Giovedì, 20 giugno 2024 - ore 11.09

Pizzighettone Braccio di ferro dei medici pesa su anziani| G.Bissolotti

Lettera aperta ai medici di base sul tema della TAO

| Scritto da Redazione
Pizzighettone Braccio di ferro dei medici  pesa su anziani| G.Bissolotti

Pizzighettone Il braccio di ferro dei medici con ASST pesa sugli anziani| Giancarlo Bissolotti

Egregio direttore, mi permetta di usare lo spazio del suo giornale per inviare una lettera aperta ai medici di base (che bello quando si definivano medici di famiglia) di Pizzighettone.

«Carissimi medici di base che svolgete il vostro lavoro nel territorio comunale di Pizzighettone, nel corso di tanti anni di servizio nelle nostre comunità avete salvato molte vite, avete aiutato molte famiglie anche con il supporto psicologico a superare il dramma della perdita di un loro caro, avete informato, avete consigliato e per questo vi siete guadagnati la stima, la credibilità e in moltissimi casi anche l’affetto dei vostri pazienti. Ora, a fronte di quanto sta ancora succedendo nella vicenda dell’ambulatorio TAO, vi chiedo - non tanto come singolo cittadino ma piuttosto come inviato in Consiglio comunale da molti cittadini per portare la loro voce e dare voce a chi voce non ha, se siete sicuri che a causa di un braccio di ferro con le istituzioni sanitarie provinciali, per un puro e semplice contenzioso economico, non vi state giocando il credito sopra citato? Se siete convinti che la vostra presa di posizione e la vostra mancata autorizzazione a riprendere i prelievi per i pazienti in trattamento anticoagulante presso l’ambulatorio che la Fondazione Vismara ha messo a disposizione nel Mazza di Pizzighettone, è sacrosanta e legittima, perchè non lo spiegate con una locandina che potreste affiggere nei vostri studi o non organizzate una riunione pubblica nella quale spiegate le ragioni che vi hanno spinto a una scelta così traumatica per molte persone alla presenza dei vostri pazienti e di tutti quei cittadini che lo desiderano? Questa vicenda si trascina da sette mesi e sta rendendo la vita difficile a molti pazienti, specialmente quelli più anziani. Ve lo chiedo con il massimo rispetto possibile ma al tempo stesso con forza: ponete fine a questi disagi, ritornate a essere quelli di un tempo, anche perchè così facendo tutti noi smetteremo di chiamarvi ‘me - dici di base’ ma riprenderemo a chiamarvi ‘medici di famiglia’.

Giancarlo Bissolotti Gruppo Consiliare ‘Con la Gente’ di Pizzighettone

760 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online