Lunedì, 27 maggio 2024 - ore 05.26

Oggi Giornata contro violenza alle donne anche a Milano

Majorino: “Comune aumenta del 30% risorse per prevenire il fenomeno, nessun aiuto dal Governo”

| Scritto da Redazione
Oggi Giornata contro violenza alle donne anche a Milano

Aumentano del 30% le risorse del Comune per progetti di prevenzione ai fenomeni di violenza di genere. Questa mattina, alla Casa dei Diritti, in occasione della Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne, che ricorre ogni anno il 25 novembre, gli assessori alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino e alla Sicurezza e Coesione sociale Marco Granelli, insieme alla delegata del Sindaco alle Pari Opportunità Francesca Zajczyk, hanno presentato i dati relativi ai servizi e alle azioni messe in atto dall’Amministrazione per contrastare questo drammatico fenomeno, che colpisce le donne soprattutto all’interno delle mura domestiche. “Nel 2014 - ha dichiarato l'assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino - abbiamo aumentato di oltre il 30% le risorse comunali destinate a progetti di sensibilizzazione, informazione e orientamento per prevenire fenomeni di violenza alle donne. Da 375mila euro stanziati nel 2013 siamo giunti a 500mila per il 2014. Purtroppo, invece, da parte del Governo quest’anno non è ancora stata destinata nessuna risorsa. Ritengo che questo sia un grave errore politico. Anche da Roma devono arrivare fondi per finanziare i centri antiviolenza che lavorano sul territorio. Inoltre, un’altra importante novità riguarderà il nuovo bando per i beni confiscati alle mafie che sarà completamente destinato a collocare in una decina di appartamenti liberi donne che sono state vittime di maltrattamenti e violenze, che potranno così ricostruirsi una nuova vita autonoma. I dati che ci arrivano dai centri e servizi antiviolenza convenzionati con il Comune di Milano ci spingono ad agire ogni giorno con maggiore impegno anche perché, purtroppo, il 95% degli episodi di violenza si verificano all’interno delle famiglie, dove è ancora più difficile vigilare. Sono 830 le donne che nel primo semestre del 2014 sono state aiutate, accolte e sostenute dai centri. Di queste 530 sono italiane e 300 straniere, 430 di età compresa tra i 30 e i 49 anni, 140 tra i 18 e i 29 anni, 135 tra i 50 e i 69 anni. In 320 casi l’uomo maltrattante è il marito, in 201 è il convivente, in 110 casi il partner, in 89 casi sono altri familiari. Si tratta generalmente di donne occupate (439). Nel 527 dei casi hanno subito violenza fisica, in 427 si tratta di violenza psicologica”.

“I reati di violenza sessuale della Questura di Milano – ha riferito l’assessore Granelli - registrano un calo del 16%: nel 2012 ci furono 470 denunce, nel 2013 sono scese a 394. Resta alta l’attenzione dell'Amministrazione per i reati di genere. Nel 2015 saranno posizionate 250-300 nuove telecamere e colonnine SOS, strumenti efficaci per segnalare i reati e identificare i responsabili. Gli impianti saranno installati nei luoghi più sensibili, segnalati da Polizia locale, Forze dell' ordine e Consigli di Zona. Ad oggi sono 1.700 le videocamere di sicurezza del Comune e 170 le colonnine SOS, installate soprattutto nei parchi. Inoltre il Nucleo Tutela Donne e Minori della Polizia Locale, in sinergia con la Procura e Forze dell’Ordine, svolge quotidiani interventi di prevenzione e contrasto in particolare su aggressioni e stalking. Quest’anno sono stati arrestati 18 uomini per violenza e maltrattamenti, sono state raccolte e trattate 40 denunce per violenza e 19 per stalking. Inoltre, 18 donne, grazie all’intervento degliagenti, sono state accolte in strutture protette. Sono 120 gli uomini denunciati per inadempienze agli obblighi familiari, altri 62 per maltrattamenti in famiglia e 6 per sottrazione di minore. Infine, per quanto riguarda il Progetto Mediazione che garantisce orientamento, supporto psicologico e consulenza legale alle vittime, da gennaio a settembre 2014 ha preso in carico 316 situazioni, di cui 124 riguardano donne vittime di stalking, maltrattamenti, ingiurie e lesioni in famiglia”.

“Ritengo che l'ambito maggiore nel quale dobbiamo lavorare tutti insieme, istituzioni, privato sociale e cittadini, per prevenire i fenomeni di violenza di genere sia quello a contatto con le nuove generazioni – ha detto la delegata del Sindaco alle Pari Opportunità Francesca Zajczyk: "In questi giorni, come altre volte in passato, ho avuto modo di confrontarmi con ragazzi e ragazze che si sono mostrati molto interessati e attenti a queste problematiche. Nella nostra città, per fortuna sono tante le realtà nel territorio che lavorano nelle scuole con progetti di sensibilizzazione e informazione”. Questa la rete dei servizi e dei centri antiviolenza convenzionati del Comune a cui le donne possono rivolgersi: Associazione Casa di accoglienza delle Donne maltrattate Onlus, Associazione SVS Donna Aiuta Donna Onlus, Associazione Telefono Donna Onlus, Cooperativa Sociale Cerchi d’Acqua Onlus, Fondazione Caritas Ambrosiana, Centro Ambrosiano di Solidarietà Onlus, Soccorso Violenza Sessuale e Domestica della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Policlinico Ospedale Maggiore, Fondazione Padri Somaschi, Soccorso Rosa Ospedale San Carlo. Come tutti gli anni sono numerose le iniziative che si svolgono a Milano per celebrare la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza alle donne. Molti eventi si sono svolti già nei giorni scorsi, molti altri nelle prossime ore.

Oggi, martedì 25 novembre, dalle ore 13 alle 20, un flash mob in piazza della Scala, davanti a Palazzo Marino, promosso dall'associazione SVS DAD Onlus, dedicati agli uomini. "La battaglia contro la violenza sulle donne comincia da noi - #uominisenzaviolenza" è lo slogan dell’iniziativa, che inviterà tutti gli uomini a farsi fotografare con un fiore in mano.  Alle ore 12, dal gazebo di Cgil, Cisl e Uil, partirà un corteo che raggiungerà piazza della Scala. Le foto degli uomini con il fiore saranno pubblicate sull’account Facebook o Twitter di SVS Donna Aiuta Donna Onlus. Sempre domani, alle ore 20.30, presso l’Auditorium Ca’ Granda, in viale Ca’ Granda 19, il Consiglio di Zona 9, in collaborazione con TeatroInverosimile, propone ai cittadini la messinscena dello spettacolo teatrale ‘Ti amo alla follia’. Seguirà un dibattito sul tema della violenza. Ingresso gratuito. Venerdì 28 novembre, ore 21, presso l'auditorium di Zona 3, in Via Valvassori Peroni 56, anche il Consiglio di Zona 3, in collaborazione con l'Associazione Fonti di Pace Onlus, ha organizzato la messinscena di uno spettacolo teatrale: ‘Manutenzioni - uomini a nudo’, la riduzione in forma teatrale tratta dal libro "Uomini che odiano amano le donne" di Monica Lanfranco.

Fonte: Comune di Milano

1051 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria