio specializzato sulle produzioni alimentari animali

Cremona, 19 novembre 2021– Era il 2013 quando è stato mangiato per la prima volta a Londra un hamburger di carne prodotta in laboratorio; da allora le tecnologie – e di conseguenza il mercato – hanno fatto passi da gigante. Nel 2019 sulla Stazione Russa in orbita nello spazio è stato prodotto un hamburger utilizzando una stampante 3D partendo da tessuto biologico di cellule coltivate precedentemente sulla Terra, dal 2020 a Singapore è possibile acquistare nuggets di pollo sintetico, e quest’anno a Tel Aviv ha aperto un ristorante che serve solo cibo coltivato in provetta.

E domani? Come si svilupperà il mercato dei prodotti di “carne senza carne”? È ormai assodato che i consumi di carne animale siano in calo da anni a livello mondiale per una maggiore sensibilità del consumatore verso gli animali e per una crescente consapevolezza dell’impatto ambientale degli allevamenti.

Tuttavia, oggi i consumatori vegani e vegetariani costituiscono ancora solo il 10% della popolazionema è in costante crescita il numero dei cosiddetti flexitariani, vale a dire persone che, pur adottando una dieta plant-based, si concedono qualche strappo alla regola con proteine animali, e che quindi rappresentano un grande bacino di potenziali consumatori di “carne senza carne”, a patto che sia gustosa, nutriente ed economica.

Ma il vero interrogativo che i consumatori si dovrebbero porre è: mangiare carne “finta” è davvero più salutare? Non bisogna infatti pensare che consumare una bistecca-non-bistecca sia come mangiare un’insalata: parliamo comunque di alimenti trasformati che anche dal punto di vista dei macro-nutrienti e delle calorie cercano di imitare il più possibile la carne vera. Si cercherà di rispondere a questa ed altre domande su uno dei temi più attuali dell’alimentazione durante il tradizionale appuntamento Meat.it, organizzato da CremonaFiere in collaborazione con AITA (Associazione Italiana di Tecnologia Aliementare) nell’ambito della prossima edizione delle Fiere Zootecniche Internazionali, in programma a Cremona dal 26 al 28 novembre.

La manifestazione cremonese si conferma quindi come osservatorio privilegiato non solo sul settore agro-zootecnico, di cui è uno dei più importanti eventi mondiali, ma anche sull’alimentazione umana e sui temi più strettamente connessi ai consumatori.

Per scoprire il programma completo di Meat.it e degli altri appuntamenti del ricco programma convegnistico-seminariale delle Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona è sufficiente seguire questo link.

211 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online