Mercoledì, 19 settembre 2018 - ore 11.54

Mario Coppetti, decano dell’antifascismo cremonese se né andato. Il ricordo del sindaco Galimberti

"E' morto un riferimento unico, un testimone e un maestro della nostra città e del nostro paese. Ci mancheranno le sue parole, la sua presenza, il suo pensiero, le sue mani sapienti sempre capaci di generare arte. Siamo vicini alla famiglia, tutta la città è vicina in un grande abbraccio.

| Scritto da Redazione
Mario Coppetti, decano dell’antifascismo cremonese se né andato. Il ricordo del sindaco Galimberti

Mario Coppetti, decano dell’antifascismo cremonese se né andato. Il ricordo del sindaco Galimberti

"E' morto un riferimento unico, un testimone e un maestro della nostra città e del nostro paese. Ci mancheranno le sue parole, la sua presenza, il suo pensiero, le sue mani sapienti sempre capaci di generare arte. Siamo vicini alla famiglia, tutta la città è vicina in un grande abbraccio.

 Ma in realtà il maestro Coppetti resta tra di noi per sempre: resteranno sempre tra noi la bellezza della sua arte, la sapienza delle sue idee, la forza e il vigore del suo impegno, gli appelli ad una rinnovata educazione civica. I moniti a tenere alti i valori della resistenza, della democrazia, della convivenza civile siano per noi guida e stella polare. La sua fiducia e la sua speranza e il desiderio di bene e di bellezza ci spingono e motivano ad essere fedeli ai valori e agli ideali che il maestro ha incarnato"

Cremona 26 aprile 2018

 

 

327 visite

Articoli correlati