Sabato, 21 maggio 2022 - ore 08.15

Flash smog Cremona - 5 febbraio

| Scritto da Redazione
Flash smog Cremona -  5 febbraio Flash smog Cremona -  5 febbraio Flash smog Cremona -  5 febbraio
"Sono molte le associazioni ambientaliste e del volontariato, i comitati e i gruppi territoriali  cremonesi che stanno aderendo alla mobilitazione per l'aria pulita promossa sabato 5 febbraio dalla Rete Ambiente Lombardia in contemporanea in tante città della nostra regione: Milano, Brescia, Cremona, Varese, Lecco tra le prime a muoversi. Dal circolo VedoVerde di Legambiente al WWF, da Italia Nostra  al gruppo cittadini di Cavatigozzi, dal Comitato di Condotta Slow Food alla Filiera Corta Solidale, da Andiamo Oltre al  Comitato No Autostrade Cr-Mn e Ti-Bre, dalla Comunità Laudato Sì di Cremona e Casalmaggiore a Pax Christi, da Salviamo il Paesaggio a CreaFuturo,  dal gruppo ecologico El Muroon di Sospiro al Comitato Salviamo il Salvabile di Pieve d'Olmi, dagli Amici di Emmaus ODV al circolo Arci di Persichello, dal gruppo Biancospino di Spinadesco al circolo ArciBassa di Gussola, dai giovani del gruppo ambiente del Megafono collegati ai Fridays For Future a No Triv Lombardia, dal Forum delle idee al Movimento Federalista Europeo sezione di Cremona. Aderisce Vivambiente onlus di Castelnuovo Bocca d'Adda anche se fuori provincia.  
 
A Cremona i due Flash Smog sono coordinati dagli Stati generali Clima, Ambiente e Salute e da Attivisti di Cavatigozzi e della Associazione Andiamo Oltre.
 
Ore 14 in via Tavernazze tra l'inceneritore San Rocco e l'attuale  autostrada Pc-Cr-Bs.
Ore 15 alla rotonda  di Cavatigozzi in via Milano km 3,2 adiacente alla nuova  palestra lato pista ciclabile. 
 
Sono stati scelti questi luoghi anche per ricordare che si tratta di infrastrutture, aree e impianti già individuati come possibili cause di grave  inquinamento dell'aria dall'indagine epidemiologica avviata dall'ATS Valpadana e ancora incompiuta. Come riunione di associazioni e cittadini, condividiamo l'Appello di Rete Ambiente Lombardia su change.org dal titolo "Apriti cielo. Ripuliamo l'aria che respiriamo" che chiede alle Istituzioni locali e regionali di intervenire finalmente sulle cause dello smog."
 
“I dati dell'Oms riportano un elevato numero di decessi in età pediatrica, circa 500mila l'anno, attribuibili agli effetti diretti e indiretti dell'inquinamento: primo fra tutti, la precoce esposizione sin dalla gravidanza”. 
 
Non dimentichiamo poi, l'aumento di tumori e malattie cardio respiratorie causate dalle polveri sottili e la ben nota facilità nella diffusione di agenti patogeni come il corona virus!
 
Sarebbe interessante fare un esperimento per colorare l'aria inquinata...
Sarebbe una esperienza sconvolgente per chi non ci ha mai riflettuto o per chi non se ne cura.
 
Ma purtroppo l'inquinamento non si vede, e non siamo ancora in molti ad averne piena consapevolezza. 
 
Chiediamo a coloro che interverranno di scrivere sulla mascherina NO SMOG, o di portare un cartellone con una loro frase di protesta, per unirsi alle nostre. 
L''augurio che siate i più numerosi possibili. Vista l'importanza e la gravità del problema mettiamoci tutti la faccia, perché respiriamo tutti la stessa aria!
236 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria