Venerdì, 19 agosto 2022 - ore 03.06

La Conta di Milano. Appuntamenti dal 17 al 22 giugno 2014

Un vasto programma di iniziative popolari

| Scritto da Redazione
La Conta di Milano. Appuntamenti  dal 17 al 22 giugno 2014

MARTEDÌ 17/6 alle ore 19,45 alle ore 21,10: Lezione del corso di canto blues e gospels, aperto a tutti, tenuto da Milena Piazzoli che avrà luogo, ogni martedì, fino al 24 giugno 2014 al CAM Ponte delle Gabelle, Via San Marco 45 a Milano.Milena, con un suo metodo semplice ed efficace, farà apprendere gli elementi di base della tecnica vocale specifica e alcuni tra i canti più belli e significativi dei repertori blues e gospel.Milena Piazzoli -Un orecchio alle radici dell’espressione musicale. L’ambito della cantante e musicista, Milena Piazzoli, è quello del folk-blues, di provenienza anglo-americana come indicazione di genere, fino all’influenza di sound di matrice africana, e altre tradizioni popolari europee ed extraeuropee per brani propri, tradizionali o reinterpretati, a raccogliere i tratti forti delle eredità tramandate. Alcuni nomi influenti, vicino ai ‘60 ma non solo: Joni Mitchell, Richie Havens, James Taylor, B. Dylan, RickieLee Jones, Michelle Shocked, e infine il comune attaccamento in senso lato, al blues - a mostrare lo scenario. “Considero l’Arte di strada come la migliore situazione in cui dare libera forma a cio’ che faccio. Ed è la migliore forma che ho trovato per condividerla.”Comincia a cantare nel 1993. Nel 2003 incide il primo disco rivisitando brani della tradizione americana e inglese con la collaborazione di Max De Bernardi.Ha fatto parte del progetto SPIO - SoundPaintingItalianOrchestra, come voce. Dal 2001 partecipa a Festival di Arte di strada quali Ferrara buskers festival, Schio e altri. Apre l’edizione 2004 del Sextum Celtica Festival di Sesto Calende (Va). Partecipa al tributo a Tawnes Van Zandt per Lifegate Radio in onda a gennaio e a novembre 2007. Partecipa all’iniziativa musicale e ambientale Ekopark per radio Lifegate a giugno 2007 e nello stesso mese al Roots&blues Festival a Diolo (Parma). Nel marzo 2008 suona alla rassegna : Piccolo e’ blues per l’Italianbluesriver. Agosto 2008: Festival Nistok. Fa inoltre parte della formazione Cash Area con Max Prandi, dove vengono rivisitati in chiave country i classici della song americana.Per informazioni/iscrizioni presentarsi alla sede sopra indicata nell'orario della lezione, oppure scrivere una mail a laconta@interfree.it

MARTEDÌ 17/6 alle ore 21,15: Lezione del corso di approfondimento di canto basato sul Metodo Funzionale della voce, tenuto da Carola Caruso, destinato a coloro che hanno acquisito gli elementi di base di detto metodo o che hanno frequentato almeno un anno di lezioni del metodo stesso, che avrà luogo, ogni martedì, dall’1 aprile al 24 giugno 2014 al CAM Ponte delle Gabelle, Via San Marco 45 a Milano. In particolare verranno approfondite da Carola Caruso le tecniche del metodo funzionale della voce, fondamentali per cantare correttasmente.

CAROLA CARUSO.Cantante, attrice, ricercatrice e insegnante di canto, dal 1985 si dedica allo studio della voce in ambito teatrale e in ambito musicale.Ha una formazione classica di pianoforte e di canto. Approfondisce il canto Jazz negli anni in cui frequenta il corso per attori a Milano presso la civica scuola di arte drammatica "Paolo Grassi". Nel 1992 vince la terza edizione del Premio Città di Recanati assieme al cantautore Stefano Covri e debutta come vocalist jazz nel quartetto di Cerri e Intra.E'insegnante di canto jazz, canto improvvisato, canto moderno e del Metodo funzionale della voce (Metodo Lichtenberg) . Svolge attività concertistica come vocalist e attrice. Ha registrato per la Red Edizioni il disco "canto armonico" dove rende pubblica la sua ricerca nel campo terapeutico

GIOVEDI 19/6 - dalle ore 20,00: Serata "VICINI DISTANTI” – IN RICORDO DI FABRIZIO CASAVOLA, con cena con cibi da ricette tradizionali/popolari italiane e con Dijana Pavlovic, George Moldoveanu, Giorgio Bezzecchi, Jovica Jovic e molte altre persone che hanno lavorato e voluto bene a Fabrizio, organizzata da: gli Amici di Via Idro, la Sez. ANPI Crescenzago, il Comitato Vivere in Zona 2, Sinistre in Zona 2, il Teatro Officina, il Comitato per Milano Zona 2 e l’Associazione La Conta, che avrà luogo alla CGIL - Piazza Segesta 4, con ingresso da Via Albertinelli 14, a Milano (discesa passo carraio).Sarà una serata conviviale dedicata al ricordo di Fabrizio, alla quale parteciperanno Dijana Pavlovic, Giorgio Bezzecchi, alcuni/e amici/amiche e rappresentanti delle tante associazioni/comitati con le quali Fabrizio ha collaborato, che ci parleranno della sua opera sociale/culturale dedicata ai Rom ed ai Sinti. A seguire George Moldoveanu, violino e Jovica Jovic, fisarmonica cromatica, suoneranno alcune delle più belle musiche Rom e balcaniche.Parteciperanno altresì alcune persone del Campo Rom di Via Idro che sono state le protagoniste del libro “Vicini distanti - Cronache da Via Idro” di Fabrizio Casavola, Ligera Edizioni 2013, che sarà disponibile e si potrà acquistare scontato.Oltre a quanto sopra si potranno apprezzare i cibi da ricette tradizionali/popolari italiane preparati con passione e cura dai cuochi dell'Associazione La Conta.Per la serata sarà richiesto a ciascun partecipante un contributo di euro 25,00, con prenotazione obbligatoria da comunicare prima possibile ma comunque entro martedì 17 giugno 2014 all'indirizzo laconta@interfree.it. L’incasso netto della serata sarà destinato al pagamento delle spese funerarie di Fabrizio.

GIOVEDI 19/6 - alle ore 21,15: Lezione del corso di canto dedicato alla tecnica vocale di base ed ai repertori del canto yiddish e sefardita, aperto a tutti, tenuto da LEE COLBERT, che avrà luogo nella sede di VIA COMPAGNONI 20 (Zona Piazzale Dateo) a MILANO.In particolare LEE COLBERT, insegnerà la tecnica vocale di base del canto ed alcune delle più belle canzoni tratte dai repertori yiddish e sefardita. Per avere altre informazioni e per iscriversi al corso inviare una mail a: laconta@interfree.it. Per il corso sarà richiesto a ciascun iscritto un contributo economico per l'Associazione La Conta.

LEE COLBERT.È nata a New York e cresciuta a Buenos Aires, dove ha studiato pianoforte, canto e composizione. Si è laureata in composizione e arrangiamento Jazz al Berklee College of Music di Boston e in seguito si è perfezionata in canto con il maestro Walter Blazer (New York). È stata docente della Scuola Popolare di Musica di Testaccio di Roma, con Giovanna Marini ed altri, dal 1983 al 1999.Insegna canto e fa Vocal Coaching da ormai più di venticinque anni. Nella sua carriera ha toccato tanti stili musicali, dalla musica contemporanea al Jazz, dalla cameristica alla musica popolare, dal tango argentino al repertorio Yiddish, dalla chanson francese a Kurt Weill, dalla lirica al Musical, realizzando innumerevoli concerti in tutta Italia.Dal 1996 fa parte della StageOrchestra di Moni Ovadia in qualità di cantante-attrice e arrangiatrice, partecipando come co-protagonista a quasi tutte le creazioni di Moni Ovadia da quell'anno in poi, incluso “Shylock – Il mercante di Venezia in prova” che ha debuttato nell'estate del 2009 al Teatro Romano di Verona nell'ambito del festival shakespeariano e di cui la seconda stagione di tournée si è conclusa a marzo del 2011.Nella primavera del 1999 è stato pubblicato il suo primo CD solista, “Reyzele”, prodotto da Moni Ovadia (Sensible Records). Il suo secondo CD, “Zumertsayt” (Zone di Musica), è del 2005.

VENERDI’ 20/6 - alle ore 21,30: Recital “PAROLE E MUSICA RESISTENTI” con la Compagnia del Racconto ed il Coro “Questo è il fiore del Partigiano”, organizzato nell’ambito della Rassegna teatrale “Assicurarsi ai sedili” promossa dal Comune di Paderno Dugnano ed a cura del Teatro dell'Armadillo ‐ Teatro Inaudito, con la collaborazione/adesione di varie compagnie teatrali e associazioni, che avrà luogo, con ingresso libero e gratuito, presso la Biblioteca Tilane , in Piazza della Divina Commedia a  Paderno Dugnano.In particolare le attrici Livia Rosato e Sara Scano della Compagnia teatrale del racconto ci parleranno di alcuni partigiani condannati a morte e leggeranno le ultime lettere inviate a propri cari prima della loro fucilazione ed il Coro “Questo è il fiore del partigiano” canterà alcune delle canzoni più significative del repertorio della Resistenza italiana.

IL CORO QUESTO È IL FIORE DEL PARTIGIANO, nasce nel febbraio del 2013 su iniziativa del Circolo eco culturale La Meridiana e della Sezione A.N.P.I. di Paderno Dugnano, con l’intento di cantare insieme senza alcuna ambizione professionistica. Formato da più di trenta elementi è diretto da Mario Toffoli dell’Associazione La Conta. Si propone di valorizzare e mantenere vivo il repertorio musicale della Resistenza e del canto sociale. Il coro viene spesso invitato a cantare in manifestazioni commemorative della Resistenza.

LA COMPAGNIA DEL RACCONTO  Livia Rosato forma La Compagnia del Racconto nel 1996 dopo un percorso teatrale e di animazione iniziato nel 1978 e si avvale della collaborazione di attori e musicisti. Le attività sono rivolte a bambini, ragazzi, insegnanti ed adulti.Tra le varie forme d’arte è stata privilegiato il racconto in quanto capace di far vibrare le corde più sensibili, di suscitare la meraviglia e l’interesse appassionato.

LIVIA ROSATO - inizia a studiare Animazione Teatrale a Milano nel 1978 con Maia Cornacchia. Dal 1980 studia e diventa integrante del gruppo teatrale Comuna Baires. Studia metodo dell'attore con Renzo Casali (1980/’85), Acrobatica con Edoardo de La Cuadra e con Hector Beacon. Il suo metodo di studio è una sintesi dei maestri quali Stanislaskij, Mejerchold, Strasberg e Grotowski.Ha vissuto in Argentina per otto anni, per la costruzione del progetto di scambio tra Italia e Argentina dell'Istituto Antropologia Teatrale di Milano.Ritorna in Italia nel 1994 ed inizia a seguire corsi e stage con diversi insegnanti tra cui Rena Mirezka (allieva di Grotowski), Carlos Alsina (sulla pratica del metodo Stanislaski), Roberto Anglisani (sulle tecniche di narrazione), Guy Callan (su "La commedia dell'Arte" e "la narrazione nel teatro africano").Il metodo d'insegnamento utilizzato è l'insieme di più tecniche, che col tempo sono state rielaborate e che vedono nel teatro uno dei mezzi più significativi per una presenza "scenica" psico-fisica, per la comunicazione, la socializzazione, l'espressione individuale: "il teatro è ciò che si vede, si sente e ti fa pensare".Livia Rosato insegna teatro nelle scuole, segue progetti di formazione per insegnanti e per adulti e realizza spettacoli/ narrazioni per bambini. Per Edizioni Erga nel 2008 ha pubblicato “Teatro con I Promessi Sposi” per secondo ciclo scuola primaria e scuola secondaria di 1° grado.

RASSEGNA TEATRALE ASSICURARSI AI SEDILI – dal 4 al 28 giugno 2014

Il Comune di Paderno Dugnano con il Teatro dell'Armadillo ‐ Teatro Inaudito, inaugura, a partire dal 4 giugno, la prima edizione padernese di Assicurarsi ai Sedili, rassegna di teatro non professionistico e performance.Le finalità della rassegna sono molteplici: mettere in rete, sostenere e incoraggiare le esperienze teatrali non professionistiche già attive in città; promuovere e dare visibilità a chi è impegnato, a livello amatoriale, a fare teatro, nelle sue diverse forme; rinsaldare il nostro essere comunità attraverso il linguaggio teatrale; sostenere le pratiche del teatro con finalità socio‐educative (le scuole, i centri di educazione e riabilitazione…); incentivare le produzioni teatrali; valorizzare i luoghi della città e, non da ultimo, regalare al pubblico molteplici occasioni di divertimento e intrattenimento. Ecco le ragioni per cui l’Amministrazione comunale ha deciso di aderire a questo progetto, avvalendosi della consolidata esperienza di Teatro dell’Armadillo – Teatro Inaudito, curatore dell’analoga rassegna nella città di Rho (www.assicurarsiaisedili.it), già giunta alla settima edizione, dando vita alla prima edizione dell’Assicurarsi ai sedili padernese. Al progetto hanno aderito molte realtà locali tra le quali Compagnia Sylvalen, dei Padernili, Artisti vagabondi, Teatro dell’Armadillo, dei Lettori Ucci… Ucci… Tilanucci, Attori non so, Questo è il fiore del Partigiano, Lumenteatro, Libertamente ecc.

SABATO 21/6 - alle ore 15,00 Pomeriggio “IL NOSTRO MONDO SCRITTO” - POESIE DAL CARCERE DI BOLLATE organizzato dall'Associazione La Conta, con il contributo ed in collaborazione con il Consiglio di Zona 1 del Comune di Milano, che ci sarà, con ingresso libero e gratuito, al CAM GARIBALDI, Corso Garibaldi 27 ang. Via G. Strehler, 2 a Milano.In particolare parteciperanno all’incontro: alcuni DETENUTI del laboratorio di poesia del carcere di Bollate che presenteranno le loro più belle e significative poesie, ANNA MARIA CARPI e MADDALENA CAPALBI, poetesse e PAOLO BARBIERI, giornalista, coordinatori detto laboratorio di poesia, che ci parleranno della loro attività in carcere. Interverranno altresì: ALESSANDRO GIUNGI – Presidente della sottocommissione carceri del Comune di Milano ed alcuni rappresentanti delle istituzioni della Zona 1 che ci parleranno dei progetti di solidarietà per avvicinare il carcere alla società civile. Concluderà l’incontro CIATUZZA – voce e chitarra - che presenterà alcuni dei canti più significativi dai carceri italiani.

SABATO 21/6 - alle ore 21,00: Recital “MÌ SONT UN MILANES SENTIMENTAL - … perchè i milanes pensen minga doma ai danée”con I BARBAPEDANA , organizzato da Milano a Memoria in collaborazione con l'Associazione La Conta , che avrà luogo a Milano a Memoria in Piazza Diaz 7 Milano.

I BARBAPEDANA, costituiti da  Alberto Ressa (voce) e Alessandro Gianelli (chitarra) presenteranno lo spettacolo di musiche, canzoni e storielle. In particolare I Barbapedana dicono che “i sentimenti d’amore, per la nostra città, e di carità, tutti li proviamo ma non sempre ci riesce facile a parlarne. Noi non facciamo eccezione. Per rendere tutto più semplice, li raccontiamo a modo nostro con allegria e qualche riflessione”.

L’ingresso al recital/concerto è di 12 euro cad. E’ gradita la prenotazione telefonando ai numeri: 02.49438217 – 366.8732355 - 329.4709020

I BARBAPEDANA.Alberto Ressa e Alessandro Gianelli  si incontrano per caso grazie ad amici comuni. Scoprono la medesima passione per la storia e la canzone milanese. Così decidono nel 2007 di dar vita al duo "I Barbapedana". Da prima si esibiscono in feste private e in locali che accompagnano le loro canzoni con piatti tipici della cucina milanese e lombarda. In seguito, mantenendo questo filone, cominciano ad approdare al teatro creando spettacoli che hanno per tema la vita e storia della Milano di ieri e di oggi, con un teatro canzone e cabaret. L'approvazione del pubblico li porta oggi ad avere un nutrito repertorio in continua evoluzione ma che non vuole scostarsi dalla tradizione.Dall'osteria di fine '800 alla Milano di oggi, cantando e raccontando della vita quotidiana, delle guerre, della ricostruzione e del boom economico fino ad alla Milano odierna dei grattacieli.Un riassunto di un secolo e più di storia della nostra Città. Un simpatico ed ironico siparietto è dedicato all'amore e un finale che guarda al futuro, ai nuovi milanesi, perchè Milano è sempre stata e sempre sarà la Città "cònt el coeùr in màn" all'ombra della Sua Madonnina.

DOMENICA 22/6 - dalle ore 19,30: Recital “IO VEDO, IO SENTO...E PARLO - MAFIA: DA SUD A NORD - da Ignazio Buttitta a Leonardo Sciascia ed a P.P. Pasolini con TANO AVANZATO, GIULIANO TURONE e il Gruppo ZABARA organizzata da Milano a Memoria in collaborazione con l'Associazione La Conta che ci sarà c/o Milano a Memoria in Piazza Diaz 7 Milano.

In particolare Tano Avanzato, voce recitante e canto, Giuliano Turone, voce recitante, Erminia Terranova, canto, Francesco Denaro, chitarre e Giovanni Avanzato, chitarre, presenteranno un percorso che inizia dal 1947 ed arriva fino ai giorni nostri, con canzoni, brani recitati ed immagini. Da non perdere!

L’ingresso alla serata è di 12 euro cad. Vi saremo grati se vorrete aiutarci nell’organizzazione con vostra prenotazione telefonando ai numeri: 02.49438217 – 366.8732355 - 329.4709020

IL RECITAL “IO VEDO, IO SENTO...E PARLO - Mafia: da Sud a Nord - da Ignazio Buttitta, Leonardo Sciascia a P.P. Pasolini.Partendo dall'immediato dopoguerra (1947 – anno della strage di Portella della  Ginestra), Tano Avanzato e Giuliano Turone ci conducono lungo un itinerario, fatto di canzoni, di brani recitati e immagini che attraversa 60 anni di storia delle mafie.Una storia che inizia in un meridione povero e arcaico e che approda nel ricco ed opulento nord.Un viaggio, nel tempo e nei luoghi, per dire che se è vero come è vero che le mafie nascono nelle regioni meridionali d'Italia, è altrettanto vero che ormai da tanto tempo si sono insediate al nord dove hanno contaminato la vita politica, economica e sociale di questi territori.Ignorare tutto questo, girare lo sguardo da un'altra parte significa, consapevoli o no, favorire oggettivamente la crescita di queste organizzazioni criminali.Perciò, quello di Tano Avanzato è uno spettacolo che inesorabilmente  diventa un monito per tutti (ma in particolar modo per i giovani) e che suggerisce di ribaltare quel concetto di omertà che per secoli ha enormemente contribuito a rendere forti le mafie.Dunque, mai più: “nenti sacciu, nenti vitti, nenti n'tisi” bensì: Io vedo, io so....e parlo.Lo spettacolo è patrocinato dall'Associazione "Saveria Antiochia Omicron"

GIULIANO TURONE ha svolto per molti anni l’attività di giudice istruttore impegnandosi in inchieste di criminalità mafiosa, economica ed eversiva. Tra l’altro, negli anni Settanta, ha istruito il primo processo sulle attività criminali di Cosa Nostra in Lombardia, che ha portato all’arresto del capomafia Luciano Liggio. Successivamente ha condotto insieme con Gherardo Colombo l’inchiesta giudiziaria milanese sulle vicende di Michele Sindona e sull’omicidio Ambrosoli, nel corso della quale vennero scoperti gli elenchi della Loggia massonica P2. È stato pubblico ministero al Tribunale internazionale dell’Aja per l’ex Iugoslavia e giudice della Corte suprema di cassazione. Insegna tecniche dell’investigazione all’Università Cattolica di Milano. Ha pubblicato vari libri: Le indagini collegate nel nuovo codice di procedura penale (Giuffrè); Il delitto di associazione mafiosa (Giuffrè); Il caffè di Sindona. Un finanziere d’avventura tra politica, Vaticano e mafia (insieme a Gianni Simoni, Garzanti); Il caso Battisti (Garzanti).

TANO AVANZATO inizia la sua attività di cantastorie nell’ormai lontano 1991, continuando a fare parte del Gruppo Zabara che ha fondato nel 1990 . Ha ormai al suo attivo centinaia di concerti che negli anni ha tenuto nei vari centri della Sicilia,  del sud e della Lombardia, oltre che in Francia, in Inghilterra e negli Stati Uniti. Nel 2002  ha vinto il premio “MEMORIAL Rosa Balistreri”. Nel 2006 è stato invitato dalla “FONDAZIONE IGNAZIO BUTTITTA” a realizzare una serie di spettacoli didattici per le scuole superiori sul poeta di Bagheria.Sempre con la Fondazione Buttitta ha inciso un brano dal titolo La Tristizza che fa parte di un doppio CD antologico dal titolo La mia vita vorrei scriverla cantando, pubblicato nel dicembre del 2006 a cura dell’Assessorato ai Beni Culturali della Regione Siciliana e che vede la partecipazione dei migliori interpreti del canto popolare siciliano.Nel luglio 2007, edito dalla casa editrice IPSA di Palermo, esce il Cd del Gruppo Zabara, registrato dal vivo, dal titolo: LU TRENU DI LU SULI.Agli inizi di settembre del 2007  è tornato a Gibellina per prendere parte alle  Orestiadi 2007 in uno spettacolo insieme a Etta Scollo, Pier Paolo Petta, Franco Scaldati con la regia di Enrico Stassi e la direzione artistica di Michele La Tona.Da questo spettacolo la Regione Sicilia ha prodotto un cd dal titolo “Nun sugnu poeta” pubblicato nel dicembre 2007.Nel luglio 2008 inizia un tour per l’Italia che lo porta ad appuntamenti importanti quali i Festivals “URLAPADULA” di Carrara e “FINO AL CUORE DELLA RIVOLTA” di Fosdinovo, e ancora a Reggio Emilia e Perugia. A conclusione di questo lungo giro a Settembre, con il Gruppo Zabara è stato ospite dell’Istituto Italiano di Cultura di Grenoble proponendo lo spettacolo “Lu Trenu di Lu suli”.Nell’Aprile 2009 è stato chiamato a Londra dall’USEF ( Unione Siciliani Emigrati e Famiglie)     per la realizzazione dello spettacolo: Ignazio Buttitta: la sua poesia, il suo canto.Nel 2010 ha ripreso la collaborazione con gli ARCHIVI DELLA RESISTENZA e con la BLANCA TEATRO e nell'estate dello stesso anno è tornato in toscana e liguria con lo spettacolo “Ballata per i fratelli Cervi” che ha esordito al Blankanfest di Carrara.Nel  febbraio 2011 esce il cd prodotto dalla “Fondazione Ignazio Buttitta” e patrocinato dall'Assessorato ai Beni Culturali della Regione Siciliana dal titolo: IL POETA IN PIAZZA dedicato al poeta Ignazio Buttitta e registrato durante vari spettacoli realizzati in Italia ed Europa dove Tano Avanzato ha portato l'opera del poeta di Bagheria.Vi saremo grati se vorrete dare diffusione elettronica alle iniziative di cui sopra e/o diffondere le stesse tra le persone che possono esservi interessate. Vi ringraziamo in anticipo

OLTRE A QUANTO SOPRA VI SEGNALIAMO LA SEGUENTE INIZIATIVA

Sabato 21/6 dalle ore 15,00: Giornata “CAROVANA DELLE CULTURE” – una sfilata  allegra e multicolore, per esprimere la bellezza della diversità – un onda di colori,  voci ed espressioni diverse che portano con se equilibrio e felicità,  organizzata da Convergenza delle culture Sanpapiè, I cammini aperti ONLUS, Associazione Unisono Spazio Baluardo, studio 3R, Movimento Alianza Pais e varie altre Associazioni e comitati della zona 8 e non solo. La “CAROVANA DELLE CULTURE” partirà da Piazza Diocleziano e percorrerà le vie del quartiere fino ad arrivare in Piazza Prealpi a Milano. La partecipazione alla “CAROVANA DELLE CULTURE” è libera e gratuita. Per altre informazioni vedi pagina Facebook “carovanadelleculture”

Per prenotare la cena del 19/6 p.v. e per avere informazioni sulle inziative sopra indicate, scrivere una mail a: laconta@interfree.it  

Per altre informazioni e per ricevere i programmi delle nostre iniziative clicca “MI PIACE” sulla pagina Facebook: LA CONTA Associazione Onlus

SCEGLI DI DESTINARE IL TUO 5 PER MILLE ALL'ASSOCIAZIONE LA CONTA ONLUS - IL NOSTRO CODICE FISCALE E' IL N. 97251850158

ASSOCIATEVI A “LA CONTA – ONLUS” - PER CONTRIBUIRE CONCRETAMENTE ALLA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO ASSOCIATIVO DI SOLIDARIETA' SOCIALE E DI VALORIZZAZIONE DELLA CULTURA POPOLARE

Per associarsi è sufficiente presentarsi in uno dei luoghi sopra indicati nell'orario dell'attività e rivolgersi al coordinatore presente.

Per sostenere l’attività dell’ASSOCIAZIONE LA CONTA ONLUS versa una donazione sul nostro conto corrente c/o Banca Prossima di Milano IBAN: IT16V0335901600100000017007

Associazione La Conta O.N.L.U.S. Milano - e mail: laconta@interfree.it

1129 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria