Lunedì, 22 aprile 2019 - ore 22.53

Padania Acque S.p.A.: Lunedì 10 dicembre Assemblea pubblica sulla riforma del Servizio Idrico Integrato

Lunedì 10 dicembre, alle 18.45 presso la sala “Auditorium ACLI di Cremona” in piazza Domenico Luzzara n.1, si terrà una assemblea pubblica, organizzata da Padania Acque, per informare e discutere del percorso di riforma del Servizio Idrico Integrato, attualmente oggetto di esame da parte del Parlamento italiano.

| Scritto da Redazione
Padania Acque S.p.A.: Lunedì 10 dicembre Assemblea pubblica sulla riforma del Servizio Idrico Integrato

Padania Acque S.p.A.: Lunedì 10 dicembre Assemblea pubblica sulla riforma del Servizio Idrico Integrato

Lunedì 10 dicembre, alle 18.45 presso la sala “Auditorium ACLI di Cremona” in piazza Domenico Luzzara n.1, si terrà una assemblea pubblica, organizzata da Padania Acque, per informare e discutere del percorso di riforma del Servizio Idrico Integrato, attualmente oggetto di esame da parte del Parlamento italiano.

All’incontro, che tratterà in modo approfondito delle proposte di legge n. 52 e n. 773 “Disposizioni in materia di gestione pubblica e partecipativa del ciclo integrale delle acque”, parteciperanno i sindaci, i rappresentanti e gli esponenti delle forze politiche del territorio, i portatori di interesse e i vertici delle società di servizi pubblici locali operanti nel cremonese.

Un momento di ascolto e confronto per analizzare la situazione attuale del governo di gestione dell’acqua, a partire dall’esito del Referendum del 2011 che ha sancito la nascita della gestione unica d’ambito e la convivenza di gestioni pubbliche, private o miste, in vista degli sviluppi legislativi futuri.

Padania Acque intende, infatti, coinvolgere le istituzioni territoriali e condividere con gli stakeholder e i cittadini l’esito della audizione parlamentare, indetta a metà novembre dalla Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, nel corso della quale sono intervenuti il presidente Claudio Bodini e i presidenti delle altre società pubbliche dell’idrico lombarde del gruppo Water Alliance.

Durante l’assemblea verrà presentata la situazione del sistema idrico nazionale e locale con particolare riferimento al modello pubblico della Lombardia, esempio virtuoso di gestione industriale efficiente, come dimostrano i livelli di investimenti, sia realizzati che programmati, superiori a tutte le altre regioni italiane; la tariffa media, che si attesta tra le più basse d’Italia, così come le perdite di rete, di gran lunga inferiori rispetto al trend nazionale e, non da ultimo, la qualità dell’acqua potabile: pura, sicura e ottima da bere.

Il fatturato annuo del gruppo Water Alliance è di circa 60 milioni di euro, gli investimenti programmati per il quinquennio 2018-2022 raggiungono la cifra di un miliardo di euro, con uno stanziamento pro capite tra i quaranta e cinquanta euro, tutto ciò a fronte di tariffe contenute: basti pensare che in provincia di Cremona, un metro cubo d’acqua costa 1,60 euro, ma aldilà del Po, la cifra sale a più di due euro.

Il tema della pubblicità dell’acqua, da intendersi sia come diritto sull’acqua, bene comune, sia come diritto di accesso ad una risorsa fruibile e salubre, è un tema centrale per i gestori del servizio idrico e per il Governo che insieme dovranno disegnare il futuro dell’acqua, individuando le direzioni da percorrere e gli obiettivi di medio-lungo periodo da raggiungere nell’interesse del Paese e dei cittadini.

 Foto : Claudio Bodini alla audizione della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati_1

390 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online