Lunedì, 14 ottobre 2019 - ore 03.47

Mercato di Pizzighettone, l’allarme di Anva Confesercenti Cremona Molti lascieranno

Il presidente Centenari: “Operatori scontenti pronti ad andarsene, così si rischia la desertificazione” Forte preoccupazione da parte di Anva Confesercenti Cremona per il futuro del mercato storico di Pizzighettone.

| Scritto da Redazione
Mercato di Pizzighettone, l’allarme di Anva Confesercenti Cremona Molti lascieranno

Mercato di Pizzighettone, l’allarme di Anva Confesercenti Cremona Molti lascieranno

Il presidente Centenari: “Operatori scontenti pronti ad andarsene, così si rischia la desertificazione” Forte preoccupazione da parte di Anva Confesercenti Cremona per il futuro del mercato storico di Pizzighettone.

Diversi operatori stanno valutando la possibilità di rinunciare ai posteggi per scarsità d’affari dovuta secondo la loro opinione alla localizzazione del mercato in Gera, penalizzante rispetto ad altre sistemazioni. Ad oggi gli ambulanti presenti sono 39, contro una disponibilità di 69posteggi. Anva Cremona denuncia un lento declino dell’area mercatale con il rischio di unadesertificazione e della perdita definitiva del mercato storico.

L’allarme viene lanciato dal presidente Danio Centenari: “Siamo arrabbiati e preoccupati di fronte ad una situazione che si va ad aggravare di giorno in giorno. Se non si interviene prontamente il mercato è destinato a svanire. La causa è sicuramente la posizione scelta, in una zona defilata, non visibile, lontana dai flussi, ai margini del paese che si sta sviluppando lungo altre direttrici.

A questo si aggiunge la mancanza di parcheggi: due parking sono chiusi da tempo, uno in attesa di bonifica da amianto mentre l’altro per ragioni che noi non conosciamo. Più volte abbiamo fatto presente il nostro disagio e la nostra inquietudine al Comune, ma senza ricevere alcuna rassicurazione quanto meno sulla volontà politica di prendere in considerazione un problema che coinvolge non solo noi, in quanto operatori, ma tutta la comunità di Pizzighettone”.

Richieste di un confronto diretto da parte di Anva Confesercenti Cremona all’amministrazione comunale sono già state inoltrate, l’ultima lettera è stata inviata lunedì scorso, ma al momento non vi è stata risposta: “L’amministrazione comunale sembra dimostrarsi sorda al nostro grido d’aiuto - prosegue Centenari -. Dopo una serie di riunioni istituzionali avvenute tra i referenti Anva Confesercenti e la Giunta, abbiamo chiesto un’assemblea pubblica dove tutti gli interessati possano partecipare e confrontarsi.

Vista la gravità della situazione, credo sia ormai una necessità improcrastinabile affrontare il problema a viso aperto, senza trincerarsi dietro motivazioni puramente politiche. Essere ascoltati è un gesto non solo di gentilezza ma di civiltà”.

578 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online