Martedì, 28 giugno 2022 - ore 08.58

PAX Christi Sconcertata dalla decisione del Governo di inviare armi all’Ucraina

La condanna all’aggressione operata da Putin è totale. La guerra è sempre una tragedia

| Scritto da Redazione
PAX Christi Sconcertata dalla decisione del Governo di inviare armi all’Ucraina

Sono sconcertato dalla decisione del Governo e del nostro Parlamento di inviare armi all’Ucraina

PAROLE MOLTO CHIARE E NETTE

(Dal comunicato del Presidente di Pax Christi Italia, il vescovo Giovanni Ricchiuti)

"La condanna all’aggressione operata da Putin è totale. La guerra è sempre una tragedia. Ma non possiamo con questo dimenticare, o peggio ancora assolvere, la NATO (di cui l’Italia fa parte) dalle sue gravi responsabilità.

. E, ancora di più, resto senza parole leggendo le dichiarazioni del nostro ministro della difesa, Lorenzo  Guerini, su La Stampa di oggi, che  oltre a ritenere uno scenario possibile una guerra che può durare 10-20 anni, alla domanda del giornalista sulla decisione della Germania di aumentare le spese militari fino al 2% del Pil, risponde: “Noi abbiamo un trend in crescita da quando sono ministro: da settembre del 2019 a oggi, il bilancio della Difesa è cresciuto di oltre 3 miliardi e mezzo, siamo all’1,4% del Pil. Si tratta di fare più investimenti per presidiare un pezzo della nostra sovranità nazionale e tecnologica».

No, Signor Ministro, “mostrare i muscoli” non può essere, e non potrà essere la strada che porta alla pace!  Io non ci sto! E con me credo tantissime donne e uomini di buona volontà, di Pax Christi e non solo. Che credono e vogliono la pace. “Se vuoi la pace, prepara la Pace, non la guerra!” Mi sembra che qui si vedano ben chiari i grandi interessi delle lobby delle armi. Non per niente da tempo sono in aumento le spese militari. Non ci sono i soldi per tante necessità ma per le armi si trovano sempre. E si decide addirittura di destinarle a zone di guerra, rendendoci, secondo alcuni esperti analisti, un Paese ‘belligerante’".

518 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online