Giovedì, 20 giugno 2019 - ore 05.42

Il Comune promuove l’apicoltura urbana con il progetto Cremona Urban Bees

Firmato il patto di collaborazione che permetterà di coinvolgere i cittadini nel mondo dell'apicoltura urbana, attivando momenti informativi e di sensibilizzazione sulle tematiche ambientali anche nelle scuole

| Scritto da Redazione
Il Comune promuove l’apicoltura urbana con il progetto Cremona Urban Bees

Cremona, 25 marzo 2019 - Sottoscritto il Patto di Collaborazione per la realizzazione del progetto Cremona Urban Bees - Apicoltura in città tra il Comune di Cremona, rappresentato dal Direttore del Settore Lavori Pubblici Marco Pagliarini, e l'Associazione "Città Rurale – Organizzazione di volontariato" rappresentata da Daniele Biazzi e Davide Soregaroli. La sottoscrizione del Patto conclude il percorso iniziato nel 2017, coordinato dal Centro Quartieri e Beni Comuni del Comune di Cremona, e che ha visto attivamente coinvolti gli uffici del Settore Lavori Pubblici.

Alla stesura del Patto hanno partecipato vari Assessorati: per le tematiche ambientali quello guidato da Alessia Manfredini, per quanto riguarda le associazioni del Terzo Settore e i Quartieri quello di Rosita Viola e per l’accompagnamento al percorso sui Beni Comuni quello che fa capo a Mauro Platè. Il percorso costruito sarà in grado di promuovere azioni a tutela delle api quale bene comune da proteggere.

A causa del sempre più massiccio utilizzo di pesticidi, ma anche dei cambiamenti climatici e delle monoculture agricole che impoveriscono l’ambiente, le api stanno subendo una moria senza precedenti. Tutto questo influisce direttamente sulla produzione del miele, ma anche, come in un circolo vizioso, sull’ambiente e sulle produzioni agricole, venendo a mancare uno dei principali vettori dell’impollinazione.

La finalità principale del Patto è quella di coinvolgere i cittadini nel mondo dell'apicoltura urbana, attivando momenti informativi, oltre che organizzando corsi sulla gestione di un apiario. In programma ulteriori azioni di sensibilizzazione sulle tematiche ambientali anche nelle scuole cittadine e presso i Comitati di Quartiere, con il dono di bustine contenenti sementi per fiori melliferi da seminare ed esporre sui balconi per abbellire la città e incrementare la possibilità alle api di trovare del polline.

In preparazione della primavera, tra gennaio e marzo si è svolto il primo corso teorico di apicoltura urbana nella sede del Comitato di Quartiere 1. Il prossimo passo sarà quello di installare il primo apiario collettivo urbano, in un luogo pubblico individuato d'intesa con il Comune. Si tratterà di un "campo prove" con alcune arnie dove i nuovi apicoltori potranno sperimentare quanto appreso. L'apiario sarà aperto, in occasione di alcuni eventi, anche a tutti i cittadini che vorranno visitarlo in piena sicurezza, indossando le tute che l'associazione fornirà ed accompagnati dai cittadini-apicoltori che illustreranno la magia dell'alveare.

Grazie al Patto, inoltre, è possibile attivare una micro-rete di collaborazione, con la Biblioteca Comunale Centro Documentazione Ambientale che fornirà i testi specifici sull'apicoltura, con l’Istituto Istruzione Superiore J. Torriani che realizzerà il biomonitoraggio ambientale con le api per valutare lo stato di salute dell'ambiente in cui saranno posizionate le arnie, con l'istituto IAL di Cremona che ha realizzato il logo del progetto e con altre realtà associative locali.

Le attività organizzate nell'ambito di Cremona Urban Bees, aperte a tutti, sono disponibili un pagina facebook.com/cremonaurbanbees ed il sito dell'associazione cittarurale.altervista.org. 

 

 

323 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online