Venerdì, 14 agosto 2020 - ore 16.46

Lombardia Alberti (M5S): ‘Moratoria discariche: con il M5S al Governo il Paese può finalmente avere una svolta green’

Il consigliere regionale Ferdinando Alberti (M5S) commenta il parere favorevole del Governo all'ordine del giorno sulla moratoria per le discariche "Non ne avevo dubbi ma ora che il Governo a trazione Movimento 5 Stelle ha dato parere favorevole all'ordine del giorno sulla moratoria per le discariche, ne abbiamo tutti conferma: la vera svolta green è con il M5S.”

| Scritto da Redazione
Lombardia Alberti (M5S): ‘Moratoria discariche: con il M5S al Governo il Paese può finalmente avere una svolta green’

Lombardia Alberti (M5S): ‘Moratoria discariche: con il M5S al Governo il Paese può finalmente avere una svolta green’

Il consigliere regionale Ferdinando Alberti (M5S) commenta il parere favorevole del Governo all'ordine del giorno sulla moratoria per le discariche  "Non ne avevo dubbi ma ora che il Governo a trazione Movimento 5 Stelle ha dato parere favorevole all'ordine del giorno sulla moratoria per le discariche, ne abbiamo tutti conferma: la vera svolta green è con il M5S.”

Continua Alberti: “Ci avevamo già provato la scorsa legislatura con un ordine del giorno da me presentato che impegnava l'esecutivo -allo stesso modo del testo approvato in questi giorni- a valutare l'adozione di diverse misure a favore dell'ambiente e della salute dei cittadini bresciani, tra le quali la moratoria sugli impianti di smaltimento in provincia di Brescia. All’epoca la maggioranza di centrosinistra aveva bocciato ogni nostro tentativo. Ma oggi la musica cambia. Se c'è un'apertura è perché al Governo c'è il Movimento 5 Stelle che tramite i suoi parlamentari bresciani e di altri orientamenti politici ha portato la situazione della Provincia di Brescia all'attenzione del Ministro dell'Ambiente Sergio Costa”

Ancora Alberti: “Le medesime istanze che oggi leggiamo nell'odg approvato ieri alla Camera dei Deputati erano poi già confluite in una proposta di legge a mia prima firma nella passata legislatura. La proposta -che chiamammo "Brescia Terra dei Veleni"- ricalcava proprio il Decreto Legge 136/2013 (meglio conosciuto come "Decreto Terra dei Fuochi") richiamato nell'odg approvato. La sfida che ci attende è impegnativa, e gli ostacoli sono molteplici. Fra questi c'è la Regione Lombardia, competente in materia, che per voce del suo Assessore all'Ambiente Cattaneo ha già comunicato che non c'è l'intenzione di sospendere, anche solo temporaneamente l'iter autorizzativo per nuove discariche o per l'ampliamento di siti esistenti. Secondo Cattaneo infatti la Regione avrebbe già fatto tutto quello che poteva fare con l'approvazione del Fattore di Pressione. Ma forse Cattaneo non sa che il tanto elogiato Fattore di Pressione è stato messo in crisi da una società che proprio nel bresciano ne ha impugnato gli effetti di fronte al Tribunale Amministrativo, vedendosi dare ragione. Nel magico mondo di Cattaneo forse sono tutti rose e fiori, ma nella realtà la situazione è assai difficile. Le richieste di autorizzazione per nuovi siti di stoccaggio di rifiuti non cessano, il trend di rifiuti speciali provenienti da fuori regione è in continuo aumento e le normative oggi in vigore non permettono ai cittadini bresciani di stare tranquilli.”

Conclude Alberti: “Il Movimento 5 Stelle depositerà la proposta di legge anche in questa legislatura. Ci aspettiamo venga sostenuta e votata da tutti i parlamentari bresciani e dai loro gruppi in Parlamento, affinché la salute dei cittadini e l'ambiente in cui vivono possano tornare ad essere priorità condivise".

271 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online