Lunedì, 15 ottobre 2018 - ore 23.30

L’ECOLIBRI ‘GUERRA ALLA GUERRA!’ I socialisti scledensi e vicentini al ‘processo di Pradamano'

E' stata pubblicata una approfondita ricerca storica relativa alla 1° guerra mondiale che tocca direttamente anche la nostra provincia. Il libro è intitolato “Guerra alla guerra”, ne è autore lo storico vicentino Ugo De Grandis. Il titolo richiama una parola d'ordine delle forze che a quella guerra si opponevano

| Scritto da Redazione
L’ECOLIBRI ‘GUERRA ALLA GUERRA!’ I socialisti scledensi e vicentini al ‘processo di Pradamano'

L’ECOLIBRI ‘GUERRA ALLA GUERRA!’ I socialisti scledensi e vicentini al ‘processo di Pradamano”’

E' stata pubblicata una approfondita ricerca storica relativa alla 1° guerra mondiale che tocca direttamente anche la nostra provincia. Il libro è intitolato “Guerra alla guerra”, ne è autore lo storico vicentino Ugo De Grandis. Il titolo richiama una parola d'ordine delle forze che a quella guerra si opponevano.

 Momento rilevante di quelle vicende fu il processo di Pradamano [luglio-agosto 2017] (Udine), sede del “Tribunale militare di guerra” del 24° Corpo d'Armata. Qui furono processati 35 giovani socialisti di un gruppo di 43 rinviati a giudizio delle province di Milano, Vicenza, Cremona, Palermo e Messina.

Fu il processo “politico” col maggior numero di imputati della Grande guerra. Politico perché le accuse non riguardavano aspetti militari (diserzioni, disobbedienza ecc) ma esclusivamente l'impegno politico propagandistico di giovani socialisti che nel 1916 rivendicavano la cessazione della guerra, collegandosi coi loro Circoli della Gioventù Socialista dal nord al sud dell'Italia. Il processo ebbe luogo nell'agosto 1917 e comminò pesanti condanne anche ai giovani cremonesi implicati.

Essi furono: Tarquinio Pozzoli, falegname (che sarà Sindaco di Cremona nel 1920-21); Dante Bernamonti, maestro elementare (che nel 46 sarà eletto nella Costituente); Giovanni Sidoli, impiegato; Ernesto Morandi, marmista; Attilio Ferrari, operaio; Ezio Pedraneschi, ragioniere; Alfredo Chiari, fonditore.

Giuseppe Azzoni (Cremona)

[continua a leggere]

 

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

320 visite

Articoli correlati