Giovedì, 12 dicembre 2019 - ore 14.12

Notte Europea dei Ricercatori 27 settembre 2019

MeetMeTonight - Faccia a faccia con la ricerca

| Scritto da Redazione
Notte Europea dei Ricercatori 27 settembre 2019

L'appuntamento di divulgazione scientifica "MEETmeTONIGHT - Faccia a faccia con la ricerca" evento ufficiale della Notte Europea dei Ricercatori, torna il 27 settembre 2019.

Una grande festa della Scienza aperta a tutti!

Milano e Napoli, oltre a diverse città della Lombardia (Brescia, Castellanza, Cremona, Edolo, Lecco, Lodi, Mantova, Monza e Sondrio) e della Campania (Portici e Procida) ospiteranno incontri con i ricercatori, conferenze, proiezioni di film, concerti, spettacoli teatrali, stand di divulgazione per grandi e piccini che alzeranno il sipario sul mondo della ricerca scientifica a 360°.

Per Cremona il programma è fitto di eventi!

Gli appuntamenti previsti, coordinati dal Servizio Informagiovani del Comune di Cremona e promossi dall’Associazione Cremonese di Studi Universitari (ACSU), sono curati dalle sedi cittadine di Politecnico di Milano – Polo territoriale di Cremona, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Brescia, Università degli Studi di Pavia - Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali, Conservatorio "Claudio Monteverdi", Europe Direct Lombardia, Padania Acque e Gruppo Astrofili Cremonesi.

I 5 temi che contraddistinguono questa Notte dei Ricercatori 2019 sono

  • per l’area Scienza e Tecnologia: Era Spaziale
  • per l’area Cultura e Società: Il nostro cibo
  • per l’area Ambiente: Acqua sostenibile
  • per l’area Salute: Medicina personalizzata
  • per l’area Patrimonio Culturale: Il genio di Leonardo

 

Il genio di Leonardo ha ispirato molte delle iniziative in programma a partire dal convegno intitolato “Sulle tracce di Leonardo – Ricerca e Innovazione nel nuovo millennio”, previsto in Sala Maffei dalle ore 11.00 alle ore 13.30, che sarà condotto dal direttore del quotidiano La Provincia Marco Bencivenga.

Il Prof. Gianni Ferretti, che insieme alle altre università darà il suo contributo durante il convegno, ha offerto un piccolo anticipo di quanto esporrà agli studenti delle classi quarte e quinte superiori che parteciperanno all’incontro “Leonardo non fu il primo ad immaginare i robot come macchine autonome, il mito dello schiavo meccanico nasce nell’antichità. Ma di certo Leonardo è stato il primo a lasciarci disegni costruttivi di robot, dei quali pare che almeno uno sia stato realizzato. Per arrivare al vero e proprio robot autonomo però era necessario lo sviluppo scientifico, che Leonardo riuscì a intuire e Galileo fece nascere. Con un salto di secoli si arriva ai nostri giorni, in cui i robot sono ampiamente utilizzati come macchine autonome. Il passo successivo, obiettivo della ricerca attuale, è quello di creare robot che siano veri e propri colleghi, capaci di interagire con l’essere umano e non solo di eseguire compiti programmati.”

Leonardo Da Vinci, di cui quest’anno si celebra il 500° anniversario della morte, è anche il protagonista del film Leonardo 500 di Francesco Invernizzi che gli studenti delle scuole superiori di primo e secondo grado potranno visionare presso il cinema Filo. Il film sarà accompagnato dalla piacevole introduzione del Prof. Luca Gastaldi, docente del Politecnico di Milano.

Un altro tema che il Campus di Cremona ha deciso di valorizzare è stata l’acqua sostenibile. Diverse le iniziative organizzate in questo ambito a partire dal seminario "Sostenibilità ambientale ed economia circolare: le acque reflue possono tramutarsi da rifiuto a risorsa?" che la Prof.ssa Elena Ficara presenterà nel pomeriggio alle ore 17.50 presso Spazio Comune.

Inoltre, per coinvolgere i più competenti in materia, il Polo di Cremona ha chiesto a Padania Acque, gestore unico del servizio idrico integrato della Provincia di Cremona, di collaborare alla manifestazione. Il Polo di Cremona ha inoltre sposato in pieno il valore della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente tanto che ha scelto di installare di un acquapoint presso il Campus che verrà inaugurato il 24 settembre proprio nella settimana della Ricerca.

Dalla collaborazione con Padania Acque è nata così l’idea di proporre alla cittadinanza il convegno "Che acqua beviamo? Il viaggio sotterraneo dell'acqua di Lombardia dai ghiacciai alla pianura" per scoprire, grazie ad uno studio condotto da Water Alliance, quali sono le caratteristiche che contraddistinguono l’acqua che arriva nelle case dei cremonesi. Il convegno si terrà venerdì 27 settembre alle ore 9.30 nella Sala dei Quadri.

Per i più piccoli invece il tema dell’acqua come risorsa viene affrontato in modo delicato e divertente grazie allo spettacolo Goccia - La bella storia dell'acqua pura proposto dalla Compagnia dei Piccoli alle ore 17.00 presso il Palazzo Cittanova. Per la gioia di tutti i bambini sarà presente Glu Glu l'Amico Rubinetto, mascotte di Padania Acque.

Sul tema Il nostro cibo il Prof. Filippo Renga propone il seminario “Il ruolo dell'innovazione digitale nella tracciabilità alimentare” per capire come l'innovazione digitale - dall'Internet of Things alla Blockchain - stia portando benefici alle aziende alimentari e agroalimentari che le utilizzano. Per saperne di più l’appuntamento è per le 18.10 presso Spazio Comune.

"Com'è possibile stabilire la composizione dell'atmosfera di Giove senza doverci per forza mandare una sonda? Perché sappiamo che il Sole è costituito principalmente da idrogeno e contiene comunque piccole quantità di ferro?”.

A queste domande darà una risposta il Prof. Gambarotti che con il suo laboratorio “Leggere la luce” ci rivela “Grazie alle informazioni che la luce porta con sé, siamo in grado di svelare la natura dell'universo".

Insieme al Gruppo Astrofili Cremonesi il Prof. Gambarotti sarà disponibile allo stand dalle ore 16.30 alle ore 22.00 per rispondere a dubbi e curiosità dando la possibilità ai presenti di sperimentare in prima persona. A 50 anni dal primo sbarco sulla Luna, l’universo non avrà più segreti per nessuno!

Per i più piccoli inoltre è previsto il laboratorio “L'energia da ciò che non ti aspetti” a cura della Dott.ssa Nadia Margariti presso il Museo di Storia Naturale.

Due classi delle scuole medie invece effettueranno la visita alla mostra “Il Medioevo dell'Informatica: dal mainframe al personal computer" presso il Campus di Cremona e ascolteranno il seminario "Il computer...la sua storia dagli albori al medioevo" a cura dell’Ing. Fabrizio Bragantini. Parteciperanno inoltre alla caccia al tesoro con domande sull’informatica curata dal Prof. Luciano Baresi e dal Dott. Gianluca Attolini.

Ma il ricercatore non è solo questo: ha passioni, hobbies e interessi in diversi campi!

Per questo alla cittadinanza verranno offerti momenti di pura condivisione, di intrattenimento e di divertimento con ricercatori, docenti, ingegneri già affermati ed aspiranti ingegneri del Politecnico di Milano.

In piazza Stradivari dalle ore 18.30 dj set con gli studenti del Politecnico di Milano, ci sarà musica ed animazione.

A seguire alle ore 20.45 nel Cortile Federico II il gruppo Interplay intratterrà la platea con il concerto gratuito "Interplay: ingegneri in musica".

Interplay è un gruppo musicale fondato nel 2017 nell'ambito del Politecnico di Milano, che vede la partecipazione di musicisti spesso coinvolti nel settore ingegneristico dell'audio, alumni del Politecnico, artisti "tecnologici" e studenti.

Suonerà con il gruppo Fausto Savatteri, un laureato del Politecnico di Milano, molto noto nella scena Gipsy Jazz internazionale con il suo gruppo Four on Six.

Ingresso gratuito sia al concerto che ai seminari dei Proff. Renga e Ficara, è gradita la conferma della partecipazione compilando l’apposito form disponibile sul sito del Polo di Cremona.

L’elenco completo delle iniziative organizzate dal Campus di Cremona del Politecnico di Milano è consultabile nel dettaglio sul sito www.polo-cremona.polimi.it.

Il programma completo per tutte le sedi aderenti alla Notte dei Ricercatori è disponibile su http://www.meetmetonight.it/.

436 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online