Domenica, 26 giugno 2022 - ore 06.39

International Percussion Festival

Festival Internazionale delle Percussioni Musica, Artigianato, Gusto,Fotografia e molto altro www.percussioncompetition.com

| Scritto da Redazione
International Percussion Festival

A pochi giorni dall’inizio del Festival è tutto pronto per il Concorso, le Masterclass, i Concerti e molto altro! 6 giorni, 110 iscritti, 35 musicisti da tutto il mondo, 18 masterclass e concerti: tra pochi giorni il via della terza edizione dell'International Percussion Festival, la rassegna internazionale dedicata al mondo delle percussioni organizzata dall'Associazione culturale “Percussion Time” dal 19 al 24 luglio 2016 presso la Villa Lomellini di Montebello della  Battaglia (PV).

Il direttore artistico, il M.o Loris Stefanuto, spiega cosa l’ha spinto tre anni fa ad  intraprendere questa straordinaria iniziativa: “Il mio obiettivo, dal momento in cui ho iniziato a pensare al Festival, era quello di creare un team di lavoro composto da persone che condividesse con me il desiderio di far conoscere e far crescere il mondo delle percussioni favorendo lo scambio di esperienze e di studi tra tutti gli interessati a questa espressione  artistica”.

Il programma della manifestazione prevede il concorso internazionale a premi (montepremi 12.000 euro in borse di studio e concerti per i vincitori di ogni sezione), le masterclass e i concerti di artisti internazionali, l'esposizione di strumenti musicali (durante tutta la settimana presso la Villa Lomellini) e, da quest'anno, una mostra del gusto e dell'artigianato del territorio dell'Oltrepo pavese (venerdì 22 e sabato 23 luglio, in Via S. Pellico, dalle 18.00 alle 24.00).

La “PercussionsWeek” a Montebello della Battaglia è organizzata in modo tale da permettere ai partecipanti una full-immersion in tutte le sezioni delle percussioni: da mattina a sera sarà una settimana intensissima, non solo uno spazio artistico-musicale, ma anche un'eccezionale opportunità di incontro e di crescita personale e professionale. Si tratta di un progetto che intende valorizzare i giovani talenti attraverso un percorso di confronto di competenze, esperienze e personalità differenti; i partecipanti avranno inoltre la possibilità di vivere quotidianamente a stretto contatto anche con i musicisti che terranno le masterclass e che si esibiranno nei concerti serali. Potranno quindi apprendere i segreti del mestiere da professionisti già affermati, che incontreranno a colazione, in concerto e a lezione! 

È possibile partecipare alle masterclass anche per chi non è iscritto al concorso. Il Festivalpropone un calendario ricco e diversificato con docenti da tutto il mondo per tutte le sezioni che compongono il vasto panorama delle percussioni. Si va dallo studio di due composizioni per ensemble di percussioni con Danilo Grassi (Third Costruction di John Cage e Drumming di Steve Reich), ai suggerimenti tecnici di manutenzione di Pier Giuseppe Gajoni; dalla tecnica per marimba a 4 bacchette della giapponese Nanae Mimura, all'analisi del ritmo nella musica contemporanea attraverso il Solkattu – parola Tamil dell’India del Sud che significa “gruppo di sillabe” – di Paolo Cimmino; dallo studio sulle permutazioni di cellule ritmiche – per sviluppare una maggiore musicalità e complessità di fraseggio – di Federico Paulovich, al flamenco con l'eccezionale presenza, insieme al batterista Israel Varela, della ballerina spagnola Karen Lugo. 

E questi sono solo alcuni esempi! Naturalmente il Festival si apre anche al pubblico, con concerti serali da mercoledì 20 a domenica 24 (presso il Teatro comunale e in Piazza Italia), per tutti: le famiglie, i turisti, gli spettatori occasionali, i curiosi che vogliono assistere a spettacoli straordinari, insoliti e originali, caratterizzati da armonie e melodie magiche e da ritmi travolgenti. Si parte con alcuni solisti eccezionali nelle prime due serate (lo statunitense Casey Cangelosi, la giapponese Nanae Mimura, l'ucraino Andrei Pushkarev e il greco Theodor Milkov); la terza serata è invece dedicata a due ensemble di percussioni che offriranno al pubblico uno spettacolo dal grande impatto visivo e emotivo (Tempo Primo, composto da giovanissimi  percussionisti mantovani, e Percurama, ensemble danese nato e cresciuto nell'ambito del Royal Danish Conservatory of Music di Copenaghen); saranno in concerto sabato 23 il sestetto italiano Be-Pop All Stars (vibrafono, tromba, sax, contrabbasso, batteria e pianoforte) e il trio di Israel Varela, quest'ultimo in uno spettacolo caratterizzato dall'irresistibile fascino del flamenco, con la ballerina Karen Lugo, dove musica e danza diventano una cosa sola. Il concerto di domenica è invece dedicato ai vincitori del concorso 2016, giovani promesse del mondo delle percussioni.

Ma non solo, quest'anno per valorizzare il territorio che ospita il Festival ci sarà una Mostra del gusto e dell'artigianato dell'Oltrepo Pavese (venerdì 22 e sabato 23 luglio, in Via Silvio Pellico, dalle 18.00 alle 24.00) per conoscere l'eccellenza dei prodotti locali e cogliere la bellezza e la bontà delle arti e dei mestieri. Il Festival vuole quindi andare oltre i propri confini musicali per rendere omaggio ad un territorio straordinario, che offre tanti gustosissimi prodotti di eccellenza, spesso garantiti da agricoltura biologica (dal vino – naturalmente – a formaggi, miele, salumi, funghi, tartufi, mostarde e molto altro). Le numerose bancarelle che animeranno la Via Silvio Pellico di Montebello della Battaglia vogliono anche valorizzare l’artigiano e i prodotti del suo lavoro, dall'arte orafa alla ceramica, e poi arredamento, pittura, scultura, moda, design e molto altro, per scoprire e comunicare tradizioni e creatività!

Nelle stesse serate in cui ci sarà la Mostra del gusto e dell'artigianato, il pubblico potrà apprezzare, nella Piazza Italia dove si terranno i concerti, la mostra di fotografie dell'edizione 2015 del festival, a cura di Scorribande flash.Calendario delle Masterclass (presso Villa Lomellini)

Martedì 19 luglio 2016

16.30 Giovanni Imparato (percussioni afro-cubane)

17.30 Federico Paulovich (batteria)

18.30 Danilo Grassi (percussioni in orchestra)

Mercoledì 20 luglio 2016

17.00 Gert Mortensen (marimba)

18.00 Giorgio di Tullio (batteria)

Giovedì 21 luglio 2016

17.00 Nanae Minura (marimba)

18.00 Pier Giuseppe Gajoni (timpani e percussioni)

Venerdì 22 luglio 2016

17.00 Paolo Cimmino (ritmi nella musica contemporanea attraverso metodi orientali)

18.00 Israel Varela – Karen Lygo (ritmo e danza nel flamenco)

18.45 Andrei Pushkarev (vibrafono)

Sabato 23 luglio 2016

17.00 Tony Arco (batteria)

18.00 Theodor Milkov (marimba)

Domenica 24 luglio 2016

17.00 Casey Cangelosi (marimba e percussioni)

Le masterclass sono aperte a tutti, anche a chi non è iscritto al concorso. È ancora possibile iscriversi alle singole masterclass

1889 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria