Lunedì, 13 luglio 2020 - ore 03.27

LNews-CORONAVIRUS.CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA, RIZZOLI: REGIONE AUTORIZZA OLTRE 3.000 DOMANDE AL GIORNO.SITO INPS NON AGGIORNATO

Sul sito regionale, pubblichiamo quotidianamente i decreti che inviamo all'INPS, in modo che tutti possano verificare l'avanzamento delle domande autorizzate".

| Scritto da Redazione
LNews-CORONAVIRUS.CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA, RIZZOLI: REGIONE AUTORIZZA OLTRE 3.000 DOMANDE AL GIORNO.SITO INPS NON AGGIORNATO

LNews-CORONAVIRUS.CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA, RIZZOLI: REGIONE AUTORIZZA OLTRE 3.000 DOMANDE AL GIORNO.SITO INPS NON AGGIORNATO

"Sono oltre 66.000 le domande pervenute per circa 200.000 lavoratori che possono andare in banca a chiedere l'anticipazione, sociale della cassa integrazione per 1.400 euro forfettari. Ogni giorno stiamo autorizzando oltre 3.000 domande di Cassa integrazione in deroga e arriveremo presto a completare l'invio delle richieste.

Sul sito regionale, pubblichiamo quotidianamente i decreti che inviamo all'INPS, in modo che tutti possano verificare l'avanzamento delle domande autorizzate".

Lo dice l'assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro, Melania Rizzoli, intervenendo sulle polemiche riguardanti la Cassa integrazione in deroga e sottolineando come "il sito dell'Inps non sia aggiornato tempestivamente in quanto oggi riporta solo il numero dei decreti inviati fino a venerdi' di settimana scorsa".

"Regione Lombardia ha dovuto gestire situazioni ben piu' complesse e differenziate rispetto altre Regioni, per effetto del susseguirsi dei decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri che hanno diviso il territorio lombardo in 'zone rosse e gialle' con effetti giuridici diversi proprio sulla gestione della Cassa Integrazione in deroga. Non solo per questo motivo e' quindi inappropriato paragonarci ad altre Regioni – aggiunge l'assessore Rizzoli - ma anche per la densita' di imprese lombarde per cui le domande presentate nel nostro portale sono piu' del doppio di quelle presentate alla seconda regione".

"Consapevoli di queste differenze e sulla scorta dell'esperienza dell'ultima gestione di ammortizzatori in deroga – ricorda ancora l'assessore - abbiamo subito previsto di affiancare l'accordo sull'anticipazione sociale siglato tra ABI e parti sociali, alla presenza del Ministro del Lavoro, con un Fondo di Garanzia regionale con 5,5 milioni di euro del bilancio regionale. In questo modo, abbiamo voluto evitare ai lavoratori sospesi dal lavoro di non vedersi erogata l'anticipazione delle indennita', fornendo allo stesso tempo al sistema bancario una garanzia regionale per la copertura di ogni rischio. Peraltro, il nostro Fondo di Garanzia non copre solo i lavoratori beneficiari della cassa integrazione in deroga decretata da noi, ma anche quelli in cassa integrazione ordinaria per cui anche la decretazione e' competenza dell'INPS".

"Abbiamo anche ottenuto - continua l'assessore Rizzoli – che l'ABI precisasse che per l'anticipazione sociale delle indennita' fosse sufficiente la presentazione della semplice richiesta di cassa fatta dai datori di lavoro, in modo da velocizzare al massimo l'intero processo. Nella sezione dedicata al Lavoro del sito internet di Regione Lombardia, i lavoratori sospesi dal lavoro possono trovare la copia della richiesta di cassa integrazione fatta dai loro datori di lavori da portare con se' nelle filiali delle banche in cui vanno a chiedere l'importo dovuto, assieme alla circolare ABI, a scanso di ogni equivoco".

(LNews)

2 maggio 2020

 

410 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online