Domenica, 26 giugno 2022 - ore 07.01

Milano: prorogata a ottobre entrata in vigore divieti area B e C

Sospesi per emergenza sanitaria. Comune, adeguata comunicazione

| Scritto da Redazione
Milano: prorogata a ottobre entrata in vigore divieti area B e C

È stata approvata in Giunta a Milano la delibera che integra e modifica la disciplina viabilistica di Area B e di Area C, in vista della fine dello stato di emergenza per Covid-19 previsto per il prossimo 31 marzo, al quale faceva riferimento un'ordinanza del settembre 2021 che differiva l'entrata in vigore di alcuni divieti programmati.

    La delibera posticipa al 1° ottobre 2022 l'entrata in vigore dei divieti di accesso in Area C che erano previsti per il 2021: si tratta, tra gli altri, dei veicoli trasporto persone Euro 2 benzina, Euro 3 e 4 diesel con FAP di serie, Euro 0, 1, 2, 3 e 4 diesel con FAP after-market installato entro il dicembre 2018 e con classe di adeguamento (riportata sulla carta di circolazione) per la massa di particolato pari almeno ad Euro 4 e gli Euro 5 diesel.

    Dal prossimo ottobre - rende noto Palazzo Marino .- i veicoli diesel Euro 4 e 5 e i veicoli alimentati a benzina Euro 2 potranno circolare in Area B, dalle 7 e 30 alle 19 e 30, nei giorni feriali dal lunedì al venerdì, aderendo al progetto integrato MoVe-In/Area B.

    Ai veicoli soggetti ai divieti ambientali entrati in vigore a decorrere dall'11 gennaio 2021 è concesso di usufruire della deroga dei 50 giorni di accesso, anche non consecutivi, nel periodo compreso tra la data del primo accesso avvenuto e la data del 30 settembre 2023.

    "La fine dell'emergenza sanitaria è imminente - spiega l'assessora alla Mobilità Arianna Censi - e l'entrata in vigore delle norme, dopo la proroga del settembre scorso, necessita di una adeguata e preventiva comunicazione. Inoltre, per coerenza con l'abituale data del primo ottobre, indicata da sempre come quella di introduzione delle nuove regole, è stato deciso di protrarre all'autunno i divieti previsti per le Ztl milanesi".

    (ANSA).

219 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria