Domenica, 15 dicembre 2019 - ore 01.23

Esercitazioni sui fiumi per rischio idraulico per 45 volontari di Protezione Civile della provincia di Cremona

Questo il tema della prova di soccorso che si è svolta sabato 6 aprile a Genivolta e Spino d'Adda

| Scritto da Redazione
Esercitazioni sui fiumi per rischio idraulico per 45 volontari di Protezione Civile della provincia di Cremona Esercitazioni sui fiumi per rischio idraulico per 45 volontari di Protezione Civile della provincia di Cremona Esercitazioni sui fiumi per rischio idraulico per 45 volontari di Protezione Civile della provincia di Cremona

Sabato 6 aprile in contemporanea a Genivolta ed a Spino d’Adda 45 volontari di protezione civile della provincia di Cremona hanno partecipato alla prova di soccorso organizzata dall’Ufficio provinciale di Protezione Civile con la collaborazione del Parco Adda Sud e del Parco Oglio Nord.

Pur svolgendosi in due differenti luoghi, la prova ha seguito il medesimo “copione”: una prima parte di teoria svolta “in aula” (negli spazi messi a disposizione dai due comuni) ed una parte addestrativa vera e propria, svolta nei due cantieri: uno lungo il Fiume Adda e l’altro lungo il Fiume Oglio

La parte formativa, svolta da formatori abilitati del Parco Oglio Nord, è stata preceduta da un breve ricordo delle vittime del drammatico sisma in Abruzzo del 6 aprile 2009: numerosi volontari della provincia di Cremona tra maggio ed ottobre 2009 infatti hanno dato un po’ del loro tempo e della loro professionalità a favore della popolazione abruzzese ospite del campo “Monticchio 1”; alcuni di questi erano presenti all’esercitazione.

Le attività in cantiere sono state svolte sotto la supervisione attenta di personale dei due parchi, debitamente formato e preposto a tale ruolo. Squadre di volontari cremonesi di diversa provenienza hanno lavorato insieme per circa due ore, utilizzando fuoristrada, verricelli, motoseghe e decespugliatori per “aggredire” e ridurre a dimensioni minori pericolosi accumuli di legname presenti nell’alveo dei due fiumi. Tutte le attività si sono svolte regolarmente, senza intoppi e con grande efficacia, con la presenza del supporto sanitario assicurato da equipaggi di operatori sanitari della Croce Bianca di Rivolta d’Adda per il cantiere operativo di Spino d’Adda e dalla Croce verde di Soncino, per il cantiere di Genivolta.

Come da “tradizione” delle attività di protezione civile, al termine de lavori si è svolto in loco un debriefing, ossia una valutazione, da parte dei responsabili dei due cantieri che hanno osservato le attività svolte dai volontari, per evidenziare gli aspetti positivi e le criticità, con lo scopo di…imparare dagli errori per migliorare sempre più l’efficacia degli interventi attuati dai volontari. Da parte dei responsabili dei due parchi è stata evidenziata la professionalità mostrata dai volontari nelle loro modalità operative e nell’attenzione agli aspetti relativi alla sicurezza.

342 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online