Sabato, 26 novembre 2022 - ore 19.35

Provincia di Piacenza, 17 nuove assunzioni entro il 2020. Approvato il piano del fabbisogno di personale 2020-2022

Per il reclutamento di alcune di queste figure si farà ricorso alle procedure di mobilità volontarie, mentre per altre verranno indette le necessarie e immediate procedure concorsuali.

| Scritto da Redazione
Provincia di Piacenza, 17 nuove assunzioni entro il 2020. Approvato il piano del fabbisogno di personale 2020-2022

Piacenza, 14 aprile 2020 – Approvato il piano triennale del fabbisogno di personale 2020-2022 della Provincia di Piacenza, realizzato sulla base del piano riorganizzativo dell'ente del 2018, che prevede complessivamente l’inserimento di 31 nuove unità nei prossimi tre anni, due terzi delle quali a valere nell’annualità 2020.

Sono 17, infatti, le figure professionali che verranno assunte a tempo indeterminato entro il 2020: 1 cantoniere,  1 istruttore contabile, 1 agente di polizia provinciale, 4 geometri, 3 istruttore direttivo amministrativo, 2 funzionari di polizia provinciale e 1 istruttore direttivo urbanista. Per il reclutamento di  alcune di queste figure, si farà ricorso alle procedure di mobilità volontarie, mentre per altre verranno indette le necessarie e immediate procedure concorsuali.

Previste inoltre tre assunzioni con rapporto di lavoro flessibile: n. 2  figure di Alta specializzazione con competenze in materia di progettazione strutturale antisismica e normativa sismica (ai sensi dell’art. 110 c. 2 del D.Lgs 267/2000) e n. 1 addetto stampa (ai sensi dell’art. 90 del D.Lgs 267/2000).

“L'emergenza sanitaria che stiamo affrontando – commenta il Presidente Patrizia Barbieri - ha sospeso per due mesi lo svolgimento di concorsi pubblici, ma abbiamo voluto predisporre questo atto di programmazione pur in questa fase di emergenza per farci trovare pronti quando prenderà avvio la ripartenza. Gli uffici stanno predisponendo tutti gli atti amministrativi in modo da essere pronti per avviare le procedure concorsuali subito dopo lo sblocco delle attività.  Occorre sottolineare - continua Barbieri – che l’Ente già dal 2018 ha potuto riprendere ad assumere grazie al fatto che, il nostro è un bilancio sano. Anche in questa occasione puntiamo soprattutto a potenziare le funzioni tecniche rafforzando le aree strategiche dell'Ente, tenendo anche conto dei compiti di assistenza ai Comuni che la Legge ci assegna”

Il quadro delle assunzioni previste, formulato sulla base dei fabbisogni rilevati dai dirigenti dell’Ente, anche a fronte delle cessazioni verificatesi, tende al rafforzamento del settore della programmazione territoriale, dei lavori pubblici e della manutenzione, nonché al potenziamento della Stazione Unica Appaltante  e tiene conto degli indirizzi previsti nel DUP 2020-2022. 

Il piano del fabbisogno tende ad utilizzare l’intera capacità assunzionale derivante dalle cessazioni degli esercizi precedenti, fatti salvi i vincoli derivanti dalle previsioni di bilancio – si legge nel Piano. Si è quindi operato non in una logica di mera sostituzione dei dipendenti cessati, ma di costante revisione e riqualificazione degli assetti organizzativi per il miglior perseguimento delle finalità istituzionali dell’Ente e per l’ottimale attuazione degli obiettivi indicati dai documenti di programmazione.

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

798 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online