Martedì, 18 maggio 2021 - ore 07.41

Caos Vaccini Commissariare la sanità lombarda | Paolo Losco (SI Cremona)

Un atto necessario ed urgente Cosa ancora dobbiamo aspettarci da chi governa la nostra Regione prima di riconoscere che la misura è colma e che la decenza è ampiamente superata?

| Scritto da Redazione
Caos Vaccini Commissariare la sanità lombarda | Paolo Losco (SI Cremona)

Caos Vaccini Commissariare la sanità lombarda | Paolo Losco (SI Cremona)

Un atto necessario ed urgente Cosa ancora dobbiamo aspettarci da chi governa la nostra Regione prima di riconoscere che la misura è colma e che la decenza è ampiamente superata?

In questo ultimo fine settimana a Cremona si è rischiato di buttare quasi un migliaio di dosi di vaccino per il mancato invio degli SMS ai destinatari.

Solo grazie alla pronta reazione delle Associazioni di volontariato, ATS e ASST è stato possibile evitare il peggio. Ma a pagarne le conseguenze sempre e solo i cittadini che, rispondendo all'appello informale e urgente diramato in extremis, si sono presentati in massa presso il centro vaccinale di Ca' de' Somenzi per poi essere rimandati a casa perché in esubero: un errore di gestione che è solo l’ultimo di una innumerevole serie che ha del grottesco; la situazione si potrebbe definire tragicomica se non riguardasse la salute di oltre 10 milioni di persone.

La comunicazione odierna del commissariamento di ARIA (Azienda Regionale per l’Innovazione e gli Acquisti) è solo un goffo tentativo di distogliere l’attenzione dalla vera responsabilità, tutta politica, di una gestione che, dall'inizio della pandemia, fa acqua da tutte le parti e che oramai non si può definire in altro modo se non inadeguata.

Ricordiamo che ARIA è una società fortemente voluta da Regione Lombardia e che è la stessa Regione Lombardia a dirigerla e coordinarla direttamente: si vada sul sito della società per leggerlo a chiare lettere. Commissariare subito la sanità della Regione Lombardia è ora necessario ed urgente, ne va della salute dei cittadini lombardi, dell’economia nazionale - non dimentichiamoci che viviamo nella regione cardine per l’economia italiana - e non per ultimo della dignità di chi la governa che è semplicemente inadeguato.

Se non ci arriva (per motivazioni di interesse politico) chi dovrebbe dimettersi, sia allora il Governo a farlo, per il bene di tutti e per riformare radicalmente un sistema sanitario che si autocelebrava “eccellenza” ma che da anni sta dimostrando tutti i propri limiti. Il modello sanitario Lombardo, che mette la sanità pubblica in concorrenza con la sanità privata, incentivandola e sostenendola con risorse sottratte al pubblico e smantellando la medicina territoriale si è dimostrato fallimentare.

 Quanto subito dai cittadini lombardi durante questa pandemia è il risultato di trent’anni di malgoverno, con una gestione sanitaria imbarazzante di cui si è accorta tutta la nazione e che oggi mette a repentaglio la vita delle persone più fragili. La misura è colma, togliere questa gestione dalle mani di chi ha ampiamente dimostrato incompetenza è ora un atto dovuto per il bene comune.

Paolo Losco

Coordinatore provinciale Sinistra Italiana - Cremona

288 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online