Sabato, 15 maggio 2021 - ore 19.37

L’arresto di Rocco Cristodaro richiede la massima attenzione | Paolo Losco

Cristodaro era, infatti, da anni molto attivo sul territorio cremasco: “presepi viventi” in molti comuni del territorio, la sua “Fazenda Rocco” di Scannabue....

| Scritto da Redazione
L’arresto di Rocco Cristodaro richiede la massima attenzione |  Paolo Losco

Legalità: l’arresto di Rocco Cristodaro richiede la massima attenzione sul tema delle infiltrazioni mafiose nel nostro territorio | Paolo Losco

Il “Fatto Quotidiano” pubblica, in data 24 marzo 2021, la notizia dell’arresto di Rocco Cristodaro. La notizia, che non può rimanere sotto traccia, riporta alla luce il tema del radicamento delle mafie nel nostro territorio, tema più volte denunciato, ma spesso rimasto inascoltato.

Cristodaro era, infatti, da anni molto attivo sul territorio cremasco: “presepi viventi” in molti comuni del territorio, la sua “Fazenda Rocco” di Scannabue come meta per visite scolastiche e campi estivi, le partecipazioni (non per ultima la famosa “carrozza di Ombrianville”) e le sponsorizzazioni ad iniziative pubbliche.

Tutte azioni con le quali ha trovato terreno fertile per visibilità, radicandosi sul territorio e nei rapporti con le istituzioni, alcune delle quali hanno, negli anni, spalancato le porte a questi rapporti.

Tutto questo avveniva nonostante, già da tempo, fossero emersi gli stretti collegamenti con la criminalità organizzata: le inchieste ed i provvedimenti a suo carico sono stati portati all’attenzione delle cronache ormai da anni (una confisca di beni per oltre 5 milioni di euro, e l’obbligo di soggiorno, solo per citarne alcuni).

Considerato dagli atti “contabile del Clan Mangano”, oggi emergono fatti ancora più inquietanti che devono riportare l’attenzione sul tema della legalità.

Oggi è il tempo di aprire una discussione seria sulla lotta alle mafie che deve coinvolgere la politica, le amministrazioni locali e le associazioni competenti in materia che sul tema si spendono da anni, nell’ottica di sensibilizzazione e formazione affinché si forniscano tutti gli strumenti per contrastare il fenomeno quotidianamente.

Un altro tema da affrontare è sicuramente quello dell’utilizzo dei beni confiscati, perché possano restituire culturalmente, socialmente ed economicamente, quello che è stato sottratto alla collettività. L’informazione è il primo strumento di lotta alle mafie, tema su cui urge, anche alla luce degli ultimi avvenimenti, prestare la massima attenzione.

Questa battaglia di civiltà deve essere collettiva e non c’è più spazio per l’indifferenza.

Paolo Losco Coordinatore provinciale Sinistra Italiana - Cremona

Fonte: https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/03/24/milano-dai-soldi-della-mafia-al-circuito-hawala-arrestatorocco-cristodaro-lex-contabile-delle-figlie-di-vittorio-mangano/6143930

Nella foto l'autore dell'articolo Paolo Losco

977 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online