Mercoledì, 21 agosto 2019 - ore 04.33

Mostra fotografica STONEWALL 1969 a Brescia fino al 22 giugno

LA RIVOLTA, DOVE TUTTO EBBE INIZIO Dal 6 al 22 giugno 2019 Sala Visual Art del Museo Ken Damy INGRESSO libero e gratuito

| Scritto da Redazione
Mostra fotografica STONEWALL 1969 a Brescia fino al 22 giugno

Mostra fotografica STONEWALL 1969 a Brescia fino al 22 giugno

 LA RIVOLTA, DOVE TUTTO EBBE INIZIO Dal 6 al 22 giugno 2019 Sala Visual Art del Museo Ken Damy INGRESSO libero e gratuito

Tutti i giovedì, venerdì e sabato pomeriggio dalle ore 15:30 alle ore 19:30, nella Sala Visual Art del Museo Ken Damy, in corso Sant'Agata, 22 Brescia, ci sarà la mostra fotografica "Stonewall 1969. La rivolta, dove tutto ebbe inizio", che ripercorre la nascita del movimento LGBT.

Per l’anniversario dei 50 anni dei moti di Stonewall Orlando Arcigay Brescia ha voluto celebrare e offrire al pubblico, in occasione dei preparativi del Brescia Pride “Fuori la voce” che si terrà il 15 giugno, una panoramica storica con una conferenza tenutasi lo scorso 31 maggio ed un escursus fotografico unico nel suo genere.

Questa mostra è all’interno della programmazione del Brescia Pride, curata da Andrea Zucchini e promossa da Orlando Arcigay Brescia, col patrocinio del Consolato Americano di Milano, del Comune di Brescia e del Brescia Pride.

Volevamo ricordare e soprattutto informare quante e quanti non conoscono questo spaccato storico sulla nascita e perché in tutto il mondo soprattutto nel mese di giugno si celebrano i Pride.

Il Pride è orgoglio, liberazione, rivendicazione del proprio essere, con le proprie sensibilità e originalità. Un momento in cui ogni persona è llibera di esprimere al meglio la propria personalità amplificata dalla comunanza in una sfilata nella quale è possibile essere “favolosa” o indossare giacca e cravatta, rivendicando allo stesso tempo di essere portatrice di diritti indipendentemente da sesso, genere, orientamento sessuale o affettività.

Seppur in Italia oggigiorno non ci siano vessazioni da parte delle istituzioni che fanno scoccare delle rivolte, le persone LGBTI non godono appieno dei loro diritti e l’onda Pride si sta estendendo ormai in quasi tutte le città perché la strada è ancor lunga da percorrere.

In passato, le continue oppressioni e vessazioni della polizia newyorkese portarono alla risposta esasperata di Sylvia Riveira. Si dice che fu lei a far scoccare la scintilla, che accese la rivolta della comunità omosessuale del tempo: lanciando una bottiglia o una scarpa con tacco contro la polizia, dando inizio al movimento di liberazione omosessuale.

Il movimento LGBT al pari delle Suffragette della Londra dell’800 o al gesto di Rosa Parks per i diritti dei neri, inizia da un atto rivoluzionario.

Gli anni '68 - '69 furono rivoluzionari, infatti le immagini mostreranno gli arresti della polizia per cross-dressing, la rivolta, il primo Gay Pride del 1970 e terminerà con il riconoscimento dello #Stonewall Inn come Monumento Nazionale Americano il 24 giugno 2016 da parte dell’amministrazione #Obama.

Questo allestimento, oltre ad informare, è monito e ricordo per la nostra comunità LGBT, ma soprattutto per tutte e tutti coloro che non ne sono a conoscenza per suscitare delle riflessioni e domande.

Ma se la nostra Carta Costituzionale ci dice tutti uguali di fronte alla legge, con pari dignità sociale, senza nessuna distinzione (sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni personali e sociali) e che è compito della Repubblica rimuovere tutti gli ostacoli che “impediscono il pieno sviluppo della persona umana”, perchè ci sono ancora gravi differenze fra le persone?

Dobbiamo tutte e tutti scendere in piazza il 15 giungo e tirare"fuori la voce"  finchè questi ostacoli saranno spazzati via, solo allora la mission del Pride sarà pienamente compiuta..

Giangiacomo Maroli

 

484 visite

Mostra fotografica STONEWALL 1969 a Brescia fino al 22 giugno

17 Giugno 2019 15:30 - 22 Giugno 2019 19:00
Brescia

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online