Martedì, 31 marzo 2020 - ore 18.03

#LottacoronavirusCremona Gianluca Galimberti OGNI GIORNO 153 PASTI E 450 CONSEGNE DI SPESE E FARMACI A DOMICILIO (30/03/20 ore 8)

Si ringraziano :Auser Comprensorio di Cremona, Gli Amici di Robi, Acli Cremona, Arci Cremona, Associazione amici di Gianni e Massimiliano Onlus , Associazione La Città dell'Uomo, Scout CNGEI Cremona, Circolo Arcipelago, Lyons Club, Circolo Atlante, Associazione Latinoamericana di Cremona, Associazione Progetto "No Spreco", Associazione Alpini Cremona, Coop. Varietà / Civico 81, Triathlon Team, Associazione Dal Naso Al Cuore - Vip Cremona, Drum Bun, CSV Cremona, Forum Terzo Settore Cremona e cremonese

| Scritto da Redazione
#LottacoronavirusCremona Gianluca Galimberti OGNI GIORNO 153 PASTI E 450 CONSEGNE DI SPESE E FARMACI A DOMICILIO  (30/03/20  ore 8) #LottacoronavirusCremona Gianluca Galimberti OGNI GIORNO 153 PASTI E 450 CONSEGNE DI SPESE E FARMACI A DOMICILIO  (30/03/20  ore 8)

#LottacoronavirusCremona Gianluca Galimberti Un minuti di silenzio e bandiere a mezz'asta (31/03/20  ore 13) 

Aggiornamento  31 marzo 2020 ore 13

BANDIERE A MEZZ’ASTA A PALAZZO COMUNALE E MINUTO DI SILENZIO  Per chi non ce l’ha fatta. Per chi sta lottando. Per chi è in prima linea per sconfiggere questo virus. Per #cremona e per l’Italia che sta soffrendo. Ma che ce la farà! #restiamouniti

 

Aggiornamento  30 marzo 2020 ore 8

OGNI GIORNO 153 PASTI E 450 CONSEGNE DI SPESE E FARMACI A DOMICILIO: GRAZIE AI 250 VOLONTARI DI #CREMONAIUTA   Questi sono solo alcuni dei volti di ragazzi, donne e uomini che in questo momento di emergenza hanno aderito all’iniziativa #cremonaiuta, iniziativa che coordina i volontari impegnati in azioni quotidiane a sostegno delle persone più fragili, in particolare sole e non autonome. Sono 250 i volontari che si sono fatti avanti. Consegnano a domicilio la spesa, i pasti, i farmaci e aiutano nelle azioni di prossimità richieste attraverso i numeri dei Servizi Sociali e dell’Auser. Tutti individuabili perché indossano una pettorina con apposito logo, sponsorizzata dall’Unitalsi (a cui va il nostro grazie!).  153 pasti consegnati ogni giorno, 450 spese e farmaci recapitati a casa, oltre 300 persone raggiunte nell’ultima settimana (36% singoli e 64% nuclei familiari). A tutti questi volontari il nostro grazie. #cremona sta dimostrando ancora una volta di essere una comunità reale e concreta, che non esiste di per sé, ma sta e vive nella quotidiana costruzione di legami e nella creazione di relazioni e di prossimità.  E per chi volesse aderire (maggiorenni e residenti a Cremona), la mail a cui dare la disponibilità è volontari@comune.cremona.it

Si ringraziano :Auser Comprensorio di Cremona, Gli Amici di Robi, Acli Cremona, Arci Cremona, Associazione amici di Gianni e Massimiliano Onlus , Associazione La Città dell'Uomo, Scout CNGEI Cremona, Circolo Arcipelago, Lyons Club, Circolo Atlante, Associazione Latinoamericana di Cremona, Associazione Progetto "No Spreco", Associazione Alpini Cremona, Coop. Varietà / Civico 81, Triathlon Team, Associazione Dal Naso Al Cuore - Vip Cremona, Drum Bun, CSV Cremona, Forum Terzo Settore Cremona e cremonese

Rosita Viola

 

Aggiornamento  29 marzo 2020 ore 10

MARTEDÌ ALLE 12 COMMEMORIAMO LE VITTIME DI QUESTA EPIDEMIA CON BANDIERA A MEZZ’ASTA E UN MINUTO DI SILENZIO  Martedì 31 marzo, alle ore 12, bandiera a mezz'asta sul Palazzo del Comune e un minuto di silenzio. Aderiamo anche noi all'iniziativa promossa a livello nazionale dai sindaci per commemorare le vittime dell'epidemia da COVID-19. Io non potrò essere fisicamente davanti al Comune con la fascia tricolore perché ancora in quarantena. Ci sarà il Vice Sindaco Andrea Virgilio.

AMO TROPPO IL MIO LAVORO : Ho detto sì d'istinto, perché sono fatta così. Quando avevo già accettato, mia madre ha provato a farmi cambiare idea. Io le ho risposto: mamma, non mi fermi, ho sempre sognato di lavorare in corsia, è la mia vita. Per di più in un momento come questo, nella mia terra, con l'Italia che ha bisogno". Stefania Pini, 40 anni, due lauree (ostetricia e medicina) all'Università di Parma, precaria, è uno di quei medici non ancora specializzati che, pur davanti al rischio di contagio, hanno risposto senza esitazioni all'appello dell' ASST di Cremona - Azienda Socio - Sanitaria Territoriale per reclutare nuovi professionisti da affiancare ai loro colleghi del Maggiore stremati dalla lotta con il coronavirus. "Dopo due settimane sono crollata psicologicamente e fisicamente perché vedere morire le persone non fa star bene. La morte la si accompagna, ma non è accettabile...Ho anche visto tanti malati migliorare, guarire. Una soddisfazione enorme. E' un successo della medicina ma anche della persona, il corpo umano è splendido di per sé e, a volte, la natura ci stupisce". "So che il mio lavoro è a rischio ma lo amo troppo. Di fronte a un'emergenza così non potevo dire di no, voglio essere sul campo, era impossibile sottrarmi a questo desiderio. La paura non può impedirmi di fare ciò per cui sono nata".

Aggiornamento  28 marzo 2020 ore 10

IL TRICOLORE SUL NOSTRO TORRAZZO : “Ne usciremo certamente, insieme, anche questa volta!” (Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica) Grazie a Giochi di luce, Diocesi Di Cremona e Pro Cremona. Un messaggio all'Italia, per l'Italia, da Cremona. Torneremo più forti di prima.

#StayStrong   Abbiamo reinventato le nostre giornate, grazie a smartworking e connessioni web con le quali incontriamo anche i nostri amici e familiari, entrando nelle loro case in un modo nuovo, vedendoli come mai abbiamo fatto finora. Come raccontarlo? Ci proviamo con questa clip realizzata grazie alla partecipazione di Renato Mc Febbo Frattolillo âÂÂÂÂÂœÂÂÂÂÂŒï¸Â e di alcuni ragazzi che partecipano ai progetti di Cr_Wave Giona Coop Nazareth Lagaredesgars e Cosper s.c.s Impresa sociale. E voi come passate le vostre giornate?

#cremona #inLombardia #andràtuttobene #thinkpositive #iorestoacasa #videomusicale #iorestoacasaesuono

GUARDA IL VIDEO CLICCA QUI

SOSPENDIAMO I PAGAMENTI DI TUTTI I TRIBUTI COMUNALI Per dare un po’ di sollievo a famiglie e imprese in questo momento di emergenza, abbiamo deciso di sospendere i pagamenti dei tributi comunali.

Slittano quindi le scadenze che erano previste tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020 di:

-TARI (Tassa Rifiuti): la prima rata è rinviata al 1° giugno 2020; la seconda al 30 settembre 2020; la terza al 15 dicembre 2020;

- Imposta di pubblicità e diritti pubbliche affissioni: la scadenza è rinviata al 30 giugno 2020;

- Imposta di soggiorno: l’applicazione del tributo è rinviata al 1° gennaio 2021;

- Rette asili nido e scuole infanzia: sospese sino al 30 aprile 2020;

- Mensa scuole primarie: la retta è sospesa sino al 30 aprile 2020;

- COSAP (Canone occupazione spazi ed aree pubbliche permanenti): la scadenza è rinviata al 30 giugno 2020;

- Illuminazione votiva: la scadenza è rinviata al 30 novembre 2020;

- Canoni impianti sportivi comunali: tutte le scadenze sono rinviate al 30 novembre 2020.

Abbiamo sospeso anche la riscossione della rate in scadenza tra l’8 marzo 2020 e il 31 maggio 2020 dei debiti tributari e dei debiti non tributari riferiti a tutte le entrate comunali.

-Per la sospensione non applichiamo sanzioni ed interessi. I contribuenti sono comunque liberi di non avvalersi di questa sospensione.

Un piccolo ma significativo segnale di attenzione verso cittadini e imprese!  Maurizio Manzi

Aggiornamento  26 marzo 2020 ore 15

STO MEGLIO ANCHE SE ACCIACCATO. NON ABBASSIAMO LA GUARDIA E LAVORIAMO A NUOVE EMERGENZE E NUOVI BISOGNI SOCIALI E SANITARI!

Guarda il video di Gianluca Galimberti

LAVORIAMO AD UNA PIATTAFORMA PER CONSENTIRE AI BAMBINI DELLE SCUOLE INFANZIA E DEGLI ASILI NIDO DI RIVEDERSI INSIEME :  Come restare vicini ai bambini ed alle famiglie anche in questo lungo periodo di sospensione delle attività educative? E come fare per comunicare a distanza con i più piccoli? Le insegnanti delle scuole comunali in questi giorni stanno contattando telefonicamente ogni famiglia per sentirsi, per salutare i bambini e parlare con loro condividendo questo momento difficile e cercando di essere d’aiuto e di supporto per quanto possibile. Le telefonate sono in corso, ma le prime restituzioni riportano come principale e comune riscontro la gioia di risentirsi e di condividere ancora una relazione con le maestre nonostante tutto. E nel frattempo, stiamo lavorando a nuovi video con letture, proposte di giochi e attività da mettere a disposizione ancora sul sito del Comune. E a una nuova piattaforma che consenta ai bambini delle 34 sezioni di scuola infanzia, e se possibile anche a quelli delle 14 sezioni di asilo nido, di rivedersi tutti insieme!

Il grande cuore della liuteria batte forte: Un gesto in cui è racchiusa la riconoscenza dei due benefattori verso Cremona, la città che ha insegnato loro non solo i segreti dell’arte liutaria ma anche importanti valori, la città che è la capitale della liuteria mondiale”. Due liutai cinesi, in assoluto tra i più famosi, Zheng Quan e Gao Tong Tong, hanno donato, in tutto, 15.000 mascherine alla nostra città, attraverso la mediazione di Simeone Morassi e dell'Associazione Liutaria Italiana. Il grande cuore della liuteria batte forte, varca le frontiere, unisce i popoli e scalda Cremona, in lotta con il coronavirus.

PORTALE CREMON SPESA  A DOMICILIO SBARCA ANCHE A TARANTO E FIRENZE : "Sono una giovane cremonese che, in questa fase di emergenza, rimanendo a casa ha cercato comunque di fare qualcosa di utile per i cittadini, le imprese, la nostra città". Condividiamo volentieri e con orgoglio l'iniziativa di Bea Baldricchi e Dueper Design che insieme hanno creato, rigorosamente in modalità smart working, un portale gratuito per cercare i servizi a domicilio in città. E l'hanno condiviso. Infatti, questa interessante esperienza digitale, nata dal basso, è stata esportata a Taranto e sta per sbarcare a Firenze.Sono circa 70 le attività presenti al momento sul portale con contatti e informazioni utili, ma il sito è in continuo aggiornamento anche grazie alle segnalazioni delle stesse attività.

COMUNE E SOCIETÀ SPORTIVE INSIEME PER #IOMIALLENOACASA :"Rimanere a casa non significa necessariamente passare le giornate sul divano a guardare la tv. Ci sono tanti esercizi che si possono fare anche stando in salotto per passare il tempo e tenersi in forma. Se ognuno di noi fa la propria parte ce la faremo. Forza Italia!". Con le parole di Sveva Gerevini, campionessa della Atletica Arvedi nella nazionale italiana, abbiamo lanciato una nuova iniziativa che si chiama #iomiallenoacasa, realizzata dall'Assessorato allo sport (Zanacchi Luca) in collaborazione con le società sportive e i personal trainer.  Si tratta di video lezioni inviati dalle realtà sportive cremonesi per chi, anche in questo periodo di emergenza in cui è importante stare a casa, vuole mantenersi in forma con l'aiuto di atleti e personale qualificato e capace. Sul sito del Comune (https://www.comune.cremona.it/iomiallenoacasa ) trovate i video che saranno aggiornati con nuove proposte. È lo sport che si adegua, cambia, soffre con la sua comunità ma è pronto a ripartire appena le condizioni lo permetteranno, più forte di prima!

Aggiornamento  25 marzo 2020 ore 11

IL CORO DI MUSICOLOGIA CANTA A DISTANZA PER CREMONA : "E' un pensiero per la nostra #cremona, da cui siamo per ora lontani e ove speriamo di tornare al più presto. Speriamo di poter cantare presto queste note insieme, nella nostra città". Così mi ha scritto ieri Emanuele, uno studente del Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali - Cremona che canta nel Coro della Facoltà di Musicologia. Un dono che questi ragazzi che studiano a Cremona fanno alla città. Con gratitudine e commozione, lo condivido con tutti voi!

GUARDA IL VIDEO

CONTROLLI ANCHE COL DRONE A PARCO PO :I parchi sono chiusi e gli spostamenti non sono permessi se non per lavoro, salute, assoluta urgenza, situazione di necessità. I controlli anche da parte della nostra Polizia Locale continuano. Ieri per verificare la situazione di spostamenti ed assembramenti i vigli hanno utilizzando anche un drone partito da Parco Po. Continuiamo a vigilare sul rispetto delle misure. È importante non abbassare la guardia. Per il bene di tutti!

DA GIOVEDI CHIUDIAMO LA PIATTAFORMA DI S. ROCCO : Da giovedì 26 marzo fino al 15 aprile prossimo (compreso), la piattaforma per la raccolta differenziata di San Rocco rimarrà chiusa. Abbiamo preso questa decisione in linea con le disposizioni statali e regionali per ridurre ancora di più gli spostamenti sul territorio comunale.  Ovviamente resta il divieto di abbandonare in strada tutti i rifiuti, compresi quelli ingombranti o pericolosi, divieto su cui vigileremo con assoluta rigidità e intransigenza. Il servizio di igiene urbana continua ad essere garantito e prosegue regolarmente la raccolta differenziata porta a porta.

I MUSEI SONO CHIUSI E GLI EVENTI SONO SOSPESI, MA L'ARTE E LA CULTURA ARRIVANO COMUNQUE NELLE VOSTRE CASE : I Musei Civici Cremona Musei e il Museo del Violino sono chiusi ma abbiamo deciso comunque di portare l'arte e la cultura nelle case dei cittadini proponendovi dei contenuti multimediali anche inediti.  La Pinacoteca ha già pubblicato un'interessante anteprima della mostra su Orazio Gentileschi, rimandata in autunno;

- Il Museo Archeologico proporrà una serie una serie di quiz per grandi e bambini con cui cimentarsi in famiglia;

-Il Museo di Storia Naturale e la Piccola biblioteca ci faranno riflettere su alcune parole chiave per aiutarci a scoprire il mondo che ci circonda;

-Il Museo della Civiltà Contadina "Cambonino vecchio" ha già cominciato ad insegnarci alcune ricette popolari da riscoprire nelle nostre cucine;

-Il Centro Fumetto "Andrea Pazienza" ci proporrà alcune tavole ambientate nel mondo dei musei;

-Il Museo del Violino ha già condiviso un tour virtuale nelle sue splendide sale accompagnato dal suono del violino Stradivari 1727 "Vesuvio" suonato da Lena Yokoyama Violinist e tanti altri contenuti sono in arrivo...

L'invito è quello di seguire le pagine social dei nostri musei per continuare a vivere la bellezza della nostra città e della nostra cultura, elemento fondamentale per sentirsi e riscoprirsi comunità anche nei momenti difficili. Con l'impegno e la speranza di ritrovarci il più presto possibile insieme

Aggiornamento  23 marzo 2020 ore 20

CORONAVIRUS - IN ATTESA DI CHIARIMENTI, ADOTTIAMO LE MISURE PIÙ STRINGENTI SU IMPRESE, ASSEMBRAMENTI, STUDI PROFESSIONALI, ALBERGHI, ATTIVITÀ ALL'APERTO

Rispetto alle misure più stringenti ci sono due testi di riferimento: il decreto del Governo e l’ordinanza della Regione Lombardia che su alcuni punti dicono cose differenti. In attesa di chiarimenti dal Governo, oggi con la Prefettura su questi temi, abbiamo deciso di adottare comunque le disposizioni più rigide, dunque:

-sono sospese tutte le attività produttive industriali e commerciali ad eccezione di quelle nell'allegato del Governo. Quelle non presenti nell’allegato ma funzionali alle filiere nell’allegato e quelle a ciclo continuo dalla cui interruzione deriva un grave pregiudizio all'impianto stesso o pericolo di incidenti, devono prendere contatti con la Prefettura;

-sono vietati gli assembramenti di più di 2 persone nei luoghi pubblici. Deve comunque essere garantita la distanza di sicurezza dalle altre persone;

-sono chiuse le attività degli studi professionali salvo quelle relative ai servizi indifferibili ed urgenti o sottoposti a termini di scadenza e salvo quelle svolte in modalità smart working;


- sono ferme le attività nei cantieri;

- sono vietati lo sport e le attività motorie svolte all’aperto, anche singolarmente, se non nei pressi delle proprie abitazioni. Nel caso di uscita con l’animale di compagnia per le sue necessità fisiologiche, la persona è obbligata a rimanere nelle immediate vicinanze della residenza o domicilio e comunque a distanza non superiore a 200 metri, con obbligo di documentazione agli organi di controllo del luogo di residenza o domicilio;

- sono chiuse tutte le strutture ricettive, salvo per esigenze collegate alla gestione dell’emergenza (pernottamento di medici, isolamento di pazienti, ecc.).

Aggiornamento  22 marzo 2020 ore 20

CORONAVIRUS - PUBBLICATO  IL DECRETO DEL GOVERNO SULLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE INDUSTRIALI E COMMERCIALI -

- sono sospese tutte le attività produttive industriali e commerciali ad eccezione di quelle nell'allegato, di quelle funzionali alle filiere in allegato (in questo caso previa comunicazione al Prefetto) e di quelle organizzate in modalità a distanza;

- è consentita l'attività di produzione, trasporto, commercializzazione e consegna di farmaci, tecnologia sanitaria e dispositivi medici-chirurgici, di pordotti agricoli e alimentari;

-sono consentite le attività degli impianti a ciclo produttivo continuo dalla cui interruzione derivi un grave pregiudizio all'impianto stesso o pericolo di incidenti, previa comunicazione al Prefetto;

-le attività che continuano devono rispettare il protocollo per il contrasto e il contenimento alla diffusione del virus.

Ci impegniamo ad approfondire il decreto con la Prefettura e in Giunta, mettendolo in relazione con l'ordinanza regionale, per poter dare le risposte più puntuali possibili ai tanti cittadini che giustamente fanno domande.

Aggiornamento  22 marzo 2020 ore 10

CORONAVIRUS - SONO POSITIVO E IN QUARANTENA. IL LAVORO PER LA CITTÀ CONTINUA -

Ho il Coronavirus. Sono risultato positivo al tampone. Anche io, come tanti altri cittadini purtroppo. Ho febbre e un po’ di tosse e raffreddore, ma non ho problemi respiratori e spero di non averne anche nei prossimi giorni.

Devo tenermi monitorato e rallentare i ritmi perché non sono in forma, ma continuo a lavorare dalla nostra casa, in quarantena, per la città, in contatto con la squadra della Giunta e del Comune che ringrazio infinitamente, con le altre Istituzioni, con Governo, Regione e gli altri sindaci.

La notizia mi è arrivata ieri, ma ho atteso a comunicarlo perché prima ho voluto condividerlo con la mia famiglia. In questo momento sono un po’ preoccupato per loro, per Anna e i ragazzi e i miei genitori. E poi occorreva organizzare la ‘divisione’ degli spazi in casa. Io separato dagli altri e tutti in quarantena. Molti altri l’hanno già sperimentato.

Continuerò ad aggiornarvi sulla situazione. Vi chiedo ancora di rispettare le misure che ci sono, comprese le ultime introdotte che sono, come noi sindaci avevamo chiesto, ancora più restrittive (stiamo approfondendo ordinanza regionale e decreto governativo e daremo informazioni).

Dobbiamo avere speranza, forza e coraggio. Pensare a noi pensando agli altri. Tutelare gli altri tutelando noi stessi.

Uniti, insieme, riusciremo a farcela!

Aggiornamento  21 marzo 2020 ore 20

CORONAVIRUS - CALL CON IL PRESIDENTE CONTE : Oggi con i sindaci di Bergamo Giorgio Gori, di Brescia Emilio Del Bono, di Piacenza Patrizia Barbieri, abbiamo avuto una call con il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che ringrazio.Ha voluto parlare con noi per condividere la situazione eccezionale di emergenza che stiamo vivendo. Gli abbiamo rappresentato le esigenze e le necessità che abbiamo e abbiamo chiesto ulteriori misure più restrittive per fermare questo virus. Ci ha garantito che alle nostre vitali necessità stanno arrivando ulteriori risposte da parte del Governo e ha rappresentato la sua vicinanza a tutti i cittadini. È un segno importante per #cremona. Abbiamo bisogno di un Governo che faccia da regia e che ci supporti in questa emergenza. Perché possiamo superarla non da soli ma insieme questa drammatica sfida, per noi e per il paese!

CORONAVIRUS - OLTRE AI PARCHI CHIUSE ANCHE LE AREE CANI : Stamattina abbiamo esaminato nel Comitato per la sicurezza e l'ordine pubblico le disposizioni aggiuntive del Governo. Oltre alla chiusura dei parchi, prevista dal Governo, per limitare il più possibile il rischio di assembramenti e di spostamenti oltre l'area vicina alla propria abitazione, abbiamo predisposto anche la chiusura di tutte le 11 aree cani presenti in città. Invitiamo i padroni dei cani a limitare la necessaria sgambata dei propri animali intorno alla propria abitazione, mantenendo tutte le precauzioni in vigore compresa quella della distanza minima e al rispetto inderogabile dell'igiene pubblica e del decoro, raccogliendo gli escrementi dei propri cani. Predisporremo dove possibile impedimenti fisici all'ingresso dei parchi e delle aree cani e metteremo dei cartelli. Vi chiediamo di attenervi con rigore anche a queste ulteriori disposizioni. La Polizia vigilerà sul rispetto di questa ordinanza.

Aggiornamento  20 marzo 2020 ore 20

Ospedale da Campo : inaugurato presso il presidio medico di Cremona, alla presenza dell’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, un ospedale da campo per il Coronavirus con 68 posti letto, donato dalla Ong americana appartenente alla Chiesa cristiano evangelica Samaritan’s Purse.

CORONAVIRUS - IL MATERIALE DIDATTICO CHE NON SI PUÒ COMPRARE E IL DIVARIO DIGITALE : Ma se gli articoli di cancelleria non si possono vendere come facciamo a recuperare quaderni e penne per far fare i compiti a casa ai bambini? E come facciamo a fotocopiare o stampare le schede degli esercizi se non possediamo una stampante?

In questi giorni stiamo ricevendo molte segnalazioni di mamme e papà che ci sottopongono queste criticità. Per decreto governativo il materiale didattico non si può vendere e le copisterie sono chiuse. Non ci sono molte soluzioni se non quella di acquistare on-line il materiale didattico facendo ordini solo nei casi strettamente necessari.

E facciamo un appello ai dirigenti scolastici e agli insegnanti (già reso pubblico dall’Assessore Maura Ruggeri): evitate di fare riferimento ad allegati che richiedono stampe o supporti cartacei aggiuntivi e utilizzate il più possibile testi e materiale didattico di cui gli alunni già dispongono.

C’è poi il tema non banale del divario didattico digitale. Non tutte le famiglie possiedono strumenti adeguati (connessione e computer) che consentono l’accesso alla didattica digitale. In questa fase di emergenza è difficile, quasi impossibile, recuperare questo divario ma il tema esiste e ci sta a cuore. E deve interrogarci tutti, a partire dal mondo della scuola, e farci lavorare sull’oggi e soprattutto sul dopo!

CHIUSE LE CASE DELL’ACQUA IN VIA PERSICO E A PO : Con Padania Acque SpA abbiamo chiuso le case dell’acqua: la Fonte Persico in via Persico e la Fonte Padus a Po. Una misura che si è resa necessaria per evitare assembramenti di persone e comportamenti non rispettosi delle disposizioni in vigore a tutela della salute pubblica. L’invito che facciamo con Padania è quello di consumare l’acqua delle nostre case, protetta e controllata, sicura e di ottima qualità, limitando così sia gli spostamenti, sia il consumo di plastica.

 

Aggiornamento  20 marzo 2020 ore 12

CORONAVIRUS - PRONTO L’OSPEDALE DA CAMPO DEI SAMARITANI

A chi ha ancora dei dubbi se questa è o non è un'emergenza da prendere sul serio voglio dire: guardate queste foto. Hanno dovuto allestire un ospedale da campo fuori dal nostro ospedale con 60 letti di cui 8 di terapia intensiva perché non sappiamo più dove mettere le persone che si ammalano e che hanno bisogno di cure.

Grazie, di nuovo grazie, agli operatori sanitari in prima linea da un mese, alla Ong Samaritan’s Purse U.S. Disaster Relief che dall'America è venuta ad aiutarci, al Governo che li ha assegnati alla nostra città, all’ ASST di Cremona - Azienda Socio - Sanitaria Territoriale, all’ ATS della Val Padana e a Regione Lombardia, alla Fondazione #unitiperlaprovinciadicremona e a Finarvedi, alle donne e agli uomini del Comune di Cremona e della Protezione Civile, delle forze armate e delle forze dell’ordine, a tutti quelli che hanno sostenuto il progetto, a tutti quelli (e sono tanti) che stanno dando una mano.

Avanti, insieme, ancora e ancora, con rigore e rispetto. Per gestire la situazione, superarla e ricominciare!

-------------------------

CORONAVIRUS - SPESA E PIATTI DIRETTAMENTE A CASA TUA: ELENCO DEGLI ESERCIZI CHE FANNO SERVIZIO A DOMICILIO!

Una ventina di attività tra fornerie ed alimentari e sedici ristoranti, più due ottici. Con le associazioni di categoria abbiamo pubblicato un elenco (che aggiorneremo di volta in volta con nuove adesioni) di attività cittadine disponibili a fornire spesa, piatti e servizi a domicilio.

Uno strumento che mettiamo a disposizione dei cittadini. Ci sono anche i contatti telefonici e mail per avere più informazioni. È anche un modo per continuare a sostenere le nostre attività in questa fase di emergenza!

https://www.comune.cremona.it/node/494689…

Le Botteghe del Centro di Cremona Confcommercio Confesercenti della Lombardia Orientale sede territoriale di Cremona Confartigianato Cremona Cna Cremona Sistema Impresa - Asvicom Cremona

Aggiornamento  19 marzo 2020 ore 20

CORONAVIRUS - LA CREMONA CHE CORRE SI FERMA L’APPELLO di Luca Zanacchi

La #cremona che corre si ferma. Pubblichiamo l'appello dell'Assessore allo Sport Zanacchi Luca e delle associazioni podistiche di Cremona a tutti gli sportivi: “Fermiamo gli allenamenti all’aperto di corsa, a piedi, in bicicletta. Alleniamoci a casa!"

"Lo sport ci ha sempre insegnato a fare grandi sacrifici, adesso ce ne viene chiesto uno piccolo per raggiungere un obiettivo grande: rimaniamo a casa. Prima usciamo dall'emergenza, anche rimanendo a casa, prima torneremo a correre e gareggiare!"

Hanno aderito e li ringraziamo il Comitato Podismo Cremonese, Cremona runners e Maratonina di Cremona, K3 Triathlon, Gruppo Podistico Maiandi, ASD Marathon Cremona, RunToMe ASD, Triathlon Duathlon Cremona, Fidal Cremona, CremonaCorre, Stradivari Triathlon Team, 3C Compagnia Corridori Cremonesi.

#iorestoacasa

GUARDA IL VIDEO APPELLO DI LUCA ZANACCHI

-------------------------

Manda la tua lettera : 24 studenti i mittenti, 24 anziani i destinatari.  

"Quello che abbiamo sempre dato per scontato come fosse un diritto acquisito invece non lo è... Vorrei tanto sapere cosa ne pensi tu, visto l'epoca e la maturità che ci differenziano".

24 studenti i mittenti, 24 anziani i destinatari. Le lettere sono il compito quotidiano assegnato agli uni, barricati in casa, e tengono compagnia agli altri, chiusi nell'ospizio. E' un'idea anti-coronavirus proposta da Josita Bassani, insegnante di italiano e storia dell'ITIS IIS "Janello Torriani" Cremona Italy e accolta con entusiasmo dai suoi allievi della Seconda B informatici.

E dall’ospizio dicono: “Gli anziani apprezzano le missive e a volte ne discutono insieme: sono una finestra aperta sul mondo. Pregano per quei ragazzi che si ricordano di loro. Questo rapporto con l'esterno fa bene, è terapeutico".

Storie di comunità ai tempi del Coronavirus. Le relazioni che vincono comunque. E la disponibilità a portare questo esperimento anche in città!

La rubrica di Gilberto Bazoli su www.cremonasipuo.it

 

Aggiornamento  18 marzo 2020 ore 20

CORONAVIRUS - CIAO NONNO COME STAI?

Siete a casa (giustamente) e volete rendervi utili? Chiamate una persona anziana, un vicino di casa o un conoscente. Fategli una telefonata e chiedetegli semplicemente come sta e se ha bisogno di qualcosa ed eventualmente attivate il servizio a domicilio. Dobbiamo fare in modo che tutti, specialmente i nostri nonni e i nostri anziani, non si sentano soli in questo momento. E per farlo serve l’aiuto di ognuno!

Non interrompiamo anche a distanza quelle relazioni sociali che sono così importanti per tenere salda ed unità la nostra comunità!  #cremonaiuta

------------------------

NUMERI DEI CONTROLLI DEI VIGILI E L’APPELLO: CONTAGI IN CRESCITA, STATE A CASA!

I vigili hanno fermato 1073 persone e 3 sono state denunciate all’autorità giudiziaria, hanno fatto verifiche in 1019 attività commerciali, artigianali e pubblici, hanno controllato situazioni di aggregazione specialmente nei parchi pubblici e spostamenti sugli autobus.

I controlli ci sono ma non possiamo essere ovunque e in ogni momento. I dati dei contagi sono in aumento. Occorre che cresca la responsabilità dei cittadini: ogni uscita di casa è rischiosa per voi e per gli altri. State a casa!

Guarda il video messaggio di Gianluca Galimberti

 

Aggiornamento  17 marzo 2020 ore 20

CREMONA SOLIDALE CERCA INFERMIERI. GRAZIE AGLI OPERATORI CHE LAVORANO IN AZIENDA E NELLE RSA!

A marzo 100 operatori su 400 dipendenti sono rimasti a casa e ora l'Azienda Speciale Comunale "Cremona Solidale" cerca infermieri da inserire inserire nel proprio staff. E' indispensabile rafforzare la squadra in questo momento per poter anche dare un po' di respiro a chi è rimasto e sta lavorando a ritmi così sostenuti da settimane.

--------------------------

CHIUSI I CIMITERI, GARANTITO L'ACCESSO AI FAMIGLIARI PIU' STRETTI PER L'ESTREMO SALUTO DEI PROPRI CARI

Non è stata una decisione facile perché è brutto dover ammettere che questa emergenza ci impedisce anche di andare sulle tombe ad onorare la memoria dei nostri morti. Ma purtroppo la situazione ci costringe anche a questa scelta.

Abbiamo chiuso (fino a nuova ordinanza) il cimitero di #cremona e i cimiteri di Cavatigozzi, Gerre Borghi e San Savino. Rimangono aperti al pubblico e agli addetti delle imprese per onoranze funebri gli uffici cimiteriali per il disbrigo delle pratiche.

Garantiamo comunque l’accesso, seppur contingentato, ai parenti più stretti dei defunti per l’estremo saluto.

Una misura anche questa adottata per diradare ulteriormente spostamenti e contatti sociali con l’obiettivo di contrastare la diffusione del virus.

Ma torneremo sulle tombe dei nostri cari, segnati da questo momento, ma uniti a loro e tra noi più di prima!

Aggiornamento  17 marzo 2020 ore 12

NELLA NOTTE REALIZZATA LA SANIFICAZIONE DELLE STRADE

Dalle 3 alle 7 del mattino cinque mezzi (georeferenziati) della Sanatec Disinfestazioni hanno eseguito per conto del Comune la sanificazione delle strade nei comparti più sensibili.

Sono state sanificate le zone intorno a 21 farmacie, 26 esercizi di beni alimentari tra supermercati, panetterie, forni, gastronomie, 4 case di cura, cimitero, piazze e parchi, stazione e ospedale nelle aree interne ed esterne (quest’ultimo intervento offerto dalla Sanatec che ringraziamo).

La ditta ha utilizzato ipoclorito di sodio 0,1%, una soluzione consigliata dal Ministero della Salute.

Stiamo valutando la possibilità di ripetere questa operazione tra qualche giorno e intanto continua (non è mai stata interrotta) la pulizia e il lavaggio di strade e marciapiedi da parte di Linea Gestioni in tutta la città.

Guarda il Video 

 

Aggiornamento  16 marzo 2020 ore 21

CORONAVIRUS - L’OSPEDALE DA CAMPO A CREMONA, LA RICERCA DELLE MASCHERINE E I NUMERI DEI SERVIZI A DOMICILIO PER ANZIANI

All’ospedale sono arrivati alcuni medici e verrà allestito un ospedale da campo. Abbiamo ordinato 2000 mascherine e ne stiamo cercando altre. Stiamo facendo 110 consegne a domicilio di spese e farmaci e 132 di pasti ad anziani che giustamente restano a casa. Proprio per questa grande richiesta, alcune volte le linee di Auser Unipop Cremona sono sovraccariche ma stiamo lavorando per una soluzione.

Guarda video di oggi di Gianluca Galimberti 

 

Aggiornamento  15 marzo 2020 ore 19

#CREMONAIUTA: OLTRE 150 VOLONTARI E 15 ASSOCIAZIONI HANNO RISPOSTO ALL’APPELLO PER AIUTARE I PIÙ FRAGILI

Oltre 150 volontari e le associazioni Drum Bun, Arci Cremona, Acli Cremona, Progetto "No Spreco", Lions Club, Forum Terzo Settore Cremona e cremonese e CSV Cremona, Federazione Oratori Cremonesi hanno risposto all’appello che abbiamo lanciato solo pochi giorni fa e lo stanno promuovendo tra i loro contatti.

A queste si aggiungono anche le associazioni Auser Unipop Cremona, Gli Amici di Robi, Associazione amici di Gianni e Massimiliano Onlus, La Città dell'Uomo, Cooperativa Varietà e tutti i volontari di Croce Rossa Italiana - Comitato di Cremona e Croce Verde Cremona che sono già attive sulla città.

Sempre in queste ore continuano ad arrivare nuove disponibilità di singole persone e associazioni.L’ufficio di Protezione Civile sta ora organizzando i vari gruppi che verranno attivati e contatterà direttamente nei prossimi giorni i singoli volontari.

Grazie a tutti per questa grande disponibilità, un altro grande segno che dice che la nostra città è davvero unita anche in questo momento.

Continuate a mandare la vostra disponibilità alla mail: volontari@comune.cremona.it

Aggiornamento  14 marzo 2020 ore 21

CORONAVIRUS - PROTOCOLLO TRA GOVERNO, CATEGORIE E SINDACATI SUL LAVORO SICURO. APPELLO AI DATORI DI LAVORO: RISPETTATE LE REGOLE!

Chi deve andare avanti a lavorare deve poterlo fare in sicurezza. Imprese, società, studi professionali, attività che non rispettano le regole devono chiudere. Lo dico in accordo con Prefettura, categorie economiche e sindacati.

A partire dal Protocollo firmato oggi tra Governo, categorie e sindacati, chiedo a tutte le realtà lavorative attive di diventare in questo momento veri e propri presidi sanitari. Per il bene dei lavoratori e di tutti noi!

VIDEO APPELLO  DI GALIMBERTI AI DATORI DI LAVORO: RISPETTATE LE REGOLE! CLICCA QUI

 

Aggiornamento  13 marzo 2020 ore 15

CORONAVIRUS - PARTE #CREMONAIUTA: CITTADINI CHE SI RENDONO DISPONIBILI PER AIUTARE I PIÙ FRAGILI IN QUESTA EMERGENZA

*In questi giorni di emergenza succedono anche cose belle. Molti cittadini ci hanno contattato per dare la loro disponibilità per aiutare in modo totalmente gratuito i soggetti più fragili e in particolare modo gli anziani.

Ecco, partiamo con un’iniziativa che abbiamo chiamato #cremonaiuta e che ha lo scopo di finalizzare, valorizzare e coordinare tutti i volontari che vorranno dare una mano in questo momento difficile. C’è infatti la necessità di fornire a molte persone la spesa e i pasti a casa, di fare piccole azioni quotidiane in grado di assicurare servizi primari, quotidiani e di compiere azioni di prossimità.

*Abbiamo istituito un indirizzo mail:

volontari@comune.cremona.it  per raccogliere le disponibilità di cittadini e associazioni.

Somministreremo un modulo per raccogliere competenze, disponibilità e riferimenti. Forniremo ai volontari apposite tesserine di riconoscimento.

L’iniziativa ha come regia la Protezione Civile del Comune di Cremona, che coordina la rete, che spiega come comportarsi e fornisce i Dispositivi di Protezione Individuale necessari per svolgere in sicurezza questa importante azione di aiuto. Il tutto con il supporto fondamentale dei Servizi Sociali e della Polizia Locale.

Guarda il video

 

Aggiornamento  12 marzo 2020 ore 21

CORONAVIRUS - VIGILI CON MEGAFONO NEI QUARTIERI E CONTROLLI DELLE AREE VERDI ANCHE CON LE GEV, CHIUSI I PARCHI MOSA E VECCHIO PASSEGGIO

*Anche oggi 6 pattuglie dei vigili hanno girato per la città per avvisi col megafono alla cittadinanza sulle regole da rispettare e controlli su assembramenti e distanze. E per parchi, aree verdi e giardini abbiamo coinvolto anche 10 Guardie ecologiche volontarie. Intanto abbiamo chiuso i parchi recintati: Parco Mosa e Parco Vecchio Passeggio. Rispettate le disposizioni e usate il buon senso. Ne va della vita delle persone!

Guarda il video del Sindaco

 

"Ragazzi, ditelo ai vostri nonni, vicini di casa, zii, parenti e anche a voi stessi: non uscite. Se avete bisogno di noi, ci rendiamo disponibili. Chiamateci”.

*Da venerdì scorso la Macelleria Ruggeri ha deciso di portare gratis la spesa a domicilio. "Sono molto richiesti lasagne, gnocchi alla romana e polpette ma anche hamburger e spezzatini di carne fanno la loro parte. L''idea è rivolta soprattutto agli anziani. Molti, invece, continuano a venire personalmente. Mi fanno arrabbiare, li sgrido e li invito a non uscire perché ci occupiamo noi di recapitare la spesa", dice Silvia.

*E a Bonemerse la Farmacia Dott.ssa Pia Volpicelli, visto che l'amuchina scarseggia, ha deciso di autoprodurre un gel disinfettante per le mani. Lo danno gratis, facendo pagare solo i contenitori.

*In questo momento difficile di emergenza Coronavirus, tante attività si riorganizzano per essere a servizio dei cittadini, all'insegna del "restate a casa" e del "proteggetevi". Ne racconta due Gilberto Bazoli nella sua rubrica l'Intruso su www.cremonasipuo.it

Aggiornamento  12 marzo 2020 ore 9

CORONAVIRUS - LE MISURE PIÙ RESTRITTIVE FINO AL 25 MARZO

Ho seguito in diretta il discorso del Presidente Giuseppe Conte che ha ascoltato i sindaci dei capoluoghi lombardi e Regione Lombardia e ha inasprito le misure in vigore, non solo nella nostra regione ma in tutta Italia.

Noi avevamo chiesto di più, ma comunque bene la restrizione ulteriore. Facciamo un sacrificio per ancora 15 giorni per fermare il contagio, uscire da questa emergenza e ricominciare.

Fino al 25 marzo ecco le principali misure previste dal nuovo decreto:

*sospese le attività commerciali al dettaglio comprese quelle nei centri commerciali, ad eccezione della vendita di generi alimentari e di prima necessità individuale (leggete l’allegato 1 per vedere l’elenco di chi rimane aperto)

*sospesi i mercati tranne per i generi alimentari

*restano aperte edicole, tabaccai, farmacie e parafarmacie

*tutte le attività aperte devono rispettare la misura della distanza minima e adottare presidi di sicurezza

*sospese le attività di ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), resta consentita la sola attività a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie

*sono sospese le attività inerenti i servizi alla persona (parrucchieri, barbieri, estetisti) ad eccezione delle attività dell’allegato 2

*garantiti i servizi assicurativi, bancari, finanziari e l’attività del settore agricolo

*assicurate dalla Pubblica Amministrazione le attività strettamente funzionali alla gestione dell’emergenza, quelle indifferibili e le prestazioni in forma agile

*restano attive le attività produttive e professionali con attuazione al massimo possibile di modalità di lavoro agile (lavoro da casa), incentivi di ferie e altri strumenti previsti dai contratti, sospensione dei reparti non indispensabili, assunzione di specifici protocolli anti-contagio (in assenza della distanza minima è obbligatorio adottare strumenti di protezione individuale), sanificazione dei luoghi di lavoro

*Restano in vigore il divieto di spostarsi se non per motivi comprovati di lavoro o salute o strettissima necessità e il divieto di assembramenti anche all'aperto. E ovunque il rispetto della distanza di un metro tra persona e persona.

 

Aggiornamento  11 marzo 2020 ore 11

CORONAVIRUS - CON TUTTI I SINDACI LOMBARDI, ANCI E REGIONE CHIEDIAMO AL GOVERNO MISURE PIÙ RESTRITTIVE

Pubblichiamo ciò che, insieme a Regione Lombardia e ANCI Lombardia, con tutti i sindaci lombardi chiediamo al Governo:

*chiusura h24 per due settimane di tutte le attivita commerciali e artigianali e dei mercati, (a titolo di esempio bar, ristoranti, gelaterie), consentendo il solo servizio a domicilio. Tali chiusure ad eccezione delle attivita di generi alimentari;

*chiusura degli uffici e servizi pubblici, salvo quelli che adottano la modalita di lavoro Smart Working e salvo il mantenimento delle funzioni essenziali, a titolo di esempio: servizi sociali, raccolta rifiuti, polizia locale;

*chiusura delle attività professionali e di impresa che non facciamo ricorso integrale allo Smart Working, salvo le attivita ritenute fondamentali per la produzione di beni e servizi primari e le aziende a ciclo continuo e relativa filiera, purche adottino rigorosi controlli e presidi sanitari.

Chiediamo anche al Governo di prevedere ristoro economico per imprese e Comuni.

---------------------------

CORONAVIRUS - ANCHE PARRUCCHIERI ED ESTETISTI CHIUDONO IN ATTESA DI CHIARIMENTI DA MINISTERO E REGIONE

In assenza di un orientamento univoco da parte del Ministero della Salute e dell’Assessorato alla Sanità di Regione Lombardia, già interpellati su questo, in accordo con la Prefettura centri estetici ed estetisti, parrucchieri, acconciatori, tatuatori e attività simili devono sospendere la propria attività, non potendo garantire la distanza di almeno un metro.

---------------------------

CORONAVIRUS - SEI O CONOSCI UN ANZIANO SOLO CHE IN QUESTA EMERGENZA HA BISOGNO DI ASCOLTO O DI PROCURARSI FARMACI O BENI DI PRIMA NECESSITÀ? DA OGGI CI SONO DUE NUMERI DEDICATI!

Da oggi sono attivi due numeri dedicati agli over65 e in particolare agli anziani a casa privi di rete familiare per rispondere alle loro esigenze quotidiane come quella dell’ascolto o dell’acquisto di farmaci o beni di prima necessità.

I numeri da contattare sono:

*0372 463265 oppure il numero 800995988 (quest’ultimo solo da rete fissa), dal lunedì al venerdì, da 8.30 a 12.30 e dalle 14 alle 18.

Gli operatori forniranno un servizio di ascolto, di supporto, in stretto raccordo con i Servizi Sociali e con altre realtà dell'associazionismo.

 Una servizio attivo grazie alla collaborazione tra Comune di Cremona e Auser Comprensorio di Cremona. A questi numeri si possono anche segnalare situazioni di solitudine che potrebbero sfuggire ai servizi e ai volontari.

Le persone anziane sono le più colpite dall’emergenza derivante dal contagio del coronarivus. A loro e a tutti i cittadini è rivolto l'invito a restare a casa. Con uno strumento in più per non rimanere da soli!

Aggiornamento  10 marzo 2020 ore 11

RESTIAMO A CASA! E’ questo l’appello del nostro Sindaco Gianluca Galimberti.

Siamo in attesa di alcuni chiarimenti da Regione su questioni importanti come Centri diurni disabili e negozi di parrucchiere. Ieri la Prefettura ha dato questa ulteriore indicazione: bar e ristoranti dopo le 18 chiusi senza possibilità di vendita a domicilio e da asporto.

E il Presidente Conte ha introdotto per tutta Italia il divieto di assembramenti anche all’aperto. Il punto della situazione e l’appello: restiamo a casa!

Guarda il video appello di Gianluca Galimberti sindaco di Cremona 

Aggiornamento  9 marzo 2020 ore 19

CORONAVIRUS - RIORGANIZZATI I SERVIZI A FAVORE DI ANZIANI, MINORI E DISABILI

In queste ore abbiamo lavorato con il Settore Politiche sociali e con tutti gli enti gestori per riorganizzare i servizi socio-educativi e socio-assistenziali a favore di anziani, minori e disabili con la massima attenzione alla tutela dei cittadini e degli operatori e al contenimento del rischio di diffusione del virus.

Riassumiamo qui per punti in cosa consiste la riorganizzazione:

*i Centri Diurni per Minori non sono attivi nelle forme ordinarie ma sulla base di interventi di valutazione individuale;

*il servizio di assistenza all'autonomia degli alunni con disabilità (SAAP), nel periodo di chiusura delle scuole, può essere attivato in forma individuale e domiciliare, a supporto delle funzioni genitoriale e dei bisogni delle famiglie;

*i servizi CSE (Centri Socio Educativi per disabili) e SFA (Servizi di Formazione all'Autonomia) sono sospesi nelle forme ordinarie ed organizzzati in base alle modalità operative ed organizzative definite dagli enti gestori;

*sono chiusi e sospese le attività dei Centri Sociali per Anziani;

*è garantita la continuità degli interventi dei servizi educativi domiciliari per minori e di assistenza domiciliare degli anziani e degli adulti con fragilità. Su questo punto stiamo approfondendo anche con Prefettura e Protezione civile l’attivazione di aiuti da parte di volontari;

*resta sospeso l’accesso alla struttura Cremona Solidale da parte di parenti e visitatori e restano chiusi i Centri Diurni Integrati.

Con l’obiettivo di "mitigare" il disagio legato alla lontananza dei parenti, da oggi sono attivi i seguenti indirizzi email a cui è possibile inviare richieste di aggiornamenti riguardanti lo stato di salute dei propri cari:

- info.azzolini@cremonasolidale.it

- info.mainardi@cremonasolidale.it

- info.somenzi@cremonasolidale.it

- info.clinica@cremonasolidale.it

Per informazioni sui servizi socio-sanitari chiamare contattare lo 0372 407316 o mandare una mail a pois@comune.cremona.it

 

Aggiornamento  9 marzo 2020 ore 12

CORONAVIRUS - LE MISURE CHE RIGUARDANO IL LAVORO E IL TRASPORTO MERCI

Il Governo, anche attraverso le associazioni di categoria (con cui siamo in costante contatto anche noi e che ringraziamo) ha dato indicazioni rispetto alla situazione delle attività produttive e lavorative. Le riassumiamo qui.

*il decreto non determina il blocco delle attività produttive, delle attività lavorative, dei trasporti e della circolazione delle merci da e per le zone interessate dal nuovo decreto;

*non ci sono limitazioni o restrizioni al trasporto merci per tutta la filiera produttiva da e per le zone indicate, dall’Europa (mondo) e per l’Europa (mondo) e dalle e per le altre regioni di Italia, con le dovute disposizioni di cautela sanitaria per gli operatori addetti al trasporto;

*gli spostamenti potranno avvenire per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o motivi di salute da attestare mediante autodichiarazione, che potrà essere resa anche seduta stante attraverso la compilazione di moduli forniti dalle forze di polizia. Sono consentiti in entrata e uscita e tra i territori interessati dal decreto, fornendo ai lavoratori una attestazione del motivo lavorativo che può essere mostrata in caso di controlli;

*c’è il divieto assoluto di spostarsi senza eccezioni per le persone sottoposte alla misura della quarantena o risultate positive al virus;

*è suggerito in ogni caso dove possibile il lavoro a distanza (smart working);

*le imprese devono adottare misure di cautela e prevenzione a tutela dei propri lavoratori. Molte lo stanno già facendo: anche le imprese in questo momento sono ed è necessario che siano presidi di sicurezza!

Aggiornamento  8 marzo 2020 ore 16

Nuovo decreto CORONAVIRUS  del Governo - LE MISURE A CREMONA FINO AL 3 APRILE

Abbiamo esaminato il nuovo decreto del Governo con Prefettura, Provincia e Giunta. Ci sono alcune misure nuove più restrittive, altre rimangono in vigore così come sono ora. Per fare chiarezza, pubblichiamo qui per punti le principali disposizioni in vigore a #cremona fino al 3 aprile:

-sono da evitare gli spostamenti delle persone in entrata e uscita dai territori salvo per spostamenti motivati da esigenze lavorative e motivi di salute; è consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione e residenza. Su questo punto abbiamo chiesto di avere chiarimenti rispetto alla definizione di “territori” per poter dare indicazioni precise ai cittadini e attendiamo una precisazione dal Governo;

-le attività lavorative e gli spostamenti ad esse connessi sono consentiti ed è consentito il trasporto delle merci con rispetto anche da parte dei trasportatori dei presidi di sicurezza;

-viene raccomandato ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (sopra i 37,5 gradi) di rimanere a casa e limitare i contatti;

-è vietato ai soggetti in quarantena o positivi al tampone di spostarsi da casa;

-eventi e competizioni sportivi sono sospesi; sono consentiti solo quelli (compresi gli allenamenti) degli atleti professionisti e di categoria assoluta (non più degli agonisti tesserati) che partecipano a competizioni olimpiche, nazionali o internazionali, all’interno di impianti sportivi a porte chiuse o all’aperto senza la presenza di pubblico;

-viene raccomandato ai datori di lavoro di promuovere la fruizione da parte dei lavoratori di periodo di congedo ordinario e di ferie;

-sono sospesi eventi culturali, ludici, sportivi, religiosi e fieristici come grandi eventi, cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse, sale bingo;

-le lezioni e i servizi educativi delle scuole di ogni ordine e grado restano sospesi fino al 3 aprile;

-sono sospese le cerimonie civili e religiose, comprese quelle funebri; i luoghi di culto sono aperti ma con misure su assembramenti e distanze;

-bar e ristoranti devono chiudere dalle 18 alle 6 della mattina e quando sono aperti devono garantire la distanza di sicurezza tra i clienti, pena la sospensione dell’attività in caso di violazione; dopo le 18 - in base alle indicazioni della Prefettura condivise con Comune, Provincia e forze dell’ordine - possono fare attività di servizio a domicilio e take away;

-medie e grandi strutture di vendita e mercati sono ancora chiusi nei giorni festivi e prefestivi, una misura che non vale per farmacie, parafarmacie e punti vendita di beni alimentari. Tutti gli esercizi quando sono aperti devono comunque garantire le misure della limitazione degli affollamenti e della distanza di sicurezza;

-tutte le altre attività commerciali sono consentite con ingresso contingentato e rispetto della distanza, pena la revoca della licenza;

-restano sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, centri culturali, centri sociali, centri ricreativi.

Per monitorare le misure, il Prefetto può avvalersi delle forze di polizia, dei vigili del fuoco, delle forze armate. Noi come Comune daremo il nostro contributo attraverso la Polizia Locale per innalzare ancora il livello del controllo sul rispetto delle disposizioni

Aggiornamento  7 marzo 2020 ore 21

#LottacoronavirusCremona L’accorato appello del Sindaco Gianluca Galimberti: la situazione è molto serie, accettiamo e rispettiamo le indicazioni (Video)

Galimberti ha dichiarato: “La situazione è molto seria e la stiamo seguendo con estrema attenzione. La questione principale è la tenuta del nostro sistema sanitario che sta stringendo i denti ormai da due settimane e non può più reggere in queste condizioni. Occorre che vengano date risposte e supporti immediati al nostro ospedale, coinvolgendo tutto il sistema sanitario nazionale: ci si sta muovendo in questa direzione, ma occorre aumentare l’impegno. Abbiamo chiesto a Regione misure più restrittive per evitare totalmente luoghi in cui troppe persone si possano incontrare. L’obiettivo è quello di non aggravare una situazione già molto difficile”.

Il sindaco di Cremona lancia quindi un appello a tutti i cittadini, “non solo gli anziani, ma anche i giovani”: “Adottate tutti i presidi e i comportamenti prescritti,  dal restare a casa il più possibile, mantenere le distanze, lavarsi le mani, limitare baci e abbracci e non frequentare luoghi troppo affollati”.

 Clicca qui guarda il video 

Aggiornamento  6 marzo 2020 ore 21

CORONAVIRUS - I MUSEI CIVICI E IL MUSEO DEL VIOLINO CONTRARIAMENTE A QUANTO COMUNICATO RIMANGONO CHIUSI

Contrariamente a quanto comunicato, dopo ulteriori valutazioni svolte nel pomeriggio sia in rapporto a temi organizzativi che in relazione all'evoluzione della situazione, sempre in accordo con la Prefettura, si comunica che i Musei Civici e il Museo del Violino rimarranno ancora chiusi domani e nei prossimi giorni fino ad altra indicazione, per quella ragione di tutela della salute che sta guidando le scelte principali in questo periodo.

Domani continueranno i contatti con Regione e Governo e con altri sindaci della Lombardia.

Aggiornamento  5 marzo 2020 ore 21

CORONAVIRUS - NIENTE RETTA A MARZO PER GLI ASILI NIDO COMUNALI

Il Governo ieri ha comunicato che scuole e università di ogni ordine e grado staranno chiuse fino al 15 marzo, asili nido e scuole per l’infanzia comunali compresi.

*Con la Giunta stiamo lavorando ad una riduzione delle rette degli asili nido comunali, dato che i bambini non frequentano per ben tre settimane. Come compensazione per il disagio delle famiglie non verrà emanato il bollettino della retta per l’intero mese di marzo, anche se il servizio dovesse riprendere lunedì 16. La mensa ovviamente non si pagherà per i giorni in cui il servizio non è stato effettuato.

Lo facciamo perchè è giusto e perchè le ricadute del mancato servizio (causato da questa emergenza) non pesino ulteriormente sulle famiglie che in questo periodo hanno dovuto organizzarsi per gestire i figli a casa.

*Per quanto riguarda le scuole infanzia, il problema non c'è perchè nelle “materne” comunali i genitori non pagano una retta per la frequenza ma pagano solo la mensa scolastica e questa è sospesa (come per gli asili nido), dunque non ci sarà ovviamente pagamento della mensa relativamente al periodo in cui le scuole sono chiuse.

Per tutte le altre famiglie che hanno i bambini in strutture private (non di competenza del Comune), ci impegniamo a portare all’attenzione del Governo, della Regione e di Anci la necessità di prevedere adeguate forme di sostegno.

Aggiornamento  4 marzo 2020 ore 19

CORONAVIRUS - IL PUNTO DELLA SITUAZIONE CON IL SINDACO: ANZIANI, OSPEDALE E IMPRESE  In queste ore è circolata la voce dell’estensione della zona rossa e in tanti mi hanno chiesto: ma Cremona? Cremona al momento, ripeto al momento, non è zona rossa. La situazione è seria, stiamo applicando tutte le disposizioni previste dalla Presidenza del Consiglio. E siamo in costante contatto con Regione e Governo per monitorare l’evolversi della situazione.

Tre cose da sottolineare:

*la tutela degli anziani e l’invito in particolare per loro di limitare contatti e di adottare i presidi e i comportamenti individuali di prevenzione;

* l’aiuto al nostro ospedale in termini di finanziamenti e di personale e il grazie agli operatori sanitari;

*il sostegno fondamentale alle nostre imprese per cui siamo in contatto costante con Governo, Regione e parlamentari europei.

 Apri il video di Galimberti clicca qui

CORONAVIRUS, IL TERRITORIO SCRIVE A GOVERNO E REGIONE  Ieri, in accordo con tutto il territorio, compatto e coeso (Camera di Commercio di Cremona, categorie economiche, ordini professionali, forze sociali e sindacati, parlamentari nazionali e europei, consiglieri regionali, Comuni di Crema e Casalmaggiore) ho inviato questa lettera al Presidente Conte e al Presidente Fontana con le richieste che facciamo per affrontare la fase di emergenza e il dopo.

Ho sentito personalmente al telefono i Ministri Boccia e Speranza. Stiamo davvero mettendo in campo tutto a favore della tenuta del nostro sistema economico e sociale. Dentro ovviamente il rispetto fondamentale delle disposizioni a tutela della salute.

Le nostre richieste? Dagli interventi sul credito delle imprese a quelli a favore dei lavoratori, dalle proroga di scadenze fiscali al sostegno agli enti pubblici.

 

Aggiornamento  martedì 3 marzo ore 21

L’appello di Galimberti agli anziani : “chiedo alle persone sopra i 65 anni di avere qualche attenzione in più, di rimanere in casa i prossimi giorni e di limitare i contatti sempre per la difesa e la tutela della salute .La città sta rispondendo bene , stiamo seguendo tutti i presidi . Le imprese stanno continuando con forza il proprio lavoro, anche se sicuramente abbiamo dei danni, ma stiamo già interloquendo con Governo e Regione affinché conto. Infine un grazie infinito ai sanitari che stanno facendo un lavoro straordinario”

&#

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

26336 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online