Lunedì, 21 settembre 2020 - ore 08.58

E la scuola va ! Alcuni disagi , ma la ‘strega ‘ da bruciare non è la Ministra Lucia Azzolina | G.C.Storti

Scuola, buona la prima. Condivido questo titolo del giornale La Provincia di oggi 15 settembre. Condivido pure il giudizio del Provveditore agli Studi di Cremona Fabio Molinari che nel suo video evidenzia che ‘le scuole sono cominciate senza particolari intoppi’.

| Scritto da Redazione
E la scuola  va ! Alcuni disagi  , ma la ‘strega ‘ da bruciare non è la Ministra Lucia Azzolina  | G.C.Storti E la scuola  va ! Alcuni disagi  , ma la ‘strega ‘ da bruciare non è la Ministra Lucia Azzolina  | G.C.Storti

E la scuola  va ! Alcuni disagi  , ma la ‘strega ‘ da bruciare non è la Ministra Lucia Azzolina  | G.C.Storti

Scuola, buona la prima. Condivido questo titolo  del giornale La Provincia di oggi 15 settembre. Condivido pure  il giudizio del Provveditore agli Studi di Cremona Fabio Molinari che nel suo video evidenzia che    ‘le scuole sono cominciate senza particolari intoppi’.

Su tema della ripresa della scuola se ne sono sentite e scritte di cotte e crude. La Ministra Lucia Azzolina, oltre a ricevere insulti sexsisti è stata massacrata con altrettante parole dure quali ‘incompetente non conosci la scuola’, ‘ vai a lavorare’, ‘non sai di cosa parli’ ecc. L’elenco potrebbe essere lungo.

Non è mancata l’azione ‘politica’ del Leghista Salvini che chiede le dimissioni cavalcando tutti i malpancisti del momento.

Anche a sinistra , tramite i social, sono partiti giudizi ingenerosi.

Certamente la preoccupazione era forte da parte di tutti i genitori in particolare.

Il sondaggio del nostro sito ha raccolto tale malessere. Infatti :

-il SI  ha ottenuto il 39,9%  e chiedeva : Nonostante le difficoltà che si incontreranno ritengo sia giusto riaprire le scuole di ogni ordine e grado;

-il NO è stato maggioritario con il 57,4 %  e formulava la domanda “ Il sistema scolastico non è in grado di ripartire sarà un caos”:

-mentre  il NON SO, Difficile prevedere , ha raccolto il 7,7%.

I problemi non mancano e come ha detto  Mattarella ‘ le critiche sono normali in democrazia’ ma demolire quello che è stato fatto dal Governo e dagli enti locali non è accettabile.

Siamo nel solito girone dell’inferno che per guadagnare qualche voto o qualche like ‘si vomita’ di tutto.

I giudizi debbono essere , certo anche critici ma equilibrati. Non si possono accettare, in democrazia, insulti, delegittimazioni che hanno il solo effetto di indebolire il rapporto fra cittadini ed istituzioni.

Credo che tutti dobbiamo lavorare nella stessa direzione e riconoscere al Ministro, agli insegnanti ed a tutto il personale scolastico un forte impegno per la ripartenza dell’anno scolastico del dopo Covid-19.

Sono del resto condivisibili le critiche dei sindacati  sui temi del precariato che da anni  impediscono la partenza regolare dell’anno scolastico. Ma anche qui vanno fatte scelte precise e di qualità prevedendo i concorsi con regolarità, come alcuni dicono, biennale.

Buttare il bambino con l’acqua sporca è sempre un grave errore. Per questo vanno trovate le ragioni dello stare insieme per ottenere il massimo risultato possibile a vantaggio della comunità.

Quindi nessuna ‘strega’ da bruciare e nessuna ‘santa’ da celebrare. Cerchiamo di essere tutti positivi ed i nostri studenti e le loro famiglie affronteranno meglio questo inedito periodo molto difficile.

Gian Carlo Storti (Cremona)

 

 

261 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online