Martedì, 31 gennaio 2023 - ore 11.15

Davide Persico (San Daniele) Un grave errore chiudere Acquario Pd di Motta B.

In un'ottica di gestione e sviluppo della Riserva MaB UNESCO, questa è una sconfitta. Pesante.

| Scritto da Redazione
Davide Persico (San Daniele) Un grave errore chiudere Acquario Pd di Motta B. Davide Persico (San Daniele) Un grave errore chiudere Acquario Pd di Motta B.

Davide Persico (San Daniele) Un grave errore per il territorio chiudere l’Acquario del Po di Motta Baluffi

Ho appreso questa triste notizia qualche settimana fa, proprio dal Gestore della struttura. E mi  sono da subito rattristato.

In un'ottica di gestione e sviluppo della Riserva MaB UNESCO, questa è una sconfitta. Pesante.

In un'ottica turistica, didattica, di conoscenza e tutela territoriale, quanto conta questa perdita?

Conta, conta enormemente.

Si tende spesso a rapportare le dimensioni di un museo, o di un acquario in questo caso, con la quantità dei contenuti ma si commette sempre un grave errore. Perché in questi casi, non c'è da ricercare una quantità offerta, ma la qualità. Bisogna puntare sulle peculiarità, e questo Acquario, peculiare,  lo era nel suo insieme: un unicum per il Cremonese e per il Grande Fiume.

Diciassette anni di sforzi e di sacrifici che hanno portato interessanti e soddisfacenti risultati, vengono buttati letteralmente al vento.

Se nei piccoli paesi, a vocazione agricola  e agroindustriale (indotta e obbligata), leviamo anche queste peculiarità culturali (si perché anche le Scienze Naturali sono cultura(!)), finiremo per ridurli a chiusi provincialismi ancor più di quanto non lo siano mai stati; a dormitori per le nuove generazioni o a luoghi abbandonati per le città, a poche cascine sparse semi abbandonate mantenute in flebile vita da nonni che resistono ad aziende agricole grandi pronte ad espandersi diffondendo l'omologazione di una pratica, in un territorio, in cui la biodiversità è stupidamente considerata patrimonio di serie C.

Per carità, non si salva la Pianura Padana semplicemente salvaguardando un acquario, o un museo. Conservandoli e investendoci però si costruisce un'alternativa, un secondo tema, una opportunità nuova, un rilancio settoriale che a lungo andare, credetemi, sarà la via da perseguire. Conoscenza, divulgazione, studio, ricerca e scoperte portano la consapevolezza che non esiste solo il mais da trinciare; la nostra Terra è molto, molto di più, e solo dandoci da fare nel renderla variegata di proposte, potremo auspicare ad un afflusso di persone, appassionati e visitatori che presteranno la loro attenzione facendosi megafono di quanto di bello e di appassionante possa essere il nostro Fiume ed i paesini che lo caratterizzano.

San Daniele Po, ad esempio, è stato per molti anni il paese del Dodas, circolo culturale sulla bocca di tanti, poi è diventato il paese del Museo Paleoantropologico del Po. Sembrerà poco, ma quando un cittadino sandanielese, in visita a Roma, scorge in una mostra internazionale un reperto con l'etichetta San Daniele Po, ne torna a casa orgoglioso. Come incuriosito sarà un appassionato che spinto da quel reperto vorrà venire al Paese per vederne di più, o come orgoglioso mi sento io quando su una rivista scientifica internazionale, letta da migliaia di ricercatori al mondo, il nome del paese attrae l'attenzione impreziosendosi. 

Motta era il paese dell'Acquario e la gente lo conosceva per questo. Ora sarà Motta soltanto e vedremo nei prossimi anni quali vantaggi avrà portato una simile scelta.

Mi dispiace per il cremonese, ma sono anche entusiasta per il parmense, perché il nuovo Acquario di Mezzani ci mostrerà, ne sono certo, come si fa a costruire un'eccellenza direttamente dal Grande Fiume, a mantenerla e soprattutto a svilupparla negli anni producendo un indotto scientifico, didattico e turistico.

E allora niente lacrime o rabbia ma solo un caloroso in bocca al lupo a Vitaliano e Roberta, sono certo che la loro esperienza, maturata in questi lunghi anni di attività, sarà preziosa ed essenziale  in questa nuova ed entusiasmante avventura di sviluppo del territorio della Riserva MaB.

Con buona pace del cremonese.

529 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online