Sabato, 25 settembre 2021 - ore 06.39

DANIELA PIRAS Intervista Claudio Ardigò co-organizzatore Fiera Libro di Cremona

La Fiera del Libro di Cremona, nata agli inizi degli anni Settanta per far conoscere le ultime proposte letterarie, è ancora oggi un importante appuntamento culturale

| Scritto da Redazione
DANIELA PIRAS Intervista Claudio Ardigò co-organizzatore Fiera Libro di Cremona

DANIELA PIRAS Intervista Claudio Ardigò co-organizzatore della Fiera del Libro di Cremona

DANIELA PIRAS su OTHER SOULS La community  ha intervistato Claudio Ardigò critico letterario e co-organizzatore della Fiera del Libro di Cremona. Riportiamo una parte della conversazione.

La Fiera del Libro di Cremona, nata agli inizi degli anni Settanta per far conoscere le ultime proposte letterarie, è ancora oggi un importante appuntamento culturale

L’edizione dello scorso anno della Fiera del Libro di Cremona, evento di cui sei curatore da diverso tempo, si è riconvertita in diversi eventi di presentazioni in streaming. Come è stata questa esperienza? C’è qualcosa di positivo che hai potuto estrapolare da questi incontri?

L’edizione della Fiera del Libro Autunnale di Cremona 2020 aveva il duplice scopo di dare continuità a una tradizione lontana e mantenere comunque in vita un rapporto di amicizia con scrittori che a suo tempo avevano valorizzato la rassegna. Undici appuntamenti con ventidue autori, diciotto dei quali cremonesi. Una novità per la città, tanti incontri così organizzati online non erano mai stati proposti. Ritengo sia stato raggiunto un ottimo risultato sia nella diretta, sia nelle visualizzazioni proposte successivamente sul sito Facebook della Fiera. Sono facilmente controllabili da tutti, e se consideriamo che alcuni autori hanno superato abbondantemente le mille visualizzazioni credo possiamo esserne fieri, anche in prospettiva di un ipotetico beneficio per tutto il mondo letterario.

Per l’edizione del 2021 quale sarà il programma? Nella rassegna trovano spesso spazio anche autori meno noti del panorama nazionale, come avviene la scelta dei libri da presentare?

Premesso che preferisco le presentazioni con gli autori anche per creare empatia con i presenti, a malincuore la Fiera del Libro Primaverile sarà ancora online mentre quella Autunnale mi auguro possa avvenire in presenza. Paradossalmente, due autori non più giovanissimi che non amano spostarsi hanno dato la loro disponibilità per una presentazione in rete (diversamente non sarebbero venuti…): una è Sveva Casati Modignani, l’altro è Reinhold Messener. La scelta degli autori un po’ mi viene consigliata da case editrici con cui ho rapporti professionali, altre volte avviene con il passaparola tra i lettori; quando sono in giuria a qualche premio letterario chiedo all’autore la sua mail e lo invito alla rassegna, anche se molti autori che sono già stati ospiti della Fiera sono ormai considerati ospiti fissi. Varesi, Veladiano, Goldoni, Lupo, Vitali e molti altri.

Ti racconto un aneddoto: al Festival della letteratura a Mantova (dove un anno ho fatto una presentazione) vado a sentire lo scrittore sardo Francesco Abate; quando arriva  il mio turno per farmi firmare il libro, una persona a cui sta finendo di firmare il suo mi riconosce e si ricorda di me perché ha assistito a una mia presentazione a Brescia. Abate capisce che sono un critico che fa presentazioni e mi chiede  cosa aspetto a presentarlo a Cremona, insomma un invito a nozze. Dopo qualche mese l’ho presentato nella mia città. Se penso che c’erano più di 500 persone a quella presentazione di Mantova e una in quel momento particolare mi ha riconosciuto posso dire di essere una persona molto fortunata.

Leggi l’articolo sul nostro Pop Magazine.

Clicca qui: https://bit.ly/3dwHCwc 

287 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online