Venerdì, 24 maggio 2019 - ore 14.54

Intervista con Grossi (Uil Cremona). La situazione di Arvedi è molto preoccupante.

Lo sciopero nazionale del 12 dicembre indetto da Cgil e Uil è confermato. Cremona manifesterà a Brescia .

| Scritto da Redazione
Intervista con Grossi (Uil Cremona). La situazione di Arvedi è molto preoccupante.

Abbiamo sentito Mino Grossi, segretario provinciale della Uil di Cremona. Gli abbiamo chiesto la sua opinione su due temi: la situazione dell’azienda Arvedi e le motivazioni dello sciopero generale proclamato da Uil e Cgil.

Su Arvedi: il sindacato è molto preoccupato in quanto la fabbrica, per i problemi relativi all’incendio ed allo scoppio di un altoforno, è ferma da 35 giorni; se l’azienda non riprende immediatamente il lavoro può rischiare molto mettendo a repentaglio la tranquillità di 1500 famiglie; si resta in attesa del permesso a produrre dal GIP di Cremona; i VVF hanno dato il loro parere positivo sulla sicurezza degli impianti.

Sullo sciopero generale del 12 dicembre: Grossi è dispiaciuto per l’assenza della Cisl;i motivi dello sciopero di ci sono tutti e non sono politici; le misure del jobs act non sono risolutive , manca una politica economica che sappia creare lavoro; il governo Renzi non è diverso dai precedenti Berlusconi, Monti e Letta; inaccettabile la scelta di bloccare i finanziamenti ai patronati che non costano nulla allo Stato; Cremona manifesterà con Mantova a Brescia.

Intervista telefonica di Gian Carlo Storti, Welfarecremonanetwork, Cremona 26 novembre 2014

Ascolta l’intervista 

Allegati audio:

Audio 1:

1599 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

(Tel.) Giuseppe Demaria (Cisl) L’intesa non siglata dalla Cgil per Centro Padane è un buon accordo che tutela i lavoratori.

(Tel.) Giuseppe Demaria (Cisl) L’intesa non siglata dalla Cgil per Centro Padane è un buon accordo che tutela i lavoratori.

Sull’intesa che stabilisce le condizioni a cui avverrà la cessione individuale del contratto di ognuno dei 206 lavoratori è stata firmata dal Gruppo Gavio e dalle segreterie nazionali, regionali e territoriali di Fit Cisl, Uil Trasporti, Sla Cisal e Ugl. Ma non dalla Filt-Cgil. La trattiva e l’intesa è avvenuta non al Ministero ma sul tavolo negoziale azienda-sindacati.
(La telefonata) Lavoratori Centro Padane Ben Halla  (Filt-Cgil) . Lavoratori pronti alla lotta. Una grazie alle Istituzioni

(La telefonata) Lavoratori Centro Padane Ben Halla (Filt-Cgil) . Lavoratori pronti alla lotta. Una grazie alle Istituzioni

Questa mattina, mercoledì 14 febbraio, a seguito della decisione del CdA di Centro Padana di non assumere per passaggio diretto tutti i lavoratori della precedente gestione A21 si è svolto, nel comune di Cremona,un incontro con presenti il Sindaco Galimberti, Il Presidente della Provincia Viola, il Presidente della Camera di Commercio Auricchio, il sottosegretario Pizzetti ed i rappresentanti dei lavoratori di Cgil-Cisl-Uil per esaminare il da farsi dopo la decisione non condivisa del Consiglio di Amministrazione del Centro padane di proprietà del gruppo Gavio.