Giovedì, 17 giugno 2021 - ore 07.28

Piano di salvaguardia: l’Unesco e il Ministero della Cultura incontrano i liutai cremonesi

Presentato il Piano che raccoglierà le azioni a salvaguardia della liuteria tradizionale cremonese.

| Scritto da Redazione
Piano di salvaguardia: l’Unesco e il Ministero della Cultura incontrano i liutai cremonesi Piano di salvaguardia: l’Unesco e il Ministero della Cultura incontrano i liutai cremonesi Piano di salvaguardia: l’Unesco e il Ministero della Cultura incontrano i liutai cremonesi

Piano di salvaguardia: l’Unesco e il Ministero della Cultura incontrano i liutai cremonesi

Presentato il Piano che raccoglierà le azioni a salvaguardia della liuteria tradizionale cremonese.

Salvaguardare il saper fare liutario tradizionale cremonese, affinché la trasmissione del metodo perduri nel tempo: è intorno a questo articolato tema che si è svolto l’incontro dedicato ai liutai, lunedì 10 maggio presso l’Auditorium del Museo del Violino e trasmesso in diretta streaming, per fare il punto sullo stato di salute del saper fare liutario oggi: definirne forze, debolezze, sfide e opportunità, e individuarne pratiche e strategie di salvaguardia.

Tema conduttore di tutti gli interventi, la necessità di integrare tradizione e innovazione: la qualifica di bene patrimonio immateriale dell’umanità ha in sé lo scopo di mantenere vive, e allo stesso aggiornare ai tempi, le tradizioni.

La registrazione della diretta dell’evento è disponibile sul canale YouTube del Museo del Violino.

Foto, video e materiali disponibili nella sala stampa virtuale su iPressLIVE.

Cremona, 12 maggio 2021 - È stato presentato lunedì 10 maggio 2021 a tutta la comunità di liutai il percorso verso il Piano di salvaguardia del Saper fare liutario tradizionale cremonese, che durerà un anno e che conterrà il complesso di azioni che la comunità dei maestri artigiani, con la collaborazione delle istituzioni e di tutto il sistema Cremona, è chiamata a intraprendere, affinché il metodo cremonese di costruzione di strumenti ad arco sia reso sempre più vitale e possa continuare ad essere tramandato alle future generazioni.

 In collegamento streaming trasmesso in diretta dall’auditorium Arvedi del Museo del Violino sul canale YouTube del museo stesso, il sindaco Galimberti ha dialogato con i rappresentanti di istituzioni territoriali, nazionali e internazionali. Erano, infatti, collegati il professor Tullio Scovazzi, docente di diritto internazionale all’Università degli Studi di Milano-Bicocca, Ana Luiza Thompson-Flores, direttore dell’ufficio regionale Unesco per la scienza e la cultura in Europa, Mariassunta Peci ed Elena Sinibaldi del Ministero della Cultura, Giorgio Marrapodi, direttore generale per la cooperazione allo sviluppo in commissione nazionale per l’Unesco, Maria Agostina Lavagnino, dell’Archivio di etnografia e storia sociale di Regione Lombardia e le facilitatrici Unesco, Benedetta Ubertazzi e Valentina Lapiccirella Zingari.

 In allegato l'intero comunicato stampa

 

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

339 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online