Martedì, 07 luglio 2020 - ore 18.25

Il coronavirus si sconfigge con più sanità pubblica | PRC-SE di Cremona

L'emergenza Covid-19 evidenzia che solo la sanità pubblica è presidio fondamentale a tutela della salute delle cittadine e dei cittadini.

| Scritto da Redazione
Il coronavirus si sconfigge con più sanità pubblica | PRC-SE di Cremona

Il coronavirus si sconfigge con più sanità pubblica | PRC-SE di Cremona

L'emergenza Covid-19 evidenzia che solo la sanità pubblica è presidio fondamentale a tutela della salute delle cittadine e dei cittadini.

Le strutture e il personale degli ospedali pubblici, medici e infermieri, i centri di ricerca e di analisi specializzati e l'Istituto nazionale di Sanità, con la loro dedizione e la loro professionalità sono di fatto, concretamente, la linea di tenuta decisiva rispetto alla diffusione del contagio e alla cura dei casi positivi.

Ma tagli (37 miliardi nel decennio 2010/2019) e privatizzazioni hanno massacrato la sanità pubblica. E oggi, in tempo di emergenza, gli effetti nefasti di queste scelte politiche scellerate risultano ancora più evidenti: carenze strutturali fino alla mancanza dei minimi presidi sanitari (tute e mascherine); medici e infermieri sottoposti a turni massacranti per carenze di personale grazie al decennale blocco degli organici: mancano 56.000 medici e 50.000 infermieri! I centri di eccellenza di epidemiologia e virologia sono fatti funzionare da personale precario; le strutture private sono sparite nella risposta all'emergenza e continuano tranquillamente a fare affari lucrando sulle prestazioni più remunerative: vanno obbligate a essere a disposizione di questa emergenza! I medici di base progressivamente ridotti di numero e con carichi di pazienti insostenibili, sono stati lasciati soli, senza strumenti e indicazioni nella lotta contro il virus: la loro capillare diffusione sul territorio e la conoscenza diretta delle persone assistite può diventare, con dotazioni adeguate, uno straordinario punto di forza per prevenire e controllare la diffusione del virus, evitando anche il sovraffollamento inutile dei presidi di livello superiore.

Per affrontare questo difficile momento e per il futuro, occorre prendere fin da oggi provvedimenti all'altezza della situazione per la salvaguardia della salute di tutte e tutti:

- predisporre e attuare un piano dettagliato di investimenti per il rilancio della sanità pubblica,

- avviare un piano straordinario di assunzioni di medici e infermieri,

- rafforzare la medicina territoriale, sostenere, riorganizzare e valorizzare la funzione dei medici di base,

- mettere mano ad una profonda revisione e messa in discussione delle convenzioni con le strutture sanitarie private.

Perché il coronavirus si sconfigge con più sanità pubblica.

Rifondazione Comunista Cremona

845 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online