Giovedì, 29 febbraio 2024 - ore 16.07

Paola Tacchini (M5S) Domani voteremo per dire Si o No all’accordo con il centrosinistra

Dialogare è giusto, ma la fiducia e la credibilità vanno guadagnate e personalmente, non mi fido!

| Scritto da Redazione
Paola Tacchini (M5S) Domani voteremo per dire Si o No all’accordo con il centrosinistra

Paola Tacchini (M5S) Domani ci chiederanno di votare sulla piattaforma per dire Si o No all’accordo politico  con il centrosinistra a sostegno di Majorino Presedente Lombardia.

Dialogare è giusto, ma la fiducia e la credibilità vanno guadagnate e personalmente, non mi fido!

Vivo a Cremona da 30 anni. Finché i figli erano piccoli, non avendo nessuno che me li tenesse, ho scelto assieme a mio marito di restare a casa, a seguirli, a trasmettere tutti quei valori con i quali sono cresciuta: lealtà verso le persone, rispetto per l'ambiente, giustizia contro i soprusi, aiuto verso chi te lo chiede.

Sono da 20 anni a disposizione della mia parrocchia, come catechista, ultimamente mi sono messa a disposizione per il quartiere dove vivo nell'attuale comitato.

Nel 2017, grazie ai controlli periodici, mi hanno trovato un piccolo carcinoma alla mammella e ho subito deciso per l'asportazione.

Ho capito che anche se si fa una vita mediamente sana, non bevo, non fumo, cammino, sto attenta ai cibi, ma l'ambiente dove si vive è fortemente inquinato, rientri in certe statistiche.

Ho cominciato ad informarmi sulle cause, grazie anche ad uno studio epidemiologico che conduceva il dottor Ricci. Un dato mi ha colpito, la nostra provincia di Cremona ha la più alta percentuale di tumore al seno rispetto al resto d'Italia.

Nel 2018, visto che da subito, ero diventata simpatizzante ed elettrice del Movimento 5 Stelle, mi sono iscritta. Nel 2019 ho partecipato come candidata consigliera comunale alle amministrative.

Come gruppo locale, seppur composto da pochi attivisti, abbiamo fatto sentire la nostra voce unendoci ad altre voci apartitiche, di associazioni, sindacati e cittadini semplici.

Nel 2019 abbiamo perso con un gruppo di mamme coraggiose che hanno lanciato l'iniziativa, la battaglia per tener aperto il reparto UTIN (Unità Terapia Intensiva Neonatale)

Nel 2020 abbiamo manifestato come pazienti davanti all'ospedale alla palazzina degli amministrativi, per protestare contro i tagli all'ospedale e la chiusura del reparto di Riabilitazione.

Nel 2021 abbiamo protestato fortemente contro l'abbattimento di 188 piante, sane, solo perché classificate di categoria D (dove è l'uomo che decide quando una pianta invecchia e diventa pericolosa)

Abbiamo protestato con un Flash Smog a Cavatigozzi, dove i cittadini hanno subito, tra gli altri disagi, la crescita abnorme di un "Parco Rottami" a 80 metri dalle loro case.

Nel 2022 ci siamo mobilitate, ancora in maniera trasversale, ma soprattutto con pazienti senologiche come me, contro la chiusura di Area Donna, ottenendone la riapertura con una mozione arrivata in comune, in regione, al ministero della salute.

A settembre, su richiesta del gruppo locale e con la votazione degli iscritti, mi sono presentata come candidata uninominale alla Camera per le politiche del 25 settembre.

Ho sempre messo cuore, testa e faccia, oltre ad energie, tempo e risorse. Non ho mai chiesto nulla in cambio, perché ho sempre pensato di farlo a fine di bene, di essere dalla parte giusta.

Nelle regionali del 2023?

Dipende dall'esito delle domande di domani e soprattutto dalla loro formulazione.

Dialogare è giusto, ma la fiducia e la credibilità vanno guadagnate e personalmente, non mi fido!

1017 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online